Archivi categoria: TESTIMONIANZE

“Esami prevaccinali? Io mi informo”, questo il messaggio lanciato da “Il Sentiero di Nicola”sui social. Milioni di coperture e condivisioni.

Milioni di coperture e condivisioni inerenti al messaggio de “Il Sentiero di Nicola” .

#BASTA DANNEGGIATI

#ESAMI PREVACCINALI? PRETENDETELI.

A questo si aggiunge l’hashtag “IO MI INFORMO”.

Un abbraccio alla famiglia Ghidotti e in particolare a Nicola,un bambino nato sano e reso cerebroleso a causa di un vaccino.

esami1

Come dar torto a questi genitori che vivono sulla propria pelle il danno da vaccino ogni giorno? Non è antivaccinismo tutto ciò,ma reale preoccupazione e interesse nei confronti di tutti.

Richiesta di un corretto CONSENSO INFORMATO da parte degli organi competenti; una richiesta LEGITTIMA che si avvale della preparazione di Dottori che confermano quanto verrà scritto sulla censura volutamente perpetrata da chi non ha realmente a cuore la nostra salute.

“Il problema dei test di laboratorio prima e dopo una vaccinazione pediatrica è un problema serio e spesso ricevo richieste di questo tipo da parte dei genitori che sono incerti se vaccinare o meno i loro figli e, per avere elementi più precisi per decidere, vorrebbero sottoporre i loro figli a dei test ematochimici allo scopo di conoscere, come sarebbe logico e giusto, le loro condizioni metaboliche e immunitarie”.

DR. ROBERTO GAVA

LA STORIA DI UN PICCOLO GRANDE GUERRIERO DI NOME NICOLA

Nicola,un piccolo grande guerriero che ha dato nome a questo movimento, è stato danneggiato grazie alla superficialità di coloro che avrebbero dovuto invece tutelarlo.

Condividiamo la sua storia nella speranza che possa avere la giustizia che merita.

Due occhioni dolci e furbi, due manine che si aprono e chiudono per spiegarti cosa sia gradito e cosa no, un’ intelligenza fuori dal comune unita ad una sofferenza ancor più rara.

Poteva avere una vita normale, ma un vaccino ha cambiato la sua vita per sempre.

Tutto questo è solo una piccolissima parte di ciò che è Nicola Ghidotti, bambino bergamasco di sette anni ,nato sano  e ridotto in questo stato per colpa di un vaccino obbligatorio, il tanto discusso “esavalente”.

Thomas, il papa di Nicola, ha 41 anni, la mamma è Eliana e di anni ne ha 39;  sei anni fa l’arrivo di Nicola aveva riempito la loro casa di una gioia immensa.

A un anno d’età, come da prassi, Nicola viene sottoposto al terzo richiamo del vaccino esavalente.

Esattamente da quel giorno, non è più stato lo stesso. Da subito ha cominciato ad avere problemi nel tenere eretta la testa, aveva lo sguardo assente, non rispondeva più ai richiami, non sorrideva più.

“Le sue condizioni sono andate rapidamente peggiorando: vomito, minzione continua, crisi epilettiche, non parlava, non stava in piedi. Per noi è cominciato il calvario negli ospedali, con i medici che palesemente non sapevano darci una spiegazione” racconta il papà.

Thomas, nel frattempo, non smette di raccogliere informazioni su scoperte e nuovi metodi di cura per dare a Nicola altre speranze, così si impegna per le metodiche compassionevoli.

“Mio figlio è stato ridotto disabile al cento per cento”, raccontano i genitori.

Dopo più di 10 ricoveri alla ricerca dell’ignoto, abbiamo avuto la fortuna di incontrare medici sinceri ed onesti che ci hanno aiutato a comprendere l’accaduto e con la morte nel cuore,abbiamo cercato di vivere non sentendoci colpevoli di nulla.

Il piccolo Nicola ha tantissimi problemi: è imprigionato nel suo corpo.

nicola

La sua diagnosi è grave: encefalopatia epilettica post vaccinale farmacoresistente.

In moltissimi stanno seguendo il suo sentiero.

In moltissimi si mobilitano per la divulgazione della sua storia.

Di seguito, la presentazione della sua pagina.

“Ciao sono NICOLA, sono nato SANO ma dopo il VACCINO esavalente,ho subito una cerebro lesione; tutte le mie funzioni piano piano hanno iniziato a regredire e peggiorarono dopo che mi sottoposero anche ad un bel vaccino trivalente -dicendo che a maggior ragione vista la mia encefalopatia,dovevo proteggermi- .

Mi sono trovato 6 anni fa sul letto dell ospedale in fin di vita,senza speranza, dopo più di 10 ricoveri alla ricerca del nulla.

