Archivi tag: Disneyland

Vaccinazioni: E’ stata ascoltata tutta la comunità scientifica? Le parti che si contrappongono rappresentano un falso mito o la realtà?

Medici contrari alla vaccinazione coercitiva:

Cosa pensano davvero?

Chi e perché avrebbe messo a tacere le diverse posizioni in merito?

I media come dipingono il tutto?

 

medici-on-the-vaccino-dibattito

 

Come ben sappiamo negli Stati Uniti,i genitori e diversi Dottori, manifestano contro la SB 277; intento di chi la promuove è rimuovere il consenso informato praticando una profilassi vaccinale obbligatoria e forzata,senza alcuna esenzione.Ma siamo sicuri che sia stata ascoltata tutta la comunità scientifica?Che ruolo hanno anche in questo frangente i media?I media tradizionali, hanno una posizione ben definita dipingendo i fatti in un quadro raffigurante una lotta tra medici e genitori,i quali avrebbero motivi puramente etici per contrastare questa scelta di campo. In realtà non è proprio così.

  • A parte ciò, una verità su questo dibattito è venuta a galla : i medici non sono unificati affatto sulle loro posizioni in materia di “scienza” dei vaccini, né lo sono  per quanto riguarda il divieto del consenso informato per una procedura medica come la vaccinazione.

 

Pro Vaccino o Anti Vaccino?

E’ una questione puramente giornalistica? E’ un mito?

Come illustrato nella nostra immagine all’inizio di questo articolo, possiamo ampiamente classificare molte posizioni differenti su questa tematica, e su come  i medici  seguono il proprio lavoro. Le due posizioni più estreme riguardano:

  1. coloro che sono al 100% contro i vaccini, non consigliandoli né somministrandoli affatto;
  2. coloro che credono nella sicurezza e nell’efficacia al 100 % dei suddetti,consci e consenzienti ad una pratica vaccinale forzata.

Quanti Dottori alla fine rientrano a pieno in queste due posizioni?

 

Chi sono i Medici che perseguono la linea estremista Pro vaccino?

I medici Pro vaccino più estremisti; quelli che credono che tutti i vaccini siano sicuri ed efficaci per tutte le persone, sono  rappresentati da due medici di alto profilo:

 

paul-Offit anne-Schuchat-retro-adm

 

Il dottor Paul A. Offit , MD è il direttore del “Vaccine Education Center at the Children’s Hospital of Philadelphia“, così come Maurice R. Hilleman Professore di Vaccinologia e  Pediatria presso la Facoltà di Medicina dell’Università della Pennsylvania.

Il Dr. Offit  afferma che “il sistema immunitario di un bambino è in grado di gestire fino a 10.000 vaccini”.

  • Ha conseguito un brevetto per uno dei vaccini raccomandati per l’infanzia dal CDC,avendo così  un incentivo finanziario per promuovere la tal pratica. Il Dott. Offit non accetta pareri contrari ai suoi,e più volte ha dichiarato che non crede nella libertà di parola quando si tratta di vaccini ,affermando che la sua sia l’unica posizione corretta. Una volta ha dichiarato pubblicamente che qualsiasi giornalista che abbia dato spazio agli “antivaccinisti” sarebbe dovuto essere punito con il carcere” (clicca sulla fonte giornalismo ).

Quando Sharyl Attkisson ancora lavorava per la CBS, pubblicò una storia sull’enorme conflitto di interessi:

 

 

Il Dr. Paul Offit rappresenta ovviamente la posizione (estremista) pro-vaccino tra i medici.

La Dott.sa Anne Schuchat  è il direttore del National Center for Immunization and Respiratory Diseases at the Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Lei è un assistente chirurgo e lavora negli “United States Public Health Service Commissioned Corps“.

La Dr. Schuchat potrebbe probabilmente essere la persona più potente ed influente, quando si tratta di definire la politica della vaccinazione; la stessa segue le raccomandazioni del CDC in questo mercato mondiale.

Il CDC è il più grande cliente delle aziende farmaceutiche per l’acquisto di vaccini (è stato stimato che più di $ 4 miliardi di dollari siano spesi per l’acquisto di vaccini ogni anno) . Questo crea un enorme conflitto di interessi per un organo così importante che si suppone debba sorvegliare sulla sicurezza dei vaccini.

All’inizio di quest’anno c’è stata una seduta del Congresso sul “legame tra le recenti epidemie di malattie come il morbillo, e la decisione dei genitori di non vaccinare i propri figli”, a seguito della “epidemia di morbillo scoppiata a Disneyland .”

È possibile guardare l’intera udienza cliccando il seguente link:

  • http://www.c-span.org/video/?324253-1/hearing-childhood-vaccination&live=

In questa udienza non ha partecipato tutta la comunità scientifica ma solo la parte rappresentante il  governo e le multinazionali farmaceutiche.

Possiamo fidarci del CDC quando afferma che non viè correlazione tra vaccinazioni e autismo? Dobbiamo essere colpiti dalle affermazioni della dottoressa Anne Schuchat ,trovandole più credibili solo perché indossa una divisa militare?

Perché il Congresso non ha affrontato entrambe le posizioni del dibattito? Perché non è stato chiamato il dottor William Thompson del CDC  per rispondere alle domande?

Perché si continua ad evitare un confronto tra le parti?

Il Dr. Thompson ha dichiarato l’anno scorso che uno degli studi del CDC i quali presumibilmente hanno dimostrato la NON correlazione tra vaccini e autismo, abbia omesso molti dati di studi che dicevano esattamente l’opposto (vedi il caso della vaccinazione con MMR e l’aumento di autismo tra i ragazzi afro-americani. Per leggere altro cliccare di seguito la fonte  “CDC Whistleblower Dr. Thompson: “Ho smesso di mentire”  )

 

 

  • È interessante notare come in realtà altri funzionari governativi abbiano contraddetto le affermazioni del Dottor Schuchat, ammettendo una eventuale correlazione tra autismo e vaccinazioni:

 

 

Chi sono dall’altra parte i Medici definiti come “antivaccinisti”?

In realtà sono pochi i medici che pubblicamente dichiarano una posizione così estremista. Tuttavia, essi hanno osservando i danni derivati ai loro pazienti e tramite la loro esperienza clinica,hanno voluto ricercare a fondo le eventuali motivazioni,mettendo da parte tutto quello che era stato insegnato loro.

Degli esempi?

Dr. Suzanne Humphries, MD

suzanne-Humphries

 

Uno dei medici definito come “antivaccinista” è la Dr. Suzanne Humphries, MD. La Dr. Humphries ha conseguito la laurea triennale in Fisica presso la Rutgers University e la laurea in medicina presso la Temple University di Philadelphia, completando il suo tirocinio in medicina interna al Montefiore Medical Center di Bronx, New York.

La Dr. Humphries nasce come medico convenzionale,ma la sua curiosità la spinge ben oltre le logiche insegnate.Lei stessa afferma che non era sicura di tutto quello che aveva studiato sulle vaccinazioni,per questo ha approfondito.

Lei afferma:

“Nessun vaccino migliora la salute di una popolazione, perché i vaccini non fanno ciò. Non c’è nulla in un vaccino che contribuisca a migliorare la nostra salute,nulla”.

Quando le è stato chiesto il perché non sceglie di vaccinarsi,nonostante i suoi viaggi in tutto il mondo in luoghi dove sono raccomandati i vaccini, risponde:

“Perché curo in maniera ottimale il mio sistema immunitario, e il mio corpo. Io non credo nei vaccini,nemmeno un pò. Credo che gli stessi,possano arrecare più danni che altro;da quei danni però non si torna indietro”.

La Dr. Humphries ritiene che i pericoli insiti nei vaccini vengano omessi dalla comunità medica e dei media. E ‘regolarmente censurata lei stessa dai media.

(Per ascoltare il dibattito senza censure cliccare la seguente fonte Dr. Suzanne Humphries on Vaccine Safety)

Andiamo avanti con i Dottori che mostrano i propri pensieri ringraziandoli di ciò.

 

Il Dr. Richard Moskowitz

Richard-Moskowitz

 

Il dottor Richard Moskowitz pratica il suo lavoro di medico nel Massachusetts. Si è laureato a Harvard nel 1959, conducendo il suo dottorato presso la New York University nel 1963. Dopo una laurea in Filosofia presso l’Università del Colorado, ha completato il suo stage presso l’ospedale di S. Antonio a Denver, e ha iniziato a praticare nel 1967. Si interessò alle terapie naturali nel 1970.

Come il dottor Humphries, il dottor Moskowitz  ha iniziato la sua pratica sulla medicina convenzionale, somministrando i vaccini ai suoi pazienti. Ma dopo più di 30 anni di esperienza clinica, non riusciva più a raccomandare i vaccini:

“Negli ultimi dieci anni, osservando i numerosi danni avvenuti nei bimbi e nei miei pazienti, ho sentito un rimorso profondo e crescente. Alla fine è arrivato il giorno in cui non riuscivo più a mentire.

Al di là della “obbligatorietà” che trovo aberrante,trovo peggiore la non informazione fatta e la maniera coercitiva in cui tutte le vaccinazioni vengono consigliate senza un’anamnesi corretta del paziente prima.

Il pubblico crede fermamente che l’immunizzazione artificiale sia in realtà una procedura sicura ed efficace, in nessun modo dannosa per la salute, e che la minaccia delle corrispondenti malattie naturali rimane sufficientemente chiara e urgente per garantire la inoculazione di massa di tutti, anche contro la loro volontà, se necessario.

Io non sono d’accordo con tutto questo”.

(Per altre informazioni in merito cliccare sulla seguente fonte Richard Moskowitz, MD – La causa contro vaccinazioni .)

 

medici-support-vaccino-scelta

 

Continuiamo a dar voce all’altra parte della comunità scientifica.

Il Dr. Mark Geier

Il Dr. Mark Geier non è antivaccinista. Lui è un medico (MD) avente dottorato di ricerca in genetica. Ha trascorso 10 anni di lavoro presso l’Istituto Superiore di Sanità, ed è stato professore alla John Hopkins University. Egli è anche l’autore di oltre 150 pubblicazioni peer-reviewed.

Ha lavorato sulla sicurezza dei vaccini e l’efficacia per più di 30 anni. Era uno dei quattro scienziati che ha lavorato per la sostituzione del vaccino DTP, un vaccino che ha causato gravi danni in passato.

Il suo lavoro ha dimostrato tutto il suo interesse nella sicurezza della pratica vaccinale; tuttavia, egli è stato etichettato come “ciarlatano”, da parte di alcuni, perché non condividono le stesse idee.

Il Dr. Geier si oppone al vaccino antinfluenzale. Nel video qui sotto, viene chiaramente spiegato che il vaccino antinfluenzale porti ad una moltitudine di patologie e malattie,come ad esempio  la sindrome di Guillain-Barré , e che non sia efficace nel prevenire l’influenza. Egli spiega anche che il CDC non segue la linea di prevenzione attraverso la richiesta di test di sicurezza. Così il vaccino antinfluenzale è fondamentalmente un vaccino sperimentale che vorrebbero destinare  a più di 300 milioni di persone ogni anno. Inoltre, non esistono studi che dimostrino la sicurezza di tale vaccino.

Tuttavia, il dottor Geier sottolinea che il CDC sia palesemente addentrato nel business della distribuzione di vaccini contro l’influenza, perché questo rappresenta un mercato maggiore di guadagno confronto ad altri vaccini.  Il vaccino contro l’influenza è il vaccino più pericoloso in America, che rappresenta la maggior parte dei morti e feriti compensati dal Governo .

Il video di seguito riprende le affermazioni del Dr. Geier.

 

Passando ad altri medici qualificati,parliamo del Dr. Jay Gordon

 

dr-jay-bambino-edited

 

Il Dr. Jay Gordon è un pediatra del sud della California. Ha un curriculum impressionante:

Nel bel mezzo della sua formazione di base,il pediatra Jay Gordon ha compiuto un passo insolito. Decidendo che aveva bisogno di una maggiore conoscenza su nutrizione, vitamine e medicina alternativa, al fine di esercitare la professione medica come voleva, il dottor Gordon ha conseguito un master in Nutrizione Pediatrica presso lo Sloan-Kettering Institute di New York City. Dopo la pratica presso l’Ospedale pediatrico di Los Angeles, il dottor Gordon si è unito al corpo insegnanti presso la UCLA Medical Center e Cedars-Sinai Medical Center.

Parte delle sue affermazioni asseriscono quanto segue:

“Nessuno conosce il bambino meglio dei genitori; in primo luogo, i vaccini sono una questione molto personale e uno dei più grandi problemi è che i pediatri non effettuano un consenso informato,oltre ad agire in maniera errata effettuando verso i genitori quello che viene definito come “terrorismo psicologico”. Noi non conosciamo a pieno il funzionamento del Sistema Immunitario.

Abbiamo anche combinato sei vaccini diversi, con più di 20 antigeni separati per essere assunti a due, quattro e sei mesi. La scienza dietro queste combinazioni è carente (per approfondire l’argomento cliccare sul seguente cliccare qui )”.

 

La Dott.sa Sherri Tenpenny

Come il dottor Humphries, la dottoressa Tenpenny è uno dei portavoce più eloquenti sulla sicurezza del vaccino in America oggi. Lei è il direttore e fondatore di OsteoMed II , una clinica fondata nel 1996 in Ohio.

La Dr. Tenpenny parla della mancanza di studi sulla sicurezza condotti sui vaccini, sottolineando che gli studi sono stati condotti solo su individui sani che non sono rappresentativi di tutta la società.

La Dr. Tenpenny non sostiene la sicurezza dei suddetti vaccini, sottolineando la differenza tra “anticorpi vaccinali” e “immunità naturale”.

Il video di seguito riporta le sue affermazioni e il punto di vista della Dott.sa Tenpenny.

 

 

La Dott.sa Meryl Nass

La dottoressa Meryl Nass è un MD di medicina interna. Si espone in tutto questo argomento,parlando della collusione tra  le aziende farmaceutiche che producono vaccini e il governo degli Stati Uniti. E’ attivista nell’argomento della vaccinazione con GARDASIL e sulla Sindrome della Guerra del Golfo.

 

Il Dr. Nicholas J. Gonzalez

 

nicholas-Gonzales-md

 

Il Dott. Nicholas J. Gonzalez, MD, si è laureato presso la Brown University, con una laurea in letteratura inglese. Successivamente ha lavorato come giornalista,prima di proseguire gli studi alla Columbia. Ha poi ricevuto la sua laurea in medicina presso la Cornell University Medical College nel 1983. Nel corso di una borsa di studio post-laurea in immunologia dal dottor Robert A.Good ( considerato come il padre della moderna immunologia), ha completato uno studio di ricerca di una terapia nutrizionale aggressiva nel trattamento del cancro avanzato . Dal 1987, il Dr. Gonzalez esercita privatamente in uno studio a New York City, il trattamento di pazienti con diagnosi di cancro e di altre gravi malattie degenerative.

Il Dr. Gonzalez  critica duramente l’efficacia del  vaccino anti Polio.

( per leggere altre fonti cliccare di seguito  Il Vaccino antipolio non è  necessario)


 

La Dott.sa Stacia Kenet Lansman

La Dr. Stacia Kenet Lansman, fondatrice della Pediatric Alternative a Marin County, in California. Si è laureata presso la Tufts University Medical School di Boston nel 1989 ed ha completato il suo tirocinio e pratica medica pediatrica a Oakland Children Hospital, Oakland, CA, nel 1992.

La Dr. Lansman lavora con altri cinque medici nella sua clinica, i quali “hanno credenziali impeccabili, avendo studiato  in alcune delle migliori scuole e istituti medici della nazione.” Molti sono compagni della American Academy of Pediatrics.

Questi cinque medici ritengono che le famiglie dovrebbero ritardare alcune vaccinazioni, raccomandate dai Centers for Disease Control and Prevention, e rinunciare del tutto ad altre.

(Per approfondire leggi  Top California Pediatri)

 

 

Il dottor Russell Blaylock L.

 

DR.Blaylock

 

Il dottor Blaylock è un neurochirurgo, autore e docente. Ha frequentato la Scuola LSU of Medicine di New Orleans e ha completato il suo tirocinio di chirurgia generale e  neurochirurgia presso il Medical University of South Carolina a Charleston, South Carolina.Negli ultimi 25 anni ha praticato neurochirurgia oltre alla pratica nutrizionale.

Il dottor Blaylock ha scritto in merito alla vaccinazione eccessiva durante lo sviluppo del cervello e del  legame con l’autismo .


 

Il Dr.Robert Rowen

Dr.-robert-Rowen

 

Il Dr. Rowen, laureato presso la Johns Hopkins University (1971), ha seguito i suoi studi presso  l’Università della California a San Francisco (1975).

Il Dr. Rowen ha documentato l’inefficacia della vaccinazione contro il morbillo,dichiarando  che la maggior parte focolai sono stati diffusi da coloro che sono stati vaccinati.

(Vedi:  Dr. Rowen: Morbillo diffuso dai vaccinati )


 

La Dott.sa  Lee Hieb

dr.lee-hieb

 

La Dr Lee Hieb è un chirurgo ortopedico specializzato in chirurgia spinale. Lei è stata presidente dell’Associazione dei medici e dei chirurghi americani.

La Dr. Hieb discute l’etica medica e le implicazioni politiche del governo che costringe le vaccinazioni. Rivolge il suo pensiero inoltre, a due questioni cruciali :

  • LE OMISSIONE DEI MEDIA
  • L’INEFFICACIA DELLE VACCINAZIONI

(Vedi:  Dr. Lee Hieb MD – Vaccino .)

 

Il Dr. Michael W. Elice

Michael-Elice-MD

 

Il Dr. Michael W. Elice, MD, si è laureato alla Syracuse University e alla Medical School di Chicago. Egli mantiene l’incarico di insegnante presso la New York University Medical School e l’Albert Einstein College of Medicine e ha cattedra a contratto presso la North Shore University Hospital, Manhasset, New York e presso il  Children’s Hospital of the Long Island Jewish Medical Center, New Hyde Park, New York.

Il Dr. Elice è un critico della vaccinazione contro il morbillo, parotite, rosolia  (MMR), e ritiene che la caratterizzazione imprecisa dei media sulle epidemie di morbillo è in realtà un grave danno per i bambini americani.

(Vedi:  Dr. Michael Elice MD – Media e Promozione .)

 

Il Dr. David Brownstein

 

dr.brownstein

 

Il Dr. David Brownstein è un medico di famiglia e il direttore medico del Centro di Medicina Olistica a West Bloomfield. Si è laureato presso l’Università del Michigan e la Wayne State University School of Medicine. Il Dr. Brownstein è membro della  American Academy of Family Physicians and the American College for the Advancement in Medicine.

Egli ha ricevuto due prestigiosi premi da parte dei suoi colleghi. Il primo è stato dato dal Collegio americano per l’avanzamento in Medicina in occasione della riunione annuale del 2005. Il premio è stato il Norman E. Clarke Sr. Award per la scienza e la pratica. Il secondo premio è stato dato dalla American Academy of Integrative Medicine durante la riunione annuale del 2005 in Florida. Questo è stato intitolato 2005 ARC Excellence Award  per il suo “avanzamento nella diagnosi e nel trattamento delle malattie croniche”.

Il Dr. Brownstein è un critico del vaccino antinfluenzale, e recentemente ha scritto riguardo la correlazione tra la vaccinazione mmr e l’autismo

(Vedi:  Dr. Brownstein, MD – DNA -dalle cellule fetali nella vaccinazione contro il  Morbillo all’ autismo).


 

ALTRE POSIZIONI IN MERITO ALLE VACCINAZIONI

La Dott.sa Toni Bark

 

dr-toni-corteccia

 

La dottoressa Bark, ha ricevuto il suo “Bachelor of Scienc” in Psicologia presso l’Università dell’Illinois nel 1981 e la sua laurea in medicina presso il Rush Medical School nel 1986.La Dr. Bark  ha completato la sua formazione pediatrica presso la University of Illinois, Chicago, nel 1991, formandosi alla New York University in Pediatria, dal 1986 al 1987 e Riabilitativa dal 1987 al 1988. Subito dopo ha lavorato  nel reparto di terapia intensiva neonatale al Michael Reese Hospital. Ha poi preso una posizione come direttore del pronto soccorso pediatrico nel suddetto Ospedale,fino al 1993, quando il suo impegno per i rimedi naturali la portò ad iniziare il suo studio di Medicina Olistica.

La Dr Bark è una forte sostenitrice della sicurezza del vaccino; la stessa cerca di  educare i legislatori sulla sicurezza dei vaccini.

(Vedi:  Dr. Toni Bark, MD – Non rimuovere l’esenzione per i vaccini).

 

La Dr. Susan McCreadie

 

Susan-McCreadie-MD

 

La Dott.sa Susan McCreadie, MD è una pediatra facente parte del  Consiglio di Pediatria americano. Ha conseguito la laurea in medicina presso la Wayne State University School of Medicine, e ha completato la sua formazione presso il Children’s Hospital of Michigan.

La Dr. McCreadie ha scritto un articolo sui vaccini che -guarda caso- è stato rimosso da diverse pagine web.

(Lo Abbiamo ripubblicato qui:  Susan McCreadie, MD; meglio non vaccinare )

Lei ha scritto:

“Io non sono pro o anti-vaccino, io sono pro scelta informata. Guardiamo il filmato “Il ” ed ascoltiamo una discussione scientifica razionale fatta da esperti. Questo documentario intreccia le storie di tre famiglie le cui vite sono state cambiate per sempre con la vaccinazione. Vai oltre la paura e la politica”.

 

Il Dr. Joseph Mercola

 

Mercola-youtube-image

 

Il Dr Joseph Mercola, DO,è stato il presidente del dipartimento di medicina di famiglia al St. Alexius Medical Center  per cinque anni. Si è formato in medicina tradizionale e naturale. Gli fu concessa di borsa di studio dalla American College of Nutrition (ACS) nell’Ottobre 2012.

Lui è un critico il quale tanto ha scritto sulle collusioni tra l’industria farmaceutica e il valore dei vaccini.

E’ per il  New York Times, autore di bestseller, e pubblica una newsletter di medicina alternativa . La stessa è la più letta tra i siti web in tutto il mondo.

(Vedi:  Come il fascismo crea le politiche federali .)


 La Dott.sa  Natasha Campbell-McBride

 

Dr. Natasha Campbell-McBride

 

La Dr. Natasha Campbell-McBride è un medico con due gradi di specializzazione: Master in Scienze Mediche in Neurologia e Master in Scienze Mediche in Nutrizione Umana. Si è laureata come medico in Russia. Dopo aver praticato per cinque anni come neurologo e tre anni come  neurochirurgo, ha formato la sua famiglia e si è trasferita nel Regno Unito, dove ha ottenuto il suo secondo diploma post-laurea in Nutrizione Umana.

È ben nota per lo sviluppo di un concetto di GAP (Gut And Psychology Syndrome), che ha descritto nel suo libro “sindrome dell’intestino e Psicologia” affrontando il trattamento naturale per l’autismo, ADHD, dislessia, disprassia, depressione e schizofrenia, giunto alla sua seconda edizione.


 

La Dr. Campbell-McBride ha dedicato un intero capitolo del suo libro : “Vaccini.L’MMR causa l’autismo?” Ella suggerisce che un sondaggio immunologico completo di ogni bambino,dovrebbe essere effettuato prima di qualsiasi profilassi vaccinale.

 

viccinazione

I medici coinvolti nella Politica di vaccini

I medici sono persone molto impegnate. Così, quando un medico si allontana dal suo lavoro poiché occupato a testimoniare alle udienze del governo sulla questione dei vaccini obbligatori, significa che è appassionato All’argomento.

Di seguito due medici che di recente hanno dedicato molto alla politica,occupati a testimoniare davanti alle commissioni governative di portare l’obbligatorietà delle vaccinazioni senza alcuna esenzione.

 

DI CHI PARLIAMO?

Il Dr. Paul Thomas

Il Dr. Paul Thomas, MD è nato a Portland, Oregon, e cresciuto in Sud Africa. Ha un master in biologia, un MD da Dartmouth Medical School, e ha completato la sua formazione pediatrica presso l’Università della California, San Diego. Collabora con l’American Academy of Pediatrics.

Il Dr. Thomas ha recentemente testimoniato e portato davanti al Senato dell’Oregon, una proposta di legge per eliminare le esenzioni vaccino.

 

 

(Vedi:  Dr. Paul Thomas, MD )


 

La Dott.sa Lynn Mielke

La Dr. Mielke è la fondatrice di Developmental Spectrums clinic  in California, specializzata nel trattamento biomedico di disturbi dello spettro autistico. La Dr. Mielke è laureata presso la Facoltà di Medicina dell’Università dell’Indiana, e ha completato la sua formazione in Psichiatria presso il Neuropsychiatric Institute dell’UCLA. Dopo aver terminato la sua formazione, egli diventò una professoressa associata presso l’UCLA presso il Dipartimento di pratica della famiglia per diversi anni e aveva uno studio privato a Westwood; successivamente si  trasferisce a Pleasanton, dove esercita la professione di psichiatra per diversi anni. E’ un membro della   Medical Academy of Pediatric Special Needs.

La Dr. Mielke ha recentemente preso tempo fuori del suo programma fitto di appuntamenti da medico,per affrontare le riunioni del Comitato  Sanità del Senato della California, in materia di CA Bill SB277.

 

 

(Vedi:  vaccini obbligatori in California)


 

La Dott.sa Donna Campbell

La Dr Campbell, MD è qualificata  in pronto soccorso di medicina e oculistica. Ha completato il suo Master of Nursing dell’Università del Texas Woman come  Cardiovascular Clinical Nurse Specialist . Ha ricevuto il suo MD dalla Texas Tech University, dove era un membro di Alpha Omega Alpha.

Lei è anche un senatore dello stato del Texas, e recentemente ha resistito alla pressione di altri politici nel sostenere un progetto di legge che permetterebbe di eliminare le esenzioni di vaccino:


Riepilogo,chi rappresenta la maggioranza?

Questi sono alcuni dei medici che non supportano la posizione pro-vaccino estremista. Quanti altri medici temono di parlare, con il rischio di perdere la loro carriera?

Un esempio di tutto questo raffigura un grande personaggio; un medico che nel Regno Unito ha letteralmente perso la sua carriera poiché ha osando mettere in discussione l’efficacia e la tossicità dei vaccini.

Questo Dottore era Andrew Wakefield ,simbolo di terrorismo e manipolazione mediatica.

Ad oggi nessuno è riuscito a sconfessare i suoi studi,questo è quanto e questo è tanto.


 

Medici

 

 

Il Dottor Wakefield  non è stato l’unico a lottare per la verità; un altro Dottore ha lottato per le sue motivazioni senza paura alcuna,parliamo del  Dr. Andrew Moulden il quale attraverso il suo libro dichiara che “Ogni vaccino produce un danno”

 

dr_andrew_moulden_every_vaccine_produces_harm

Un Medico canadese il Dr. Andrew Moulden, il quale ha fornito chiare prove scientifiche che dimostrano che ogni dose di vaccino dato a un bambino o ad un adulto produce danni. La verità che ha scoperto è stata respinta dal sistema medico convenzionale e dall’industria farmaceutica. Tuttavia, il suo avvertimento e il suo messaggio per l’America rimane come un solido patrimonio di un uomo che si alzò in piedi contro big pharma e contro il  loro programma per la vaccinazione di ogni persona sulla Terra.

Il Dr. Moulden morì inaspettatamente nel mese di novembre del 2013 a 49 anni. Un caso?

 

***Come al solito la politica e la sanità vanno a braccetto***

 

Informazioni e articoli correlati in merito

Le dichiarazioni del Dr. Andrew Moulden

Dr. Andrew Moulden: ogni vaccino produce danno microvascolare

  • Il Potenziale Zeta può essere utilizzato come indicatore della salute. Le dichiarazioni e gli studi sconfessati del Dr Moulden

https://vacciniinforma.it/?p=2289

Share

L’immunologo Tetyana Obukhanych e la sua lettera al Legislatore Richard Pan: “Preconcetti relativi ai vaccini? Sono errati “

Tetyana Obukhanych e la sua lettera al Legislatore Richard Pan:

“Preconcetti relativi ai vaccini? Sono errati “

Aggiornamento fonti a fine articolo

Ricordate la Dottoressa Tetyana Obukhanych?

Ha studiato immunologia in alcune delle più prestigiose istituzioni mediche di tutto il mondo. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Immunologia presso la Rockefeller University di New York e ha fatto la formazione post dottorato presso la Harvard Medical School, Boston, MA. e la Stanford University in California.

Autrice del libro “Vaccino l’illusione”

avevamo già parlato di lei traducendo un articolo sul Sistema Immunitario (fonte di seguito)

https://vacciniinforma.it/?p=1201

A fine articolo troverete gli aggiornamenti in merito alla SB277 del mese di Luglio 2015.


tetyana

(Di seguito una interessante intervista condotta da Catherine Frompovich trascritta e pubblicata in tre parti.

“Caro Legislatore:

Il mio nome è Tetyana Obukhanych. Ho conseguito il dottorato di ricerca in Immunologia presso la Rockefeller University di New York, con formazione post dottorato presso la Harvard Medical School, Boston e la Stanford University in California.

Scrivo questa lettera nella speranza che correggerà alcuni preconcetti diffusi relativi vaccini al fine di aiutare a formulare una comprensione corretta ed equilibrata,supportata da nuove scoperte scientifiche.

  • I bambini non vaccinati rappresentano una minaccia maggiore per quelli vaccinati?

Si è spesso affermato che coloro che scelgono di non vaccinare i propri figli siano un pericolo per  il resto del pubblico.

E’ questa la logica dietro la maggior parte della legislazione per porre fine in modo coercitivo alla libertà di scelta. È necessario essere consapevoli che la natura di protezione offerto da molti vaccini moderni – e che comprende la maggior parte dei vaccini raccomandati dal CDC – non è coerente con tale dichiarazione.