Per me’ non c’è cura riconosciuta. Gli unici metodi che mi fanno stare meglio non sono riconosciuti,e questo è VERGOGNOSO.

Sono anche stato in tribunale dove un giudice del lavoro ha deciso di non farmi accedere ad una metodica compassionevole.

Sono arrabbiato perché sempre questo stato, impedisce a mio padre e mia madre di curarmi come meglio credono. NON ESISTE IL DIRITTO ALLA CURA.

Bisogna cambiare tante cose in questo paese.

Cominciando dall’indifferenza della gente. Sono arrabbiato ma sono fortunato ad avere i miei genitori che tanto mi amano e lottano per me.

Richiedete una corretta anamnesi  PRIMA DI ogni profilassi. TUTELATEVI“.

QUESTO IL MESSAGGIO DELLA FAMIGLIA GHIDOTTI A CUI VA TUTTO IL NOSTRO AFFETTO.

Siamo vicini a Nicola come ad ogni bimbo danneggiato dall’incompetenza medica, la quale si dimentica che il benessere e la salute degli individui dovrebbe essere tutelata.

ESAMI PREVACCINALI,PERCHE’ CONSIDERARLI INUTILI?

PERCHE’ OPPORSI ALLA LORO PRESCRIZIONE?

In un periodo in cui abbiamo perso il DIRITTO ALLA CURA,troviamo alquanto indecente il comportamento scorretto e immorale di moltissimi camici,i quali si oppongono alla prescrizione di analisi di laboratorio ,test anticorpali per appurare adeguatamente lo stato fisico di un soggetto prima che questo,venga sottoposto a qualsiasi profilassi vaccinale.

Nel caso degli individui immunocompromessi,la comunità scientifica è concorde sull’agire in maniera cauta;  in che modo,se nessuna corretta anamnesi viene effettuata prima di una vaccinazione?

“Siamo al limite della sopportazione” dichiarano i genitori danneggiati; come dar loro torto.

Ultimamente moltissimi gli sfoghi dei genitori contro il sistema. “Chiediamo queste analisi preventive,ma non vengono prescritte”.

Questo comportamento incivile e non professionale, va a discapito dei cittadini i quali hanno perso fiducia ,giudicando incompetente l’operato dello stesso Ministero della salute (anche in questo caso,non diamo loro torto).

Se queste analisi sono pagate dagli stessi contribuenti,come mai tutta questa opposizione nel prescriverle?

Cosa c’è realmente dietro il sipario?

Alle domande dei genitori,una risposta arriva loro come un macigno : LA CENSURA.

La perdita di fiducia nei confronti delle Istituzioni è stata fomentata non dai gruppi “antivaccinisti” (come dice qualcuno di poco informato) ma proprio da coloro che dovrebbero rassicurare e prendersi cura del proprio popolo.

La DISINFORMAZIONE regna sovrana e l’ignoranza e la saccenza divulgano una “verità” smentita da molti medici onesti e deontologicamente corretti.

Manca una reale informazione verso delle famiglie,le quali si ritrovano ad aver timore senza alcuna motivata ragione.

Lo stesso Ministero della salute,attraverso la sua portavoce,la nostra ministra Lorenzin,parla di EPIDEMIE mai nate. I dati reali?

Dov’è la TRASPARENZA in merito? Abbiamo precedentemente smentito i “200 morti di morbillo a Londra” dichiarati dalla Lorenzin la quale imperterrita (durante la trasmissione “la Gabbia”) ha continuato a destreggiarsi tra gaffe palesi e abbastanza gravi (il “VIRUS” della pertosse è letale; un bambino che si ammalerà di pertosse,probabilmente morirà”).

Troviamo incivile questo comportamento sopratutto su questa tematica.

Non si manipolano i dati e non si dovrebbero pagare i media per diffondere notizie false e prive di ogni logica oltre ad essere immorali nei confronti del popolo che contribuisce (con le sue tasse) a tenere in piedi questa baracca formata da politici che se ne fregano del reale benessere del cittadino.

Oltre a ricordare alla nostra Ministra, che i casi reali di morbillo segnalati a Londra nel 2014 non sono 200 ma 59 (a fine articolo troverete il riferimento del rapporto di sorveglianza sui casi di morbillo e rosolia integrato al rapporto n° 19,settembre 2015,fonte EPICENTRO), Le ricordiamo che quando si parla di pertosse,occorre sapere che reo è un BATTERIO e NON un VIRUS.

“La pertosse è una malattia infettiva causata da un batterio (Bordetella pertussis),piccola parentesi che potrà sicuramente servire ai bufalari che supportano le castronerie diffuse dai media”.

Un Ministro della salute dovrebbe saperle a menadito queste nozioni,ma appuriamo che così non è.

Con la speranza che i nostri organi prendano atto della reale situazione dei danneggiati, noi continueremo a portare avanti attraverso le testimonianze,una realtà fatta di dolore. Continueremo a  dar voce a chi è inascoltato.