Ho descritto di seguito i vaccini raccomandati, i quali non possono prevenire la trasmissione della malattia:

  1. perché non sono stati progettati per prevenire la trasmissione di infezioni (anzi, sono destinati a prevenire i sintomi della malattia);
  2. perché sono per le malattie non trasmissibili.

Le persone che non hanno ricevuto i vaccini indicati di seguito non costituiscono alcuna minaccia per la popolazione vaccinata, il che implica che la discriminazione nei confronti dei bambini non immunizzati in un ambiente scolastico pubblico, non può essere giustificata.

 

Senatore Pan

Senatore Richard Pan

 AGGIORNAMENTO FONTI 25 Aprile 2015

CHI SI CELA DIETRO LA FIGURA DEL SENATORE PAN?

  • http://www.jeffereyjaxen.com/blog/lobbyist-calling-the-shots-for-sb277-community-outpour-ignored
  • https://www.change.org/p/richard-pan-we-call-on-california-state-senator-dr-richard-pan-to-resign-from-his-position-due-to-his-vested-interests-in-profiting-from-merck-glaxosmithkline-and-literally-dozens-of-pharmaceutical-companies-and-the-conflict-of-interest-this-causes

Il Senatore, il dottor Richard Pan sembra avere dei personali conflitti d’interesse legati alla Merck, GlaxoSmithKline e a decine di aziende farmaceutiche.

California’s Mandatory Vaccinations Bill SB 277: Lobbyists Calling the Shots, Community Outpour Ignored

  • http://www.thefallingdarkness.com/2015/04/22/californias-mandatory-vaccinations-bill-sb-277-lobbyists-calling-the-shots-community-outpour-ignored/

 

Vaccino inattivo contro la poliomielite (IPV) 

  • IPV (vaccino antipolio inattivato) non può impedire la trasmissione del poliovirus (vedi appendice, Articolo # 1). Il Poliovirus selvaggio è stato inesistente negli Stati Uniti per almeno due decenni. Anche se poliovirus selvaggi dovessero essere contratti durante un viaggio, la vaccinazione contro la poliomielite con IPV, non può pregiudicare la sicurezza degli spazi pubblici. Si prega di notare che l’eradicazione del poliovirus selvaggio è stato attribuito all’uso del vaccino OPV. Pur essendo in grado di prevenire la trasmissione del poliovirus selvaggio, l’uso di OPV è stata abbandonata da tempo negli Stati Uniti e sostituito con la vaccinazione IPV per motivi di sicurezza.

Tetano

  • Il tetano non è una malattia contagiosa. Si contrae attraverso ferite profonde contaminate con delle spore di Clostridium tetani. La vaccinazione per il tetano (tramite la combinazione di vaccini DTaP) non può minare la sicurezza degli spazi pubblici; è destinato a rendere solo protezione personale.

Mentre lo scopo è di prevenire gli effetti patogeni della tossina difterica, il vaccino contro la difterite tossoide (anche contenuto nel vaccino DTaP) non è progettato per impedire la colonizzazione e la trasmissione del bacillo Corynebacterium diphtheriae .

La vaccinazione per la difterite non può modificare la sicurezza degli spazi pubblici; è destinato solo protezione personale.

PERTOSSE

La pertosse acellulare (aP) ed  il vaccino attualmente in uso negli Stati Uniti, ha sostituito l’intero vaccino antipertosse cellulare alla fine del 1990, cui seguì un’esplosione senza precedenti di casi di pertosse. Un esperimento con pertosse deliberata nei primati rivelato che il vaccino aP non è in grado di prevenire la colonizzazione e trasmissione di B. pertosse (vedi appendice per lo studio scientifico # 2).

La FDA ha emesso un avviso riguardo a questa scoperta fondamentale (di seguito fonte e astratto)

  1. FDA study helps provide an understanding of rising rates of whooping cough and response to vaccination
A new study is helping to provide a better understanding of vaccines for whooping cough, the common name for the disease pertussis. Based on an animal model, the study conducted by the U.S. Food and Drug Administration (FDA) and published November 25, 2013, in The Proceedings of the National Academy of Sciences, shows that acellular pertussis vaccines licensed by the FDA are effective in preventing the disease among those vaccinated, but suggests that they may not prevent infection from the bacteria that causes whooping cough in those vaccinated or its spread to other people, including those who may not be vaccinated..
  • http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm

Inoltre, la riunione 2013 del Consiglio dei consiglieri scientifici presso il CDC  ha rivelato dati allarmanti aggiuntivi che riguardano i ceppi della pertosse  (ceppi PRN-negativo) attualmente in circolazione negli Stati Uniti,i quali hanno acquisito un vantaggio selettivo (vedi appendice # 3).Questo significa che gli individui con sistema immunitario compromesso sono maggior rischio di infezione e questo è tutto un dire.

 

Senatore Steiner Hayward

Senatore Elizabeth Steiner-Hayward dell’Oregon,in linea con le richieste di Richard Pan

 

HAEMOPHILUS INFLUENZAE 

  • Tra i numerosi tipi di H. influenzae , il vaccino Hib copre solo il tipo b.Nonostante la sua unica intenzione di ridurre il contagio,l’introduzione del vaccino Hib ha inavvertitamente portato in circolo altri tipi di H.influenzae (tipi da A a F) (vedi appendice # punto 4). La popolazione generale è più vulnerabile alla malattia invasiva di quanto non fosse prima dell’inizio della campagna di vaccinazione Hib. La discriminazione nei confronti dei bambini che non sono vaccinati per Hib non ha alcun senso scientifico.

EPATITE B

  • L’epatite B è un virus ematico (si intende la penetrazione di virus proveniente da materiali biologici infetti.La trasmissione ematica avviene tramite contatto di sangue fra un individuo infetto e uno sano o attraverso agenti esterni come aghi, attraverso microlesioni difficilmente individuabili della cute o delle mucose)Essa non si diffonde in un ambiente comunitario, soprattutto tra i bambini, i quali difficilmente si impegnano in comportamenti ad alto rischio, come la condivisione di aghi o di sesso. Tramite la vaccinazione per l’epatite B, i bambini non possono alterare in modo significativo la sicurezza degli spazi pubblici. Inoltre, l’ammissione a scuola non è vietato per i bambini che sono portatori di epatite B cronica. Per impedire l’ingresso nelle scuole a coloro che non sono vaccinati – e anche non portatori di epatite B – costituirebbe una discriminazione irragionevole e illogica.

In sintesi, una persona che non è vaccinato contro l’ IPV, DTaP, HepB, e Hib per motivi di coscienza NON pone in alcun pericolo la popolazione vaccinata. Nessuna discriminazione è giustificata.

 

Come mai assistiamo a sempre più casi di eventi avversi dopo una profilassi vaccinale?

Si è spesso affermato che la vaccinazione comporta raramente  eventi avversi gravi.Purtroppo, questa affermazione non è supportata dalla scienza.

Un recente studio svolto in Ontario, Canada, ha stabilito una statistica; dopo la vaccinazione in realtà 1 bambino su 168  (entro i 12 mesi di età) finisce al pronto soccorso, e 1 su 730 (bimbi entro i 18 mesi ).

(vedi allegato Item # 5)

 

senatore Mullin

Senatore Kevin Mullin, Vermont


Può la discriminazione contro le famiglie che si oppongono per dei validi motivi, prevenire future epidemie di malattie virali trasmissibili, come il morbillo?

Morbillo

I Ricercatori sono da lungo tempo a conoscenza  dello studio a cui seguì un articolo dei Dottori Poland & Jacobson(1994) :

Failure to Reach the Goal of Measles Elimination: Apparent Paradox of Measles Infections in Immunized Persons.” Arch Intern Med 154:1815-1820:

“L’apparente paradosso è che, nonostante gli alti tassi di vaccinazione contro il morbillo nella popolazione, lo stesso diventa  una malattia delle persone immunizzate.” [2]

Ulteriori ricerche hanno stabilito che questo paradosso è dato da una frazione della popolazione chiamata LOW responder.

  • (chi sono i low responder in questo caso?   http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9141203 )
  • I Low-responder sono individui che non sviluppano anticorpi protettivi nonostante una completa profilassi vaccinale. Questi individui rispondono male ad una prima dose di vaccino, indebolendo il sistema immunitario, tornano rapidamente ad essere individui “suscettibili ” entro i 2-5 anni, pur essendo completamente vaccinati.[3]

Continuare in questo caso con la profilassi vaccinale non è corretto a causa della bassa reattività. Sembra essere un tratto immuno-genetico [4].

  • La percentuale di low responder tra i bambini è stimata del 4,7% negli Stati Uniti[5]

Studi dei focolai di morbillo (in Quebec, Canada, Cina) attestano che i focolai possano ancora accadere, anche quando la profilassi vaccinale è nella fascia più alta  (95-97% o anche il 99%, si veda l’appendice # 6 e 7).

Questo perché anche negli individui sani e che rispondono correttamente alla vaccinazione, gli anticorpi indotti dal vaccino vanno ad attenuarsi nel tempo. L’immunità conferita da un vaccino, non è uguale a quella acquisita tramite l’esposizione naturale.

E ‘stato documentato che le persone vaccinate che sviluppano il morbillo siano contagiose. In realtà, due grandi epidemie di morbillo nel 2011 (in Quebec, Canada, e di New York, NY) sono nate a causa di individui precedentemente vaccinati. [6] – [7]

Tutti questi dati, rendono evidente che l’eliminazione della libera scelta, attualmente utilizzata solo da una piccola percentuale di famiglie in ogni caso, non sarà né risolverà il problema della recrudescenza della malattia, né evitarà la reimportazione e i focolai di malattie precedentemente eliminate.

 

Il senatore Dianne Feinstein della California, sponsor della legislazione federale vaccino

Senatore Dianne Feinstein, California

È la discriminazione contro gli obiettori di coscienza l’unica soluzione praticabile?

La maggior parte dei casi di morbillo negli ultimi focolai statunitensi (tra cui la recente epidemia di Disneyland) riguardano adulti e bambini molto piccoli, mentre in epoca pre-vaccinazione, il morbillo si verificava principalmentenella fascia di età tra 1 e 15 anni. L’esposizione naturale al morbillo è stata seguita dall’ immunità permanente, mentre l’immunità conferita da un vaccino diminuisce nel tempo, lasciando gli adulti non protetti.

Nonostante le alte probabilità dell’ esposizione nell’era pre-vaccinazione, il morbillo non veniva quasi mai contratto prima di un anno di età,questo a causa del meccanismo di trasferimento di immunità materna.

La vulnerabilità dei bambini molto piccoli al morbillo oggi è il risultato diretto della campagna di vaccinazione di massa prolungata del passato, in cui le loro madri, sono state nell’infanzia vaccinate; questa la ragione per cui non sono state in grado di contrarre naturalmente questa malattia così come l’ immunità, e di trasmetterla alla loro prole.

I neonati ed altri soggetti vulnerabili o immunocompromessi, hanno diritto di ricevere immunoglobuline, una misura potenzialmente salva-vita che fornisce anticorpi diretti contro il virus per prevenire o migliorare la malattia in seguito all’esposizione (vedi appendice # 8).

In sintesi:

1) a causa delle proprietà dei vaccini moderni, gli individui non vaccinati non presentano alcun rischio maggiore di trasmissione della poliomielite, difterite, pertosse, e numerosi non-tipo b  di influenza,epatite B e il tetano non è trasmissibile a tutti;

2) vi è un rischio significativamente elevato di visite al pronto soccorso dopo gli appuntamenti di vaccinazione dell’infanzia attestante che la vaccinazione non è priva di rischi;

3) i focolai di morbillo non possono essere del tutto evitati, nonostante gli alti tassi di vaccinazione ed una completa profilassi; 

4) un metodo efficace per prevenire il morbillo ed altre malattie virali nei bambini che non possono essere vaccinati ( immunocompromessi, immunoglobuline) è disponibile per coloro che possono essere esposti a queste malattie. 

Nel loro insieme, questi quattro fatti indicano chiaramente che la discriminazione in un ambiente scolastico pubblico nei confronti dei bambini che non sono vaccinati per motivi di coscienza è del tutto ingiustificata in quanto non presenta alcun rischio per la salute pubblica. 

Cordiali Saluti,

Tetyana Obukhanych, PhD

 

Appendice

Articolo # 1. Il gruppo collaborativo Cuba IPV Study. (2007)

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17429085

La tabella che segue cita lo studio cubano sull’IPV.

The table below from the Cuban IPV study documents that 91% of children receiving no IPV (control group B) were colonized with live attenuated poliovirus upon deliberate experimental inoculation.  Children who were vaccinated with IPV (groups A and C) were similarly colonized at the rate of 94-97%.  High counts of live virus were recovered from the stool of children in all groups.  These results make it clear that IPV cannot be relied upon for the control of polioviruses.

 

chart poliomielite


Item # 2. Warfel et al. (2014)  I vaccini acellulari proteggono contro la malattia, ma non riescono a prevenire l’infezione e la trasmissione . Proc Natl Acad Sci USA  111: 787-92

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24277828

“Baboons vaccinated with aP were protected from severe pertussis-associated symptoms but not from colonization, did not clear the infection faster than naïve [unvaccinated] animals, and readily transmitted B. pertussis to unvaccinated contacts. By comparison, previously infected [naturally-immune] animals were not colonized upon secondary infection.”

  • Articolo # 3. Riunione del Consiglio dei consiglieri scientifici, Ufficio di Malattie Infettive, Centers for Disease Control and Prevention, Tom Harkins Global Communication Center, Atlanta, Georgia, 11-12 dicembre 2013
  • http://www.cdc.gov/maso/facm/pdfs/BSCOID/2013121112_BSCOID_Minutes.pdf

Ritorno/Focolai di Pertosse (p.6)

“Findings indicated that 85% of the isolates [from six Enhanced Pertussis Surveillance Sites and from epidemics in Washington and Vermont in 2012] were PRN-deficient and vaccinated patients had significantly higher odds than unvaccinated patients of being infected with PRN-deficient strains.  Moreover, when patients with up-to-date DTaP vaccinations were compared to unvaccinated patients, the odds of being infected with PRN-deficient strains increased, suggesting that PRN-bacteria may have a selective advantage in infecting DTaP-vaccinated persons.”

Item # 4. Rubach . et al (2011)

  • L’aumento dell’incidenza di  Haemophilus influenzae . Utah, Stati Uniti d’America Emerg Infect Dis 17: 1645-1650
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21888789

Il grafico qui sotto mostra il numero di casi invasivi di H. influenzae(tutti i tipi) in Utah nel decennio di vaccinazione dei bambini per Hib.

 

Chart Hib

Articolo # 5. Wilson et al. (2011)

  • Gli eventi avversi seguenti alle vaccinazioni di 12 e 18 mesi:  PLoS One 6: e27897
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22174753

“Four to 12 days post 12 month vaccination, children had a 1.33 (1.29-1.38) increased relative incidence of the combined endpoint compared to the control period, or at least one event during the risk interval for every 168 children vaccinated.  Ten to 12 days post 18 month vaccination, the relative incidence was 1.25 (95%, 1.17-1.33) which represented at least one excess event for every 730 children vaccinated.  The primary reason for increased events was statistically significant elevations in emergency room visits following all vaccinations.”.

Articolo # 6. De Serres et al . (2013)

  • L’Epidemia di morbillo epidemia più grande del Nord America in un decennio, Quebec, Canada, 2011:. apporto di suscettibilità

J Infect Dis 207: 990-98

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23264672

“The largest measles epidemic in North America in the last decade occurred in 2011 in Quebec, Canada.”

“A super-spreading event triggered by 1 importation resulted in sustained transmission and 678 cases.”

“The index case patient was a 30-39-year old adult, after returning to Canada from the Caribbean.  The index case patient received measles vaccine in childhood.”

“Provincial [Quebec] vaccine coverage surveys conducted in 2006, 2008, and 2010 consistently showed that by 24 months of age, approximately 96% of children had received 1 dose and approximately 85% had received 2 doses of measles vaccine, increasing to 97% and 90%, respectively, by 28 months of age.  With additional first and second doses administered between 28 and 59 months of age, population measles vaccine coverage is even higher by school entry.”

“Among adolescents, 22% [of measles cases] had received 2 vaccine doses.  Outbreak investigation showed this proportion to have been an underestimate; active case finding identified 130% more cases among 2-dose recipients.”

 

Articolo # 7. Wang et al . (2014)

  • Difficoltà per l’eliminazione del morbillo,della rosolia e parotite: uno studio trasversale

PLoS One 9: e89361

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24586717

“The reported coverage of the measles-mumps-rubella (MMR) vaccine is greater than 99.0% in Zhejiang province.  However, the incidence of measles, mumps, and rubella remains high.”

Articolo # 8. Immunoglobulina Handbook, Health Protection Agency

  • http://webarchive.nationalarchives.gov.uk/20140714084352/http://www.hpa.org.uk/webc/HPAwebFile/HPAweb_C/1242198450982

Aggiornamento Fonti Agosto 2015

Oltre la SB 277 la vaccinazione coercitiva riguarda anche il Papillomavirus umano.

Un parlamentare americano ha protestato contro LA VACCINAZIONE coercitiva nelle scuole per il Papillomavirus umano.
Si chiama Justin Price il parlamentare che chiede al Dipartimento della Salute dello Stato del Rhode Island di annullare l’obbligo della vaccinazione contro l’HPV per gli studenti delle scuole superiori.

Il Ministero della Salute ha recentemente aggiunto la vaccinazione contro l’HPV alla lista delle obbligatorie per i ragazzi che frequentano la scuola secondaria.

“Ci tengo a chiarire questa particolare richiesta per una serie di motivi. Molti dei miei elettori hanno espresso grandissima preoccupazione per il comportamento avuto dallo Stato,ovvero quello di procedere in maniera obbligatoria e coercitiva alla suddetta vaccinazione.
La decisione spetta ai genitori. Escludere i bambini dalla scuola per aver rifiutato la profilassi vaccinale, lede i diritti fondamentali dell’uomo”.
Fonte di seguito
http://www.initiativecitoyenne.be/…/un-depute-americain-s-i…


 

RIFERIMENTI,FONTI E ALLEGATI

  • [1] http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm376937.htm
  • [2] http://archinte.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=619215
  • [3] Poland (1998) Am J Hum Genet 62: 215-220
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9463343
  • I responders [4]
  • [5]  LeBaron . et al (2007) Arch Pediatr Adolesc Med 161: 294-301
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17339511
  • [6] De Serres et al . (2013) J Infect Dis 207: 990-998
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23264672
  • [7] Rosen et al. (2014) Clin Infect Dis 58: 1205-1210
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24585562

Aggiornamento fonti Luglio 2015.

VACCINAZIONE COERCITIVA IN CALIFORNIA

  • http://www.microsofttranslator.com/BV.aspx?ref=IE8Activity&a=http%3A%2F%2Fwww.naturalnews.com%2F050306_SB_277_mandatory_vaccination_homeschooling.html
Share

“Vaccinazioni,conoscete i rischi”? Il messaggio del NVIC su Times Square; basta con la vaccinazione coercitiva!

QUANDO LA POLITICA E LA MEDICINA SI FONDONO ASSIEME

***In questi giorni dilaga il panico e la paura distribuita dalle molte notizie sulle varie ed eventuali disposizioni di legge, che andrebbero a minare l’autorità genitoriale e la libertà di cura. Le fonti sono innumerevoli e stiamo assistendo alla pazzia collettiva federale di molti senatori e politici, i quali negano la libertà calpestando i diritti di ogni essere umano.Tutto ciò non è possibile***

  • QUANDO SI METTONO LE MANI IN PASTA OVUNQUE.
  • RICORDIAMO A TAL PROPOSITO QUESTO PRECETTO A CUI SI DOVREBBE GIURARE LA PROPRIA FEDELTA’.
  • QUESTA FEDELTA’ A CUI MOLTI CAMICI HANNO RINUNCIATO,PROSEGUENDO PER UNA STRADA DIVERSA.
  • LA STRADA MEDICA E POLITICA DA SEMPRE UNA COSA UNICA.
  • IL PRINCIPIO CARDINE DELLA MEDICINA È QUELLO DI “PRECAUZIONE” IN BASE AL QUALE, DI FRONTE ALL’IMPOSSIBILITÀ DI ESCLUDERE LA DANNOSITÀ DI UN FARMACO O DI UN INTERVENTO, IL MEDICO CI SI DOVREBBE ASTENERE;
    PRINCIPIO CHE NEGLI ULTIMI DECENNI È STATO ABBANDONATO PER SEGUIRE QUELLO – PER LORO ASSOLUTAMENTE PRIORITARIO – DEL PROFITTO.. (non per tutti,ovviamente)

non nocere

Coercizioni? basta! Grazie alla campagna portata avanti dal National Vaccine Information Center

welcome-to-reality

 

Aggiornamento fonti situazione politica “sb 277”

California Entertainment Industry Leads Nation on Vaccine Choice – Why are They not Speaking out on SB277?

  • http://vaccineimpact.com/2015/california-entertainment-industry-leads-nation-on-vaccine-choice-why-are-they-not-speaking-out-on-sb277/

 

“No alle coercizioni sulla vaccinazione”

Questo il messaggio sponsorizzato dal National Vaccine Information Center a New York Times Square, Philadelphia e New Jersey

 14 apr 2015

WASHINGTON – Difendere i diritti del consenso informato in America? Ci pensa il National Vaccine Information Center (NVIC) il quale sta sponsorizzando un messaggio, per una scelta informata in Times Square di New York City e sulle principali autostrade della Pennsylvania e New Jersey.

In questi stati procede come per due anni fa,la campagna di informazione e di sensibilizzazione  pubblica del NVIC,accompagnata da cartelloni e autobus negli stati del Colorado, Vermont, New Hampshire, Washington, Oregon, Arizona, Illinois, Georgia, New York e Texas nel 2013 e 2014.

“I vaccini sono prodotti farmaceutici che comportano un rischio di danno; i produttori di vaccini e medici sono completamente protetti da tale responsabilità civile.”

Il messaggio “No alla vaccinazione coercitiva” è visualizzato su schermo digitale in Times Square; a Filadelfia e nel New Jersey. La portata settimanale di visualizzazione del messaggio di NVIC è di 12 milioni di persone.

Trentennale il lavoro di educazione informativa su tale argomento portato avanti dal NVIC e dai tutti i suoi attivisti di Washington, Oregon, Maryland e North Carolina, i quali si sono battuti per eliminare le esenzioni da vaccino .

POLITICA? CHE MOMENTO E’ MAI QUESTO? 

La California è attualmente in lavorazione su un disegno di legge (SB277) che costringerebbe ogni bambino alla pratica vaccinale. Qualora i genitori non riuscissero a trovare un medico che  dia l’esenzione, coloro che non rispetteranno tale coercizione vedranno negarsi il diritto all’istruzione (pubblica o privata).

***A NOSTRO AVVISO QUESTO E’ MOLTO GRAVE***

Sponsor del disegno di legge, è il pediatra Richard Pan, MD.

  • ECCO A VOI DI SEGUITO LA COMMISSIONE E LE AUDIZIONI ACCENNATE PRECEDENTEMENTE
  • http://calchannel.granicus.com/MediaPlayer.php?view_id=7&clip_id=2716

“Le leggi per una vaccinazione forzata e perciò coercitiva,sono una violazione dei diritti civili e umani, un attacco ai valori fondamentali e alle credenze che gli americani hanno onorato”

Il Bill of Rights è stata rettificato nella Costituzione degli Stati Uniti nel 1791, ha dichiarato Barbara Loe Fisher,co-fondatore e presidente dell’NVIC .

Dai 51 casi di morbillo identificati a Disneyland, California ai primi di gennaio 2015, più di 100 le richieste di aiuto,di informazione combattute legalmente dal NVIC (fonte di seguito).

Alcune delle proposte di legge rimuoverebbero non solo il diritto della prescrizione dell’esenzione da parte dei medici,ma anche limitare le esenzioni mediche per controindicazioni federale approvate; richiedere alle scuole di postare pubblicamente i tassi di esenzione del vaccino; e negare l’occupazione per gli insegnanti e tutto il personale della scuola in grado di mostrare la prova della vaccinazione.

  • ***Il portale giuridico legale***

Raggiungere e proteggere il diritto al consenso informato per la vaccinazione è oggi più importante che mai, e abbiamo bisogno del vostro aiuto per realizzare questo obiettivo. E ‘a livello statale che le politiche di vaccinazione di massa vengon fatte,ed è a livello nazionale, dove la vostra azione per proteggere i vostri diritti può avere il maggiore impatto.Inoltre, quando si verificano problemi di reazioni e danni da vaccini, sarete aiutati.

Welcome to the NVIC Advocacy Portal (NVICAP)

  • https://nvicadvocacy.org/members/Home.aspx

“” I medici non possono prevedere gli eventuali danni e danneggiati da vaccinazione,per questo motivo molti rifiutano tutto ciò.Se si abbandona il diritto umano attraverso il consenso informato,lasciando i medici indenni dall’assunzione di rischi, gli americani possono essere sfruttati da una società senza responsabilità ma con il potere di costrizione anche sull’acquisto e uso dei loro prodotti “, ha dichiarato Fisher.”

Negli ultimi tre mesi, i media hanno manipolato le informazioni sfruttando la paura attraverso il terrorismo psicologico (vedi fonte seguente). La lotta del cittadino per una libertà sanitaria giusta e personale senza coercizione,arriva in un momento in cui i funzionari della sanità federali hanno annunciato un Piano Nazionale di Immunizzazione, per monitorare elettronicamente lo stato vaccinale di tutti gli adulti e di coinvolgere i datori di lavoro, chiese e altri gruppi privati ​​per aumentare l’uso  dei vaccini raccomandati.

Questa può esser chiamata “oppressione”?

Allegati

  • http://www.nvic.org/NVIC-Vaccine-News/March-2015/the-vaccine-culture-war-in-america-are-you-ready.aspx
  • La guerra cultura vaccino in America: Sei pronto?

    di Barbara Loe Fisher


“Una manciata di casi di morbillo nella nostra popolazione formata da 317 milioni di persone, non giustifica la coercizione, la discriminazione e la punizione di una minoranza di cittadini che si oppone alle politiche sanitarie del governo, che non rispettano la biodiversità o le credenze religiose e di coscienza”  ha dichiarato Fisher.

Il National Vaccine Information Center (NVIC) è stato fondato nel 1982 per prevenire i danni e i decessi da vaccino attraverso l’istruzione pubblica. Un’organizzazione  non-profit ed educativa; l’NVIC sostiene una libera informazione, la registrazione e la segnalazione alle disposizioni sulla sicurezza del vaccino della Legge Nazionale del 1986( fonte di seguito).

  • National Childhood Vaccine Injury Act of 1986
  • http://www.nvic.org/Vaccine-Laws/1986-Vaccine-Injury-Law.aspx

RICORDIAMO LA GRANDE BATTAGLIA PORTATA AVANTI DAL NVIC

Nel 2015, il National Vaccine Information Center ha portato avanti la sua battaglia di sensibilizzazione contro la coercizione delle vaccinazioni.

Come?

Diversi i cartelloni informativi sulla scia della campagna informativa partita nel 2013 per sostenere la consapevolezza dei rischi del vaccino e il diritto di esercitare, consenso informato volontario per la vaccinazione.

Messaggio di NVIC su Times Square Jumbotron

Campagna NVIC Vaccine Education

 Durante il mese di aprile 2013, il messaggio dell’NVIC sul  “conoscere i rischi e fallimenti” è stato protagonista della campagna educativa proposta e visualizzata in diverse città (Austin, Texas,Portland, OR, Olympia, WA, Phoenix e Tucson, AZ e Chicago)


 PORTARE AVANTI LA LIBERA INFORMAZIONE: NULLA DI PIU’ GIUSTO!

***di seguito astratti e fonti di riferimento***

VACCINAZIONI: conoscere i rischi

Come il primo vaccino per il vaiolo, ogni vaccino raccomandato oggi dai funzionari sanitari del governo e le associazioni di categoria medici comporta un rischio di complicanze. 9 10 11 12 13  

 

NVIC cartelloni su New Jersey Turnpike

NVIC Denver Bus annuncio
Il Direttore dell’ NVIC del Colorado,Cindy Loveland 


Vi è un ampio spettro di complicanze vaccino, identificate e riconosciute nella letteratura medica, dall’Istituto di Medicina (IOM), dall’Accademia Nazionale delle Scienze, tra cui 14 15 16 17 18      

  • Infiammazione del Cervello  /  Encefalopatia
  • Disfunzione cronica del sistema nervoso
  • Anafilassi
  • Convulsioni febbrili
  • Sindrome di Guillain Barre (GBS)
  • Brachiale neurite;
  • Artrite acuta e cronica
  • Trombocitopenia
  • Il vaiolo, la poliomielite, il morbillo e la varicella zoster infezioni da ceppo vaccinale
  • Morte (vaiolo, la poliomielite e il morbillo vaccino)
  • Shock e “stato di shock insolito”
  • Pianto inconsolabile
  • Sincope
  • Deltoide Borsite

Suscettibilità individuale e reazioni ai Vaccini

Nel 2012, l’OIM ha pubblicato un rapporto sugli effetti avversi dei vaccini: Evidenza e causalità, 19  riconoscendo i molteplici fattori di rischio elevati e  non ancora identificati dalla scienza medica che possono aumentare la “suscettibilità individuale” per le reazioni ai vaccini 20 .   

Lacune nelle conoscenze sui singoli Rischi 

Nel 2013, l’OIM ha pubblicato un altro rapporto, sull’Immunizzazione dell’infanzia,Schedule e Sicurezza: preoccupazioni delle parti interessate, prove scientifiche e studi futuri, 21 e ha dichiarato non ci sono lacune significative nella conoscenza scientifica sui bambini, che sono biologicamente a più alto rischio di danni.  22            

 Vaccino Schedule

Il comitato IOM, che ha esaminato la sicurezza del programma vaccinale dell’infanzia attualmente raccomandato, ha scoperto che lo stesso, non è stato completamente valutato scientificamente. 23           

 

Questioni in sospeso sui vaccini e sulle malattie croniche

A causa della mancanza di sufficienti studi metodologicamente  condotti e pubblicati nella letteratura medica, il comitato IOM  era in grado di determinare una correlazione con lo sviluppo dei seguenti disturbi del sistema immunitario e disabilità nei bambini: 24   

  • asma;
  • atopia;
  • allergia;
  • autoimmunità;
  • autismo;
  • disturbi di apprendimento;
  • disturbi della comunicazione;
  • disturbi dello sviluppo;
  • disabilità intellettiva;
  • disturbo dell’attenzione;
  • dirompente disturbo del comportamento;
  • tic e sindrome di Tourette;
  • convulsioni;
  • convulsioni febbrili e
  • epilessia.

Identificare danni e reazioni post-vaccino

Se i sintomi elencati di seguito si verificano nelle ore, giorni o settimane dopo la vaccinazione, è molto importante contattare immediatamente un medico:

  • pronunciato gonfiore arrossamento, calore o indurimento al sito di iniezione che continua per giorni o settimane;
  • eruzioni cutanee corpo o orticaria;
  • crisi/attacchi / crollo;
  • insensibilità, sonno profondo prolungato;
  • urla e pianto inconsolabile (possono includere curvatura della schiena);
  • febbre alta
  • difficoltà respiratorie;
  • contrazioni o spasmi del corpo, braccia, gambe o la testa;
  • laminazione ;
  • dolore alla testa o dolore al collo;
  • dolore articolare o debolezza muscolare;
  • invalidante stanchezza;
  • perdita di memoria e di abilità mentali;
  • paralisi di qualsiasi parte del corpo;
  • cambiamenti nel sonno / veglia modello e cambiamenti di personalità drammatici;
  • mancanza di contatto visivo o ritiro sociale
  • perdita della capacità di rotolare, sedersi o alzarsi
  • sfregamento, dondolo, spinning;
  • insorgenza di problemi cronici all’orecchio  o problemi respiratori (asma compresa);
  • diarrea grave / persistente o costipazione cronica;
  • eccessiva ecchimosi, sanguinamento o anemia
  • altra grave perdita di benessere fisico, mentale o emotivo

Gravi complicazioni della vaccinazione possono portare a danni permanenti o la morte. Assicurarsi che tutti i problemi di salute, ricoveri e infortuni che si verificano dopo la vaccinazione vengano inseriti in cartelle cliniche permanenti e che le copie scritte siano conservate dalla persona vaccinata o genitore / tutore di quella persona.


Per saperne di più su come riconoscere i sintomi di reazione vaccino e le complicazioni associate con le 17 differenti vaccini raccomandati dal CDC e associazioni di categoria medica.

***BASTA SILENZIO E BASTA DIFENDERE L’INDIFENDIBILE***

National Childhood Vaccine Injury Act of 1986

Nel 1986, il Congresso approvò questa legge. 25 

Creata e approvata dal Congresso in risposta alle pressioni da parte dell‘industria farmaceutica e dalle associazioni mediche di categoria, per responsabilizzare i precedenti senza omettere le proprie negligenze su eventuali danni, lesioni e decessi causati dalla vaccinazione raccomandata a livello federale.

. La legge, che ha riconosciuto i danni da vaccino,anche gravi,ha creato un programma federale per il risarcimento danni (VICP). 26  

Solo nel 2013, il VICP è riuscito ad ottenere indennizzi pari a  più di 2,6 miliardi dollari assegnati ai danneggiati e alle loro famiglie; tuttavia due su tre domande di risarcimento per lesioni da vaccino, vengono respinte.

Gli eventi avversi e il sistema di farmacovigilanza (VAERS)

I co-fondatori di NVIC garantiscono l’informazione, seguoendo da vicino il sistema di farmacovigilanza secondo la legge del 1986.

Secondo la legge federale, i medici e tutti i fornitori di vaccini negli Stati Uniti hanno l’obbligo di:

  1. Fornire informazioni sui rischi prima della vaccinazione;
  2. Tenere un registro permanente di tutte le vaccinazioni somministrate, compreso il numero e il nome del vaccino (lotti);
  3. registrazioni di Reazioni e danni avvenuti dopo la vaccinazione;
  4. Fare un rapporto al Sistema di raccolta dati (VAERS) sugli eventuali eventi avversi;

Si stima che solo tra l’uno e il 10 per cento di tutti gli eventi avversi del vaccino siano riportati al VAERS. 28 29  .

Se un medico o un altro fornitore di vaccini si rifiuta di fare un report sugli eventi avversi da vaccino VAERS, la persona o la famiglia della persona, che ha subito un grave problema di salute dopo la vaccinazione, potrà direttamente segnalare al VAERS.

 

VACCINAZIONI: PREVENZIONE 

Dopo che fu approvata la legge del 1986, c’era meno enfasi sulla prevenzione. Diversi i danni e le reazioni susseguite dopo la vaccinazione contro la pertosse. 32 33 34

VACCINAZIONI: CONOSCONO I FALLIMENTI 

I vaccini possono fornire l’immunità temporanea,tuttavia sappiamo bene che VACCINARE NON EQUIVALE AD IMMUNIZZARE

I Vaccini contro la pertosse,l’influenza e il MMR sono tre esempi. I bambini vaccinati possono trasmettere la pertosse, l’influenza ed altre infezioni ad altri individui.

***Come al solito,si sfata il mito dei focolai tra i vaccinati.***

 

FONTI DISPONIBILI PER APPROFONDIRE

  • La Pertosse  36 37 41

 

Nel 2012, il 95% dei bambini che iniziano l’asilo negli Stati Uniti aveva ricevuto quattro o cinque dosi di vaccini contenenti pertosse 38 e nel 2011 quasi l’80% degli adolescenti aveva ottenuto . una dose di richiamo ( la sesta)per la pertosse (Tdap) dopo 10 anni 39 .

Nel 2012, i funzionari del CDC hanno dichiarato che gli individui NON vaccinati “non alimentano le grandi epidemie” di pertosse negli Stati Uniti .40

Vaccino antinfluenzale

“Sfortunatamente, alcune persone possono contrarre con il virus dell’influenza nonostante la vaccinazione. La protezione fornita dalla vaccinazione antinfluenzale può variare notevolmente, basata in parte su salute, età ed altri fattori”. – Centers for Diseases Control (2013) 42 43   


Sintomi di influenza : Ci sono due tipi di influenza principali ( A e B) e i sintomi possono includere febbre, brividi, mal di gola, stanchezza, muscolari e dolori muscolari, tosse, diarrea e vomito che può durare per più di una settimana. Gravi complicazioni dell’influenza includono disidratazione, infezioni all’orecchio, bronchite, polmonite e  morte. [44]  

MMR: Focolai tra i Vaccinati

Nel corso degli ultimi 15 anni, ci sono stati focolai di parotite negli Stati Uniti e in altri paesi con popolazioni completamente vaccinate che hanno ricevuto le due dosi  di vaccino MMR. 45 46

Nel 2011-2012, il 95% dei bambini che iniziano l’asilo negli Stati Uniti ricevono le due dosi di MMR 47 , e nel 2011, circa il 90% degli adolescenti riceve due dosi  di MMR. 48   


 

Il Discorso di Laura Hayes sui diritti dei genitori e sulla tirannia medica.

  • COS’è  sb277?
  • http://www.sb277.org/

Ecco la trascrizione:

Laura Hayes Rally Discorso  SB 277, 8 Aprile 2015

Oggi è un giorno molto triste nella storia della California. Oggi è un giorno in cui abbiamo dovuto pubblicamente contrastare la tirannia medica e  lottare per ciò che è il nostro diritto; il diritto di decidere sulla nostra salute e quella dei nostri bambini. Noi abbiamo il diritto di sapere cosa inoculiamo nel nostro corpo e in quello dei nostri figli.

E’ un nostro diritto sapere e noi lo dobbiamo difendere.

Come si è arrivati ​​a questo? vaccinazione coercitiva condecine di vaccini … da medici e infermieri che hanno giurato di  “non nuocere” .Come si è arrivati ​​aquesto?

*fonte di seguito*

http://www.ageofautism.com/2015/04/laura-hayes-speech-on-parental-rights-and-medical-freedom-california-sb277-.html


 

LA REALTA’ E’ FORMATA DAI DATI DI FATTO,QUELLI REALI.

NON LASCIAMOCI TRASPORTARE DA PETTEGOLEZZI. DIFENDIAMO IL NOSTRO DIRITTO ALLA CURA,ALLA SALUTE ED ALL’ISTRUZIONE.

NESSUN RICATTO PUO’ PORTARE AL BENE DELL’UMANITA’,NESSUNO.

LA MANIPOLAZIONE DELLE TESTE?

L’OMISSIONE DI DATI DAI VERTICI?

L’INFORMAZIONE E’ UN NOSTRO DIRITTO,LE CURE ANCHE PER QUESTO MOTIVO,DIFENDIAMO CI’ CHE E’ NOSTRO.

03686_tv_programmazione_mentale


 

Clicca per vedere ed accedere Riferimenti

  • FONTE PERVENUTA DAL NVIC
  • http://www.enhancedonlinenews.com/news/eon/20150414005689/en/NVIC/National-Vaccine-Information-Center/Barbara-Loe-Fisher

ALLEGATI

Focolai tra i vaccinati.Una intera sezione

Influenza. Una intera sezione dedicata

Vaccini grafici e storia.Il calo della mortalità non è correlato alla vaccinazione!

Share

HERD IMMUNITHY O IMMUNITA’ DI GREGGE, ESISTE?

L’immunità di gregge esiste realmente?

IMMUNITà BELLAI Sostenitori della vaccinazione di massa si basano sull’immunità di gregge. Ma esiste?


Coppa Cracked

***AGGIORNAMENTO FONTI GIUGNO 2015 ***

  • http://www.naturalnews.com/049007_Robert_Rowen_Vaccine_Worl…
  • http://www.naturalnews.com/050099_herd_immunity_vaccination_russell_blaylock.html

vaccino

Il Dr. Robert Rowen rivela la verità sui vaccini

Learn more: http://www.naturalnews.com/049007_Robert_Rowen_Vaccine_World_Summit_immunizations.html#ixzz3XTeleaUe

“IMMUNITA’ DI GREGGE”

La scienza imperfetta e i fallimenti della vaccinazione.

La parola al Dr Suzanne Humphiries,MD.

suzanne6565656

  • http://www.vaccinationcouncil.org/2012/07/05/herd-immunity-the-flawed-science-and-failures-of-mass-vaccination-suzanne-humphries-md-3/

 

“Quando i tassi di vaccinazione sono molto alti, come lo sono ancora nella nazione nel suo insieme, ognuno è protetto”, ha spiegato USA Today in un recente editoriale intitolato “Vaccino,salute a rischio”.

“Questa ‘immunità di gregge’ protegge i più vulnerabili, compresi coloro che non possono essere vaccinati per ragioni mediche, bambini troppo piccoli per essere vaccinati e le persone su cui il vaccino non funziona.

Il concetto di “immunità di gregge”  materializzato nel 1930, quando la Johns Hopkins University Arthur Hedrich scoprì che, dopo la contrazione del morbillo del 55% della popolazione di Baltimora  (e quindi l’immunità al morbillo), il resto della popolazione, o “branco”, è diventata protetta. Questo concetto fornisce le odierne motivazioni, per insistere che tutti siano vaccinati.

ALLEGATI

Secondo teorie dellimmunità di gregge la diffusione del morbillo avrebbe dovuto far si con l’abbassamento delle coperture vaccinali far esplodere numerose epidemie mettendo a rischio l’intera popolazione nazionale dal terribile morbillo. Invece dopo due anni di cali vaccinali cosa abbiamo dopo 4 mesi nel 2015? 19 casi di morbillo su 60mln di abitanti…Il 40% aveva uno stato vaccinale conosciuto.

(2 aprile 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di marzo 2015
Nel mese di febbraio 2015, sono stati segnalati 19 casi di morbillo da 9 Regioni. L’età mediana dei casi è stata pari a 21 anni (range: 1-78 anni).

Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di febbraio 2015, sono stati segnalati 4 casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di marzo 2015 di Morbillo & Rosolia News (bollettino, pdf 1,5 Mb).

  • http://www.epicentro.iss.it/…/bolletti…/R&M_News_2015_13.pdf

Lo stato vaccinale è noto per il 93,9% dei casi, di cui il 58,1% era non vaccinato, il 35,5% aveva effettuato
una sola dose, e il 6,4% aveva effettuato due dosi.
Quattro casi (12,1%) sono stati ricoverati e 6 (18,2%) hanno richiesto una visita al pronto soccorso.
Sei casi (18,2%) hanno riportato almeno una complicanza; di questi, 2 ne hanno riportato due o più.
Le complicanze riportate includono 3 casi di stomatite, 2 casi di polmonite, 2 di diarrea e 1 “altra
complicanza”.


  • USA DATI CONTRADDITTORI SUL RAPPORTO VACCINI/MALATTIE

Il Council on Foreign Relations (CFR) ha recentemente pubblicato una mappa delle malattie che pretenderebbe di dimostrare che i focolai dimalattia sono addebitabili ai non vaccinati.
In realtà, però, i media tradizionali, come PBS non si sono accorti che la mappa del CFR mostra come i più alti focolai di malattia si abbiano proprio nelle popolazioni più vaccinate.

  • http://www.omsj.org/corruption/cfrmap

I funzionari della sanità pubblica conoscono la verità: i soggetti vaccinati di recente sono correlati alla diffusione della malattia

(GLOBE NEWSWIRE ) Washington , DC , 3 marzo 2015 –

I medici e i funzionari della sanità pubblica sono a conoscenza che gli individui vaccinati di recente possono diffondere la malattia e che il contatto con le persone immunodepresse può essere molto pericoloso. A tal proposito, la Guida per i pazienti dell’ospedale Johns Hopkins in caso di immunodepressione raccomanda di “evitare il contatto con i bambini che sono stati vaccinati di recente” e di “chiedere agli amici e ai parenti che sono malati o che sono stati vaccinati da poco con un vaccino a virus vivi (come la varicella , il morbillo, la rosolia , l’influenza intranasale , la poliomielite e il vaiolo ) di non fargli visita.

Una dichiarazione sul sito web dell’ospedale di St. Jude mette in guardia i genitori di bambini sottoposti a terapia oncologica affinché non permettano di far visita ai loro figli alle persone che hanno ricevuto il vaccino orale per la polio o quello per il vaiolo nelle ultime quattro settimane, il vaccino antinfluenzale nasale nell’ultima settimana , o con eruzioni cutanee a seguito del vaccino contro la varicella o MMR ( morbillo , parotite , rosolia ).

“La sanità pubblica incolpa I bambini non vaccinati per l’epidemia di morbillo di Disneyland, ma la malattia potrebbe altrettanto facilmente esser stata provocata dal contatto con un individuo vaccinato di recente”, dice Sally Fallon Morell, presidente della Fondazione Western A. Price. La fondazione promuove una dieta salutare, uno stile di vita privo di sostanze tossiche e libertà di scelta per genitori ed i loro bambini. “Le prove indicano che individui vaccinati di recente dovrebbero esser messi in quarantena al fine di proteggere la popolazione”

L’evidenza scientifica dimostra che individui vaccinati con vaccini a virus vivi, come il MPR (morbillo, parotite e rosolia), rotavirus, varicella, herpes zoster e influenza possono diffondere il virus per molte settimane o mesi ed infettare vaccinati e non vaccinati, nello stesso modo.

Inoltre, I vaccinati possono essere portatori di malattie nel cavo naso-faringe e infettare altre persone seppur senza presentarne i sintomi.

Entrambi, vaccinati e non vaccinati, sono a rischio esposizione da parte di chi è stato vaccinato recentemente. I fallimenti vaccinali sono diffusi; l’immunità indotta dal vaccino non è permanente e recenti epidemie di malattie come la pertosse, parotite e morbillo, hanno avuto luogo in popolazioni completamente vaccinate[16] [17]. Chi riceve il vaccino antinfluenzale diventa più suscettibile ad infezioni future dopo vaccinazioni ripetute

Adulti hanno contratto la polio da bambini vaccinati da poco. Un padre di Staten Island è finito sulla sedia a rotelle dopo aver contratto la polio mentre cambiava il pannolino a sua figlia. Nel 2009 una sentenza ha stabilito l’assegnazione di 22.5 milioni di dollari

“Iil fallimento vaccinale e il non voler riconoscere che i vaccini a virus vivi possono diffondere la malattia hanno provocato un aumento di epidemie di malattie infettive sia in individui non vaccinati che vaccinati” sostiene Leslie Manookian, produttrice di The Greater Good.

“Il CDC dovrebbe istruire I medici che somministrano I vaccini ad informare I propri pazienti riguardo i rischi che chi si è vaccinato da poco fa correre al resto della popolazione”

Stando alla Fondazione Weston A.Price, la migliore protezione contro le malattie infettive è un sistema immunitario in salute, supportato da un adeguato apporto di vitamina A e vitamina C. Bambini ben nutriti si riprendono facilmente da malattie infettie e raramente sviluppano complicazioni.

Il numero delle morti per morbillo è diminuito da 7575 nel 1920 (10,000 per anno negli anni 10 del secolo scorso) ad una media di 432 per anno dal 1958-1962. Il vaccino venne introdotto nel 1963. Tra il 2005 ed il 2014, non si sono stati decessi da morbillo negli stati uniti e 108 decessi riferitia seguito del vaccino MPR.

Fonte

  • http://www.cnbc.com/id/102473744

  • Scomode verità scientifiche riguardanti la notizia relativa all’epidemia di morbillo presso il parco divertimenti Disneyland negli Stati Uniti che rimbalza dal 14 gennaio 2015 in tutto il mondo.
    http://www.nvic.org/…/measles-in-disneyland-third-mmr-shot-…
  • Nell’articolo viene evidenziato cosa riporta il foglietto illustrativo del vaccino VARIVAAfraid of the Disneyland measles outbreak? Don’t be fooled by Mickey Mouse science – READ THIS FIRST

UN ESEMPIO DI FOCOLAI?

STUDIO – AUMENTO DI CASI DI PERTOSSE CON L’ATTUALE VACCINO
Nel 2012 negli Stati Uniti si è verificato il maggior numero di casi di pertosse dal 1955.

  • http://www.abc.net.au/science/articles/2015/…/24/4222316.htm

I Focolai di morbillo si verificano anche quando la popolazione vaccinata supera il 95%.

Nel novembre 1966, annunciando un programma di vaccinazione di massa per il morbillo, l’US Public Health Service, ha annunciato che “L’uso efficace di questi vaccini durante il prossimo inverno e la primavera dovrebbe assicurare l’eradicazione del morbillo dagli Stati Uniti nel 1967. ”

Quando il morbillo non è riuscito ad essere eradicato,gli esperti di salute pubblica, hanno deciso che un tasso di vaccinazione del 70% o il 75% avrebbe assicurato l’immunità del gregge.Quando questo si è rivelato sbagliato, il numero magico è salito al 80%, 83%, 85%,e successivamente il 90%,poi diventato 95%, secondo un rapporto Health Services Research 2001.

Ma anche questo era insufficiente – I focolai di morbillo si verificano anche quando la popolazione vaccinata supera il 95%, portando alcuni a dire di alzare ancora di più il tasso di vaccinazione del 98% o del 99% , necessario per proteggere il restante 1% o 2% della massa. Ma anche questo non è corretto, dal momento in cui i focolai si verificano in popolazioni completamente vaccinate.

Pubblicità
“L’obiettivo sarebbe quello di avere il 100% della popolazione vaccinata, ha dichiarato il  Dott. Gregory Taylor dell‘Agenzia di sanità pubblica del Canada CBC, esprimendo un punto di vista sempre più comune tra i professionisti della salute pubblica. A quel punto, l’equilibrio del branco che sarebbe protetto attraverso la vaccinazione di massa sarebbe proprio 0.

Ma anche vaccinare il 100% della popolazione non sarebbe sufficiente, dicono gli scienziati del Vaccine Research Group della Mayo Clinic, perché il vaccino contro il morbillo, danneggia molte persone, non offrendo alcuna protezione.


lab


Secondo Tetyana Obukhanych, della School of Medicine della Stanford University, il vaccino contro il morbillo funziona come previsto, con solo il 25% della popolazione, lasciando la maggior parte degli adulti vaccinati da bambini, con poca o nessuna protezione.

A differenza del morbillo nell’infanzia, il morbillo da adulti è pericoloso: il 25% dei casi richiedono l’ospedalizzazione. Il morbillo è particolarmente pericoloso se contratto da mamme in attesa – studi ospedalieri a Los Angeles e Houston hanno trovato, che la maggior parte abbia  subito gravi complicazioni, alcuni sono morti, ed i loro bambini spesso sono morti nel grembo materno.

I pericoli si estendono ai bambini che, come l’USA Today sottolinea, sono troppo giovani per essere vaccinati. Questi membri del tutto indifesi, dipendono dagli anticorpi ereditati dalle loro madri. Le madri  precedentemente vaccinate, hanno pochi anticorpi, privando così i loro bambini della giusta protezione. L’unico modo provato e veritiero, per salvaguardare i loro bambini , resta il modo naturale: la madre dovrà contrarre il morbillo in maniera naturale.

In realtà, la herd immunity ,esisteva prima dell’introduzione del vaccino. Praticamente il 100% della popolazione ha contratto il morbillo, dando a tutti l’immunità per tutta la vita – e così anche alle future mamme i mezzi, per proteggere la loro prole. Gli scienziati del 1960 non si sono resi conto che vaccinandoci contro il morbillo,ci avrebbe dato delle deboli o inesistenti difese del nostro sistema immunitario.

Ironia della sorte, il Public Health Service, ha sempre considerato il morbillo,non particolarmente pericoloso,già in epoca pre-vaccino. “Le complicanze sono rare e, con adeguate cure mediche, la fatalità è rara …. L” Immunità seguente al recupero è solida e permanente nella durata; il suo capo di epidemiologia, Alexander Langmuir, ha riconosciuto una ” base epidemiologica per l’eradicazione del morbillo nel 1967. ”

Perché, allora, ha deciso di voler “debellare” questa malattia, generalmente innocua e non mortale?

La Herd immunity, suona bene in teoria. Ma, come ha concluso il Dott. Obukhanych, “Le aspettative della teoria genealogica dell’ immunità sono destinati a fallire nel mondo reale.”

  • Per vedere del Servizio di Salute pubblica; quattro pagine  sulla “eradicazione” del  morbillo  nel 1967, clicca qui .
  • Correlati, qui .

I medici e i funzionari della sanità pubblica sono a conoscenza che gli individui vaccinati di recente possono diffondere la malattia e che il contatto con le persone immunodepresse può essere molto pericoloso. A tal proposito, la Guida per i pazienti dell’ospedale Johns Hopkins in caso di immunodepressione raccomanda di “evitare il contatto con i bambini che sono stati vaccinati di recente” e di “chiedere agli amici e ai parenti che sono malati o che sono stati vaccinati da poco con un vaccino a virus vivi (come la varicella , il morbillo, la rosolia , l’influenza intranasale , la poliomielite e il vaiolo ) di non fargli visita.

Una dichiarazione sul sito web dell’ospedale di St. Jude mette in guardia i genitori di bambini sottoposti a terapia oncologica affinché non permettano di far visita ai loro figli alle persone che hanno ricevuto il vaccino orale per la polio o quello per il vaiolo nelle ultime quattro settimane, il vaccino antinfluenzale nasale nell’ultima settimana , o con eruzioni cutanee a seguito del vaccino contro la varicella o MMR ( morbillo , parotite , rosolia ).

L’evidenza scientifica dimostra che individui vaccinati con vaccini a virus vivi, come il MPR (morbillo, parotite e rosolia), rotavirus, varicella, herpes zoster e influenza possono diffondere il virus per molte settimane o mesi ed infettare vaccinati e non vaccinati, nello stesso modo.

Inoltre, I vaccinati possono essere portatori di malattie nel cavo naso-faringe e infettare altre persone seppur senza presentarne i sintomi.

Entrambi, vaccinati e non vaccinati, sono a rischio esposizione da parte di chi è stato vaccinato recentemente. I fallimenti vaccinali sono diffusi; l’immunità indotta dal vaccino non è permanente e recenti epidemie di malattie come la pertosse, parotite e morbillo, hanno avuto luogo in popolazioni completamente vaccinate.

Adulti hanno contratto la polio da bambini vaccinati da poco. Un padre di Staten Island è finito sulla sedia a rotelle dopo aver contratto la polio mentre cambiava il pannolino a sua figlia. Nel 2009 una sentenza ha stabilito l’assegnazione di 22.5 milioni di dollari

“Iil fallimento vaccinale e il non voler riconoscere che i vaccini a virus vivi possono diffondere la malattia hanno provocato un aumento di epidemie di malattie infettive sia in individui non vaccinati che vaccinati” sostiene Leslie Manookian, produttrice di The Greater Good. “Il CDC dovrebbe istruire I medici che somministrano I vaccini ad informare I propri pazienti riguardo i rischi che chi si è vaccinato da poco fa correre al resto della popolazione”

Stando alla Fondazione Weston A.Price, la migliore protezione contro le malattie infettive è un sistema immunitario in salute, supportato da un adeguato apporto di vitamina A e vitamina C. Bambini ben nutriti si riprendono facilmente da malattie infettive e raramente sviluppano complicazioni.

Il numero delle morti per morbillo è diminuito da 7575 nel 1920 (10,000 per anno negli anni 10 del secolo scorso) ad una media di 432 per anno dal 1958-1962. Il vaccino venne introdotto nel 1963. Tra il 2005 ed il 2014, non si sono stati decessi da morbillo negli stati uniti e 108 decessi riferitia seguito del vaccino MPR.

tradotto dalla fonte seguente

  • http://www.cnbc.com/id/102473744

ALTRI ARTICOLI E DATI CORRELATE DI SEGUITO

***SEZIONE DEDICATA INTERAMENTE A GRAFICI DATI E STATISTICHE SULLE MALATTIE E VARI FOCOLAI***

 

  • USA DATI CONTRADDITTORI SUL RAPPORTO VACCINI/MALATTIE

Il Council on Foreign Relations (CFR) ha recentemente pubblicato una mappa delle malattie che pretenderebbe di dimostrare che i focolai di malattia sono addebitabili ai non vaccinati.
In realtà, però, i media tradizionali, come PBS non si sono accorti che la mappa del CFR mostra come i più alti focolai di malattia si abbiano proprio nelle popolazioni più vaccinate.

http://www.omsj.org/corruption/cfrmap


 ***NOTE E FONTI***

IMPORTANTE AMMISSIONE DEL DOTT. FRANCK DESTEFANO, DIRETTORE DELL’UFFICIO IMMUNIZZAZIONE DI SICUREZZA DEI CDC STATUNITENSI.
DOPO AVER AFFERMATO, COME AL SOLITO E CONTRO I PIU’ RECENTI STUDI SCIENTIFICI, CHE NON CI SAREBBE CORRELAZIONE TRA VACCINAZIONI ED AUTISMO, DESTEFANO HA PERO’ AMMESSO DI CREDERE CHE C’E’ UNA POSSIBILITA’ CHE I BAMBINI POTREBBERO DIVENIRE AUTISTICI IN CONSEGUENZA DELLE VACCINAZIONI MA CHE “E’ DIFFICILE PREVEDERE (PRIMA) CHE QUEI BAMBINI POTREBBERO DIVENTARLO MA DI CERTO I SINGOLI CASI POSSONO ESSERE STUDIATI E GUARDARE A QUELLA POSSIBILITA'”
QUESTA AFFERMAZIONE, COMUNQUE RIVOLUZIONARIO NEI CONTENUTI, SEGUE A:
-. QUELLA DEL 2010 DEI CDC QUANDO, DI FRONTE ALL’INCREMENTO SPAVENTOSO DI CASI DI AUTISMO, PER LA PRIMA VOLTA AMMISERO CHE LE CAUSE ANDAVANO RICERCATO IN QUALCOSA DI SUCCESSIVO ALLA NASCITA.

. ALLE PRONUNCE POSITIVE (SEMPRE TROPPO POCHE) SIA NEGLI USA DA PARTE DELLA CD “VACCINE COURT” CHE IN GB E NEL NOSTRO PAESE DA PARTE DELLA MAGISTRATURA ORDINARIA, IN ORDINE ALLA CORRELAZIONE TRA VACCINAZIONI ED AUTISMO.
. DECINE DI STUDI CHE SI STANNO SUSSEGUENDO A RITMO INCALZANTE SOPRATTUTTO NEGLI ULTIMI MESI IN ORDINE A TALE CORRELAZIONE ED ALLA DANNOSITA’ DEL THIMEROSAL, DELL’ALLUMINIO E DI ALTRE COMPONENTI.

. ALLA CONVENZIONE DI MINAMATA CHE HA BANDITO IL MERCURIO, IN OGNI SUA FORMA E DERIVATO, DA TUTTI I PRODOTTI IN COMMERCIO IN CONSEGUENZA DELLA SUA DANNOSITA’ OVVERO DI SINTOMI ASSOLUTAMENTE RICONDUCIBILI A QUELLI DELL’AUTISMO (PROBLEMI NEUROLOGICI, DANNI CEREBRALI, AL LINGUAGGIO, GASTROINTESTINALI ETC.)

. LA SCOPERTA CIRCA DUE ANNI ORSONO DEL FINANZIAMENTO DEI CDC AL PROF. POUL THORSEN PER ALTERARE I RISULTATI DEL SUO STUDIO DEL 2004 CON IL QUALE AFFERMAVA CHE L’ELIMINAZIONE DEL THIMEROSAL DAI VACCINI NON AVEVA COMPORTATO ALCUNA RIDUZIONE NEI CASI DI AUTISMO; STUDIO SCONFESSATO DA ALTRO STUDIO CHE HA ELABORATO I MEDESIMI DATI GIUNGENDO A CONCLUSIONI DIAMETRALMENTE OPPOSTE.
. L’INTERPELLANZA PRESENTATA NEGLI USA DAL DEPUTATO BILL POSEY PER VERIFICARE GLI STRANI RAPPORTI TRA I CDC ED IL PROF. THORSEN, NEL FRATTEMPO INSERITO AI PRIMI POSTI NELLA LISTA DEI RICERCATI STATUNITENSI.

. LA CONFESSIONE, NEI GIORNI SCORSI, DEL DOTT. WILLIAM THOMPSON, RICERCATORE DEI CDC, CHE HA AMMESSO COME GLI STESSI CDC DA ANNI STANNO INSABBIANDO SISTEMATICAMENTE TUTTI GLI STUDI TESI AD AVVALORARE LA CORRELAZIONE TRA VACCINAZIONI ED AUTISMO.
LE FONDAMENTA DEL CASTELLO DELLA MENZOGNA, COSTRUITO CON TANTA PAZIENZA IN QUESTI ULTIMI DECENNI DA CASE FARMACEUTICHE DEDITE AL PROFITTO IN COLLABORAZIONE CON ISTITUZIONI PUBBLICHE E POLITICI PREZZOLATI E CORROTTI E (SOPRATTUTTO IN ITALIA) CON MEDIA ASSOLUTAMENTE ASSERVITI AGLI INTERESSI DEI POTENTI, STANNO CEDENDO; IL PROCESSO POTRA’ FORSE ESSERE ANCORA LENTO MA E’ DESTINATO A PROSEGUIRE INESORABILMENTE FINO AL CROLLO INELUTTABILE!
COME IN UNA SORTA DI GIORNO DEL GIUDIZIO PRETTAMENTE TERRENO (PER QUELLO DIVINO CI PENSERA’ L’ONNIPOTENTE A TEMPO DEBITO) CI SARANNO ORA DUE DIVERSI APPROCCI DA PARTE DEI CORROTTI:

. QUELLI CHE CONTINUERANNO IMPERTERRITI A CERCARE DI DIFENDERE L’INDIFENDIBILE PUR DI NON PERDERE LA FACCIA (TANTO SIAMO UN PAESE NEL QUALE LA MAGGIORANZA SI DIMENTICA SISTEMATICAMENTE DI CIO’ CHE DI CATTIVO, ILLECITO, ILLEGITTIMO E SCORRETTO FANNO CERTI PERSONAGGI).

. QUELLI CHE INVECE, IN UNA SORTA DI “OTTO SETTEMBRE”, SOTTO LA SPINTA TALVOLTA DELLA PROPRIA COSCIENZA MA MOLTO PIU’ SPESSO DELLA VOLONTA’ DI “RICICLARSI” STANDO SEMPRE NEL CARRO DEL VINCITORE DI TURNO (TIPICAMENTE ITALICO) DICHIARERANNO LA PROPRIA RESA.
PRESO ATTO DELLA DICHIARAZIONE DEL DOTT. DESTEFANO VALE LA PENA PRECISARE QUANTO SEGUE:

IL PRINCIPIO CARDINE DELLA MEDICINA È QUELLO DI “PRECAUZIONE” IN BASE AL QUALE, DI FRONTE ALL’IMPOSSIBILITÀ DI ESCLUDERE LA DANNOSITÀ DI UN FARMACO O DI UN INTERVENTO, IL MEDICO SI DOVREBBE ASTENERE; PRINCIPIO CHE NEGLI ULTIMI DECENNI È STATO ABBANDONATO PER SEGUIRE QUELLO – PER LORO ASSOLUTAMENTE PRIORITARIO – DEL PROFITTO!
PARTENDO DA CIÒ E TENUTO CONTO DELL’IMPORTANTE AMMISSIONE DEI CDC, LE LOGICHE CONSEGUENZE DOVREBBERO ESSERE QUELLE DI:

.EFFETTUARE GLI ESAMI NECESSARI AD ESCLUDERE PER QUANTO POSSIBILE LA DANNOSITÀ DELLE VACCINAZIONI NEL BAMBINO (MA ANCHE NELL’ADULTO)

.PROCRASTINARE QUINDI L’INIZIO DELLE VACCINAZIONI AD UN ANNO, UN ANNO E MEZZO O PIÙ, OVVERO DOPO AVER EFFETTUATO I PREDETTI ESAMI.

.ELIMINARE L’OBBLIGO VACCINALE.
.CONTROLLARE MEGLIO LA QUALITÀ DEI VACCINI PER EVITARE QUANTO ACCADUTO NEGLI ULTIMI 20 ANNI OVVERO CHE PRODOTTI SIANO STATI RITIRATI DOPO ANNI, TALVOLTA DECENNI, CHE ERANO REGOLARMENTE IN COMMERCIO.
.RACCOMANDARE ED EFFETTUARE SOLO LE VACCINAZIONI ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILI IN BASE AL PAESE.
.AVENDO QUINDI DIMINUITO IL NUMERO DELLE VACCINAZIONI, ELIMINARE LE VACCINAZIONI CONIUGATE PER TORNARE ALLE SINGOLE SOMMINISTRAZIONI DA EFFETTUARE A DISTANZA DI 3-6 MESI L’UNA DALL’ALTRA.
.A DISTANZA DI UN MEDE DA OGNI SINGOLA SOMMINISTRAZIONE, EFFETTUARE GLI ESAMI EMATICI PER VERIFICARE LA RISPOSTA IMMUNITARIA, IL RELATIVO TITOLO ETC. PER POTER VERIFICARE L’AVVENUTA IMMUNIZZAZIONE E LO STATO DEL SISTEMA IMMUNITARIO ETC.


Fonti di seguito

  • http://sharylattkisson.com/cdc-possibility-that-vaccines-ra…

 CDC: “Possibility” that vaccines rarely trigger autism | Sharyl Attkisson

CDC: “Possibility” that vaccines rarely trigger autism by sattkisson on September 2, 2014 in Medical & Vaccines, News Leave a comment CDC’s immunization safety director says it’s a “possibility” that vaccines rarely trigger autism but “it’s hard to predict who those children might be.” (They’re not…
SHARYLATTKISSON.COM


 ***Interessante video da vedere***


Alla sezione del blog riportata di seguito troverete video informativi in merito alla sicurezza delle vaccinazioni.Buona visione

Nota Informativa Importante su declino del titolo anticorpale dopo vaccinazione con Mencevax ACWY (15/04/2014)
Sicurezza

15/04/2014
L’Agenzia Italiana del Farmaco rende disponibili nuove ed importanti informazioni circa i dati clinici disponibili sulla persistenza degli anticorpi di Mencevax ACWY™.
Le evidenze degli studi disponibili dimostrano un declino del titolo anticorpale successivamente alla vaccinazione con Mencevax ACWY™ entro uno – due anni dalla vaccinazione. Deve essere valutata, prima di quanto attualmente raccomandato, la ri-vaccinazione dei soggetti che rimangono ad alto rischio di esposizione a Neisseria meningitidis. Quando viene considerata la ri-vaccinazione entro i 2 anni successivi alla somministrazione della precedente dose di Mencevax ACWY™, sono raccomandati i vaccini coniugati.

  • http://www.agenziafarmaco.gov.it/…/nota-informativa-importa…

  • Nelle ultime ore circolano articoli atti ad allarmare e terrorizzare i lettori per fantomatiche epidemie di morbillo, articoli che non riportano dati ufficiali e che riportano la seguente frase: <<Un’epidemia. Cento casi di morbillo,  in pochi mesi a Bologna>> potete verificare i dati riportati nella tabella ufficiale

    http://www.epicentro.iss.it/problemi/morbillo/bollettino.asp

    Dati aggiornati a Giugno 2014

  • In Italia, sul totale dei 1259 casi di morbillo segnalati nel 2014, solo il 51,5% è stato confermato in laboratorio. Il maggior numero dei casi si è verificato in Piemonte, in Liguria e in Emilia-Romagna che insieme hanno segnalato il 66,3% dei casi osservati (Piemonte 39,2 ; Liguria 15,0% e Emilia-Romagna 12,1%).
    L’incidenza dei casi di morbillo nei primi cinque mesi del 2014 è stata pari a 2,1 casi per 100.000 abitanti. 

    L’incidenza più elevata è stata osservata in Liguria con 12,1 casi per 100.000, seguita dal Piemonte con 11,3 e dall’Emilia-Romagna e dalla Sardegna con 3,5 e 3,3 casi per 100.000 rispettivamente.

     

    ARTICOLI E DATI CORRELATI DI SEGUITO

Share

Pertosse : i vaccinati la contraggono?

Il vaccino Tdap e la perdita di efficacia; Pertosse,i vaccinati la contraggono?

Quali sono gli studi in merito?

B.pertussis

12 giugno 2014

AGGIORNAMENTO FONTI NOVEMBRE 2015

La pertosse è una malattia infettiva causata da un batterio (Bordetella pertussis) che si trasmette pervia aerea e si manifesta con epidemie ogni 3-4 anni; ha un’incubazione di 7-10 giorni ed è caratterizzata da forti attacchi di tosse che si presentano prevalentemente in età prescolastica (solo nel 10% dei casi in età neonatale). I primi sintomi sono quelli del raffreddore, con malessere, astenia, febbricola, starnuti e tosse, specie notturna. Questi disturbi durano in genere 1-2 settimane e poi compaiono i tipici attacchi di tosse, per i quali la malattia è conosciuta anche come tosse “cattiva” o “convulsa” o “asinina” o “canina”.

Ogni attacco è costituito da una serie di colpi di tosse rapidi e soffocanti che rendono difficoltosa la respirazione e terminano con il caratteristico urlo inspiratorio; spesso l’attacco causa il vomito.

Questa fase della malattia dura circa 4-6 settimane ed è seguita da una convalescenza di qualche settimana in cui gli attacchi di tosse sono sempre meno frequenti e intensi, finché spariscono.

L’evoluzione della pertosse è quasi sempre favorevole, anche se sono possibili alcune complicanze come: laringite, tonsillite, convulsioni e raramente una vera asfissia. La malattia può essere temibile nel primo anno di vita (in cui però è rara), perché il neonato e il lattante, avendo più difficoltà ad espellere il catarro tracheo-bronchiale, possono avere vere e proprie crisi di soffocamento che, in rari casi, possono portare ad una inadeguata ossigenazione cerebrale con conseguenti convulsioni su base ipossica (durante questa fase sono stati registrati anche dei casi con danni cerebrali).La pertosse risponde alla terapia antibiotica con eritromicina, ma solo se il trattamento viene iniziato il prima possibile, altrimenti la risposta è scarsa o assente.


Il vaccino   vaccino

Il vaccino antipertossico viene associato a quello antidifterico e antitetanico (è la famosa vaccinazione trivalente DTP). …Dato che questa vaccinazione può causare danni neurologici anche gravi, la commissione americana Immunization Practices Advisory Committee (ACIP), la considera controindicata in caso di:

  • storia personale positiva per convulsioni;
  • disordini neurologici evolutivi (specie se questi diventano evolutivi dopo la prima dose di vaccino);
  •  ipersensibilità ai componenti del vaccino;
  • anamnesi positiva per gravi reazioni dopo la prima dose di vaccino.

Dal 1993 è poi disponibile anche un vaccino realizzato da tecniche di ingegneria genetica che riproducono gli antigeni immunostimolanti del batterio, ma questo vaccino è stato commercializzato senza sufficienti studi che ne garantissero l’innocuità.

La pertosse è una malattia batterica altamente contagiosa che, proprio perché è una malattia di mucosa e non sistemica, non fornisce una immunità di lunga durata; è però noto che, come per tutte le infezioni, l’immunità si prolunga enormemente se l’individuo viene ogni tanto in contatto con qualche batterio della pertosse.

La vaccinazione, invece, non conferisce né un’immunità completa né duratura (studi recenti indicano che la protezione è dell’80% dopo 3 anni e del 10% dopo 12 anni dalla vaccinazione). Gli adolescenti e gli adulti, pertanto, si possono ammalare indipendentemente che siano già stati vaccinati o meno. Per evitare questo evento e per mantenere elevati i tassi di copertura vaccinale, il Ministero della Salute sta pensando di proporre periodiche rivaccinazioni a tutti gli adolescenti e agli adulti che hanno già ricevuto il vaccino in passato.

Il vaccino viene somministrato in 4 dosi: ai tempi 0, dopo 6-8 settimane, dopo altri 6-12 mesi e dopo altri 4-5 anni.


 

AGGIORNAMENTO FONTI 

la protezione del vaccino Tdap svanisce entro 2 /4 anni.

La mancanza di protezione a lungo termine dopo la vaccinazione contribuisce all’aumento della pertosse tra gli adolescenti.

FONTE

  • http://m.pediatrics.aappublications.org/content/early/2015/04/28/peds.2014-3358.abstract

Variazione genetica di Bordetella pertussis in Austria.

In Austria, la copertura vaccinale contro le infezioni  da Bordetella pertussis durante l’infanzia è stimata per il 90%.

Negli ultimi anni, tuttavia, il numero dei casi di pertosse è aumentato costantemente, non solo nei bambini ma anche negli adolescenti e adulti, indicando una  insufficiente immunità come una insufficiente copertura del vaccino.  Questi fattori potrebbero contribuire alla nascita di focolai.

In questo studio abbiamo quindi affrontato la variabilità genetica nei ceppi di B. pertussis in diverse città austriache.

Tra gli anni 2002 e 2008, 110 campioni sono stati raccolti da Vienna (n = 32), Linz (n = 63) e Graz (n = 15) attraverso dei tamponi nasofaringei.

Il DNA è stato estratto dai tamponi, esaminati da MLVA ,mediante PCR .

L’analisi ha rivelato nel dato MLVA il più alto livello di polimorfismi con assenza di MLVA Type 29, che si trova al di fuori dell’Austria.

Com’è possibile?

Solo sottotipi prn PRN1 / 7, Prn2 e Prn3 sono stati trovati con una predominanza di tipo non-vaccino Prn2.

L’analisi dei polimorfismi ptxA, ptxB, fimD, tcfA e bvgS ha mostrato un genotipo misto tra il ceppo vaccinale Tohama io e un isolato clinico dal 2006 (L517). La maggior parte dei campioni (93%) appare l’allele ptxP3.

Le conseguenze per la strategia di vaccinazione sono discutibili. Diverse domande in merito.

*POLIMORFISMO DI GENI*

Presenza, nella popolazione di una specie, di più alleli di uno stesso gene: per convenzione, si considerano polimorfismi genetici solo le forme che si presentano con una frequenza maggiore dell’1%. I polimorfismi genetici possono essere dovuti alla mutazione, all’inserzione o alla delezione di tratti più o meno lunghi della sequenza di DNA, fino all’estremo del cambiamento di un singolo nucleotide, che può modificare l’amminoacido prodotto di un singolo codone. Non tutte le sostituzioni nucleotidiche hanno, tuttavia, conseguenze fenotipiche apprezzabili. Le frequenze dei polimorfismi genetici all’interno di una popolazione sono controllate da diversi fattori, il più importante dei quali è la selezione naturale. Quando la frequenza di due o più polimorfismi rimane costante, si parla di polimorfismo bilanciato dovuto a selezione equilibrante (balancing selection).

In questi casi, diversi polimorfismi vengono mantenuti a frequenze relativamente alte all’interno della popolazione, senza che nessuno di questi risulti assolutamente dominante. Il caso più noto e studiato è l’equilibrio raggiunto con polimorfismi che in eterozigosi sono selettivamente avvantaggiati rispetto all’omozigosi. In questa evenienza, il vantaggio degli eterozigoti rispetto agli omozigoti farà da freno alla diffusione del polimorfismo in questione. È ciò che si verifica, per es., con alcuni polimorfismi del gene che codifica per l’emoglobina in aree di endemia malarica: letali per gli individui omozigoti che portano due copie del gene mutato, ma vantaggiosi in eterozigosi (con un solo allele mutato). Un altro meccanismo di selezione che mantiene in equilibrio dinamico i polimorfismi si attiva quando l’aumento di frequenza di un polimorfismo diventa un fattore limitante per l’ulteriore diffusione di quello stesso polimorfismo. È ciò che accade, per es., in alcune infezioni che portano alla morte dell’ospite. Lo stesso agente infettivo si può presentare in forma più o meno virulenta: se prende il sopravvento la prima, si può andare incontro al collasso della popolazione di ospiti infettati.

Diventa, quindi, temporaneamente avvantaggiata una forma meno virulenta dello stesso agente, che non uccida l’ospite.

Il bilanciamento dei polimorfismi può, inoltre, essere dovuto a condizioni ambientali che variano ciclicamente (per es., le stagioni), favorendo polimorfismi diversi in momenti differenti.

Molteplici Locus variabile numero tandem Ripetere Analysis (MLVA)

Il flusso di lavoro MLVA

Che cosa è MLVA?

MLVA è una tecnica usata dagli scienziati per generare una impronta digitale del DNA per un isolato batterico. Gli scienziati di solito effettuano MLVA dopo quello che viene definito come PFGE  per scoprire i dettagli più specifici sul tipo di batteri che possono causare un focolaio.

Come funziona MLVA?

MLVA segue tre fasi principali: reazione a catena della polimerasi, dimensionamento e analisi dei dati.

  • Reazione a catena della polimerasi: scienziati iniziano MLVA con una reazione a catena della polimerasi processo chiamato (PCR), che rende molte copie di frammenti di DNA specifici che aiuteranno gli scienziati ad identificare il ceppo, o il tipo di batteri che possono causare un focolaio.
  • Dimensionamento: gli scienziati quindi determinano le dimensioni dei batteri utilizzando un processo chiamato elettroforesi capillare ad alta risoluzione. Le dimensioni di tutti frammenti di DNA dei batteri sono utilizzati per determinare dei batteri tipo MLVA.
  • Analisi dei dati: gli scienziati immettono le informazioni dal processo di dimensionamento in particolari software di analisi del DNA e così, possono confrontare diversi tipi di MLVA per scoprire se questi campioni sono simili tra loro oppure la fonte del focolaio sospetto .

Noi ci chiediamo come mai il suddetto studio sia stato portato a termine se il suddetto vaccino è così sicuro.

Si parla di focolaio e di non immunizzazione.

La comunità scientifica renderà noto il tutto ai genitori?

FONTE

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26182210

Evoluzione della Bordetella pertussis

  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26389958

 

Secondo diversi studi, le persone che vengono vaccinate per la pertosse,possono contagiare gli altri, tra cui i neonati e gli individui immunocompromessi .

Ultimamente, i californiani sono stati concentrati su un focolaio di morbillo che ha avuto il suo inizio a Disneyland. Ma negli ultimi cinque anni, le autorità sanitarie statali hanno affermato che ben due sono state le epidemie di pertosse – nel 2010 e nel 2014.

Ora un’analisi di una recente epidemia di pertosse nello stato di Washington, dimostra che l’efficacia del vaccino Tdap utilizzato per combattere la malattia (noto anche come pertosse) sia andato a scemare perdendo notevolmente la sua efficacia. Per gli adolescenti che hanno ricevuto tutti i vaccini , l’efficacia entro un anno del booster finale era del 73 %.

  • Il tasso di efficacia è crollato al 34 % entro i  2-4 anni.

“Questo declino è probabilmente stato contribuito all’aumento della pertosse tra gli adolescenti”, hanno scritto gli autori.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics.

STUDIO DI SEGUITO CON FONTE

Il vaccino Tdap e la perdita di efficacia negli adolescenti durante l’epidemia di pertosse del 2012 nello Stato di Washington

ASTRATTO

Anche se sia stata riportata una immunità calante,attraverso  la serie di vaccinazioni antipertosse nell’ infanzia, ci sono dati limitati sulla durata della protezione del vaccino negli adolescenti (Tdap), soprattutto tra coloro che hanno ricevuto la vaccinazione di tipo acellulare.

Questo studio riporta che la protezione da Tdap diminuisce sostanzialmente da  2 a 4 anni dopo la vaccinazione tra gli adolescenti che hanno ricevuto tutti i vaccini acellulari. Questa protezione calante sta probabilmente contribuendo all’aumento di casi di pertosse  negli adolescenti.

Il Tdap protegge contro tre malattie: tetano, difterite e pertosse. La protezione è dalla pertosse acellulare.

Questo vaccino è stato introdotto nel 1997 per sostituire il vaccino acellulare,il quale causò diversi effetti collaterali.

  • http://pediatrics.aappublications.org/content/early/2015/04/28/peds.2014-3358d.abstract
  • http://pediatrics.aappublications.org/content/early/2015/04/28/peds.2014-3358

“Il messaggio da capire è che il declino esiste”, ha dichiarato il dottor Art Reingold, professore presso       l’Università della California, Berkeley.

“Voi siete protetti inizialmente ma questa protezione, svanisce nel tempo”

 

I casi più gravi riguardano i bambini molto piccoli,ha dichiarato il Dott.Reingold . I bambini non possono essere vaccinati fino a quando non abbiano 2 mesi di età .

Per proteggere i neonati prima che possano essere vaccinati, il CDC raccomanda addirittura che le donne siano vaccinate durante l’ultimo trimestre di ogni gravidanza.

 

Il Dottor James Cherry presso la UCLA ha detto che i risultati circa l’efficacia del Tdap erano “deludenti” e l’attuale vaccino non cambierà le cose.


 

  • http://www.npr.org/blogs/health/2015/05/05/404407258/whooping-cough-vaccines-protection-fades-quickly?utm_campaign=storyshare&utm_source=facebook.com&utm_medium=social&fb_ref=Default

OSSERVAZIONI E LINK CORRELATI

La pertosse

La pertosse è una malattia batterica altamente contagiosa che, proprio perché è una malattia di mucosa e non sistemica, non fornisce una immunità di lunga durata; è però noto che, come per tutte le infezioni, l’immunità si prolunga enormemente se l’individuo viene ogni tanto in contatto con qualche batterio della pertosse.La vaccinazione, invece, non conferisce né un’immunità completa né duratura(studi recenti indicano che la protezione è dell’80% dopo 3 anni e del 10% dopo 12 anni dalla vaccinazione).

Gli adolescenti e gli adulti, pertanto, si possono ammalare indipendentemente che siano già stati vaccinati o meno.

  • http://www.coriv.org/caratteristiche-vaccini/pertosse-e-vaccino-antipertossico/

 

Epidemie di pertosse nonostante la vaccinazione

La natura ha delle sue regole. Come è stato ampiamente dimostrato per la meningite, capita che per alcune patologie, la vaccinazione verso un tipo di batterio o di virus faciliti l’aumentata presenza di un altro batterio simile ma non identico.

Succede un po’ come se alcunemalattie (per fortuna non tutte) avessero una loro situazione di equilibrioecologico che le rende “necessarie”. Per la pertosse sta avvenendo qualcosa di inatteso. I bambini sono in gran parte vaccinati, anche perché sitratta di una vaccinazione che in Italia viene fatta quasi come se fosseobbligatoria (e non lo è…), insieme a quelle obbligatorie. Inoltre se percaso decidi di non farla sei guardato quasi come un criminale (il tutto è inparte legato al sospetto link tra questa vaccinazione e l’autismo, per ilquale, l’assoluzione apparente sembrerebbe più di tipo politico giudiziario chescientifica).

La pertosse ha sempre avuto cicliquinquennali di ricomparsa, ma con le prime vaccinazioni fatte ancora moltianni fa, gli effetti sono stati immediati e validi. La presenza di pertossenella popolazione è scesa a livelli bassissimi. Eppure dal 1982 la presenza di pertosse negli USA sta crescendo di anno in anno, con picchi nel 2005 e nel 2010 che hanno avuto caratteristiche epidemiche rilevati.

  • Ora un altro picco sta bersagliando gli USA nel 2012 e in questi giorni un articolo del New England Journal of Medicine ha sollevato la questione discutendone apertamente.

Pensieri che nascono. Alcuni diconoche questo è dovuto al fatto che a causa degli effetti collaterali si è passatida un vaccino più forte ad un vaccino più debole (il cosiddetto vaccinoacellulare) e quindi l’efficacia è calata. Alcuni, come il NEJM, sostengono che comunque le vaccinazioni”scadono” e che quindi sarebbe necessario continuare a rivaccinare bambini ed adulti per mantenere bassa la circolazione del virus. Altri diconoche la paura degli effetti legati all’autismo ha ridottola diffusione del vaccino.

Personalmente non ritengo che si debba cercare una sistematica vaccinazione e rivaccinazione di adulti e bambini.Credo che eventi di questo tipo obblighino ad una riflessione. Noi abbiamoavuto grandi successi dalla vaccinazione: Vaiolo, Poliomielite, Difterite e Tetano rappresentano delle conquiste importanti. Sul resto qualche perplessità residua rimane e epidemie come questa obbligano a riflessioni più profonde che non abbiano solo la volontà di vaccinare come scopo.

 

  • http://eurosalus.com/salute-ambiente/epidemie-pertosse-nonostante-vaccinazione
  • http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1200850
  • http://www.naturalnews.com/038797_whooping_cough_vaccination_outbreak.html
  • http://sanevax.org/whooping-cough-vaccine-efficacy/
  • http://www.pediatricnews.com/index.php?id=7810&tx_ttnews%5Btt_news%5D=143421&cHash=401f907a7d056b3e33bed149d60afd93&utm_medium=twitter&utm_source=twitterfeed

 

  •  La maggior parte delle persone che hanno contratto la pertosse nella Contea di San Diego quest’ anno avevano ricevuto le vaccinazioni, secondo i dati provinciali.
Delle 621 persone che hanno contratto la malattia, l’85 %  avevano ricevuto la vaccinazione, mettendo così in dubbio  l’efficacia del vaccino.

I vaccini di “Pertussis” offrono livelli alti di protezione durante tutto il ciclo della vaccinazione che si compie al primo anno di vita, disse il Dott. Wilma Wooten, Ufficiale della salute pubblica e provinciale di San Diego .“Ma poi la protezione decresce col tempo”, disse Wooten.La KPBS ed la Inewsource , si  interrogano circa l’efficacia del vaccino, dopo che la sua  completa analisi  dei dati mostrò, che  la maggioranza delle  persone aveva contratto la malattia, erano vaccinate.


Quando l’immunità va a vuoto

 youtube2
UN VIDEO INTERESSANTE

 http://video.pbs.org/video/1699679182/

FONTE 
  •  http://www.kpbs.org/news/2014/jun/12/immunized-people-getting-whooping-cough/
 NOTIZIE A CONFRONTO
ASTRATTI

Vaccine-resistant pertussis strains found in Philadelphia

 

WASHINGTON – Vaccine-resistant isolates of Bordetella pertussis have appeared in Philadelphia – the first such strains to be seen in the United States.

Of 30 samples analyzed, 18 (60%) showed a variant that conferred resistance to the current vaccine formulation, Dr. Jennifer Vodzak said at the annual meeting of the Pediatric Academic Societies. The strains had developed two different mutations, each of which deleted their expression of pertactin, an outer membrane protein that helps the bacteria adhere to respiratory epithelium. Pertactin is used as an antigen in the acellular pertussis component of the Tdap vaccine…

Lead More

  • http://www.pediatricnews.com/index.php?id=7810&tx_ttnews[tt_news]=143421&cHash=401f907a7d056b3e33bed149d60afd93&utm_medium=twitter&utm_source=twitterfeed

 

FDA study shows pertussis vaccination spreads pathogenic bacteria

In a failed attempt to explain away why vaccinated individuals seem to be the
only ones contracting and spreading whooping cough during major outbreaks, the U.S. Food and Drug Administration (FDA) recently launched an inquiry aimed at better understanding how the controversial vaccine works.

But what the agency ended up discovering is that the vaccine for whooping cough, also known as pertussis, spreads the very same pathogenic bacteria that causes whopping cough in the first place, which in some people can lead to serious infections.

Learn more:

  • http://www.naturalnews.com/044162_pertussis_vaccination_whooping_cough_FDA.html#ixzz3ZQpUwKIP

    Risultati

    Troviamo che:

  • 1) i tempi di variazione dei tassi di attacco specifici per età osservati negli Stati Uniti e Regno Unito sono coerenti con trasmissione asintomatica;
  • 2) l’analisi delle sequenze filodinamica statunitensi indica diversità genetica più nella popolazione batterica complessiva di quanto sarebbe suggerito dal numero osservato di infezioni, un modello previsto con trasmissione asintomatica;
  • 3) infezioni asintomatiche possono valutazioni di polarizzazione di efficacia del vaccino basato su osservazioni di B. pertosse settimane senza glutine;
  • 4) trasmissione asintomatica può spiegare l’aumento osservato in B. pertosse incidenza;
  •  5) vaccinando le persone a stretto contatto con i bambini troppo piccoli per ricevere il vaccino (“cocooning” i bambini non vaccinati) può essere inefficace.

http://www.biomedcentral.com/1741-7015/13/146


 

Share

Il blog di libera informazione per una consapevole scelta.

https://gosznac-diplom.com/ Купить диплом в Воронеже ekaterinburg.arena-diplomi24.com https://sankt-peterburg.arena-diplomi24.com/ http://diplomsagroups.com/diplomy-po-specialnosti/diplom-medsestry.html http://https://originality-diplomik.com/купить-диплом-ссср www.originality-diplomiki.com premialnie-diplom24.com http://https://premialnie-diploms24.com/купить-диплом-волгоград/ premialnie-diplomx24.com www.premialnie-diplomix24.com купить диплом с занесением в реестр купить диплом врача купить диплом массажиста купить диплом стоматолога Купить диплом в Спб Купить диплом в Спб https://radiploms.com/kupit-diplomy-o-srednem-tehnicheskom-obrazovanii https://radiplom.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile http://https://radiplomy.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile www.radiplomas.com https://frees-diplom.com/drugie-dokumenty/svidetelstvo-o-razvode купить диплом ссср Купить диплом новосибирск Купить медицинский диплом Купить диплом бухгалтера Купить медицинский диплом http://https://frees-diplom.com/kupit-diplom-o-srednem-obrazovanii купить диплом в екатеринбурге Купить диплом университета Купить диплом строителя Купить диплом в Рязани Купить диплом о среднем техническом образовании https://russiany-diplomix.com/attestat-9-klassov russiany-diplomx.com www.russiany-diplomana.com russiany-diploman.com www.russiany-diplomany.com https://russiany-diplomas.com/kupit-diplom-moskva