I genitori dei danneggiati sono soli,quanto dovranno ancora pagare per uno stato criminale?

Per quanto dovremo assistere inermi alla disinformazione perpetrata attraverso notizie di parte che mirano al terrorismo psicologico cercando di instillare la paura?

La questione non è essere pro o contro i vaccini ma va alla base del reale problema.

L’obiettività,questo è il principio cardine.

I danni da vaccino esistono,questa è una realtà esattamente come l’esistenza della legge 210/92, PUNTO.

Continuare a negare il danno è davvero stupido e ignorante.

CHIEDIAMO AL NOSTRO GOVERNO, UN TAVOLO DI DISCUSSIONE CON LA PRESENZA DI TUTTA LA COMUNITA’ SCIENTIFICA. CHIEDIAMO CHE VENGA DATA  LIBERTA’ DI PAROLA A CHI INDOSSA IL CAMICE, RISPETTANDO IL PRINCIPIO “PRIMUM NON NOCERE”.

Chiediamo che il nostro Ministro della Salute sia un medico,informato,sincero e professionale e che la Lorenzin si dimetta.

Chissà se la censura lascerà il posto alla correttezza.

Concludiamo con la nostra richiesta inerente alla mancanza di un sistema attivo e funzionante di FARMACOVIGILANZA.

Moltissime le segnalazioni ricevute da parte dei genitori,relative alla negligenza dei medici e delle strutture sanitarie le quali non denunciano in caso di reazione avversa.

Questo non è più tollerabile. Il comportamento scorretto di molti “dottori” i quali saccentemente cercano di liquidare i genitori con la solita frase “NON è colpa del vaccino,non dovete nemmeno pensarlo” è motivo di rabbia motivata e delusione da parte dei cittadini che sono anche contribuenti e perciò pagano per avere un servizio sanitario alquanto scadente,ricordiamolo.

La Sfiducia regna sovrana nei confronti dello stesso Ministero della salute il quale non garantisce cura e nemmeno prevenzione.

Siamo alla frutta come dice qualcuno,tuttavia,ringraziamo chi con il suo buon cuore,opera in maniera volontaria,portando avanti una causa in maniera disinteressata.

Ringraziamo molti Medici degni di essere chiamati tali.

 

Ringraziamo POVIA e la sua sensibilità nel sociale ed in particolare per questo pensiero mandato al nostro piccolo guerriero.
“IO CAMMINO SUL SENTIERO DI NICOLA” scrive su un foglio,mostrandolo al mondo intero.
Nicola,un bambino gravemente danneggiato da una vaccinazione Esavalente ora chiede giustizia.
Nicola,un meraviglioso bimbo che lotta contro un mostro da lui non voluto.
Che lotta contro un sistema marcio e che omette dati e verità scientifiche ed inoppugnabili.
Un grande esempio di lotta per tutti noi.
Un piccolo grande guerriero.

 

Ringraziamo i genitori che supportano la famiglia Ghidotti. Di seguito un video che racchiude una parte delle centinaia di persone che hanno aderito a questa campagna di sensibilizzazione.

#BASTA DANNEGGIATI

Il Sentiero di Nicola. Noi diciamo basta ai Danneggiati da Vaccino

Ringraziamo la gente comune, le diverse associazioni e molti gruppi ultras d’italia che si mobilitano x raccontare la storia del nostro guerriero Nicola,sensibilizzando i cittadini in merito a questa importantissima tematica.

ultras

 

La pagina facebook del Sentiero di Nicola al seguente link

https://www.facebook.com/IL-Sentiero-DI-Nicola-500042300085440/?fref=ts

 

RIFERIMENTI

Morbillo? I REALI dati

Pertosse? Una sezione interamente dedicata.

Prevenzione. Analisi e test preventivi

Share

Il ragionevole dubbio

Di seguito le dichiarazioni dei Dottori Serravalle, Miedico, Malzac.

 

  • Dr Serravalle Eugenio“I vaccini possono avere effetti collaterali importanti,fino alla morte”.
  • Dr Dario Miedico  “ho vaccinato i miei figli ma non ho fatto vaccinare nessuno dei miei nipoti”.
  • Dr. jérôme malzac “è molto importante valutare la funzione immunitaria dei vostri figli,prima di vaccinarlo; aspettare almeno un anno di vita”.

 

 

Da informasalus.

Una persona non vaccinata che vive tra tanti vaccinati gode della herd immunity, si dice comunemente.

I soggetti vaccinati riducono la circolazione dei virus e dei batteri responsabili delle malattie e diminuiscono la possibilità che i non vaccinati possano ammalarsi. Questa “immunità di gruppo” (o di gregge o di branco) si realizza quando il 95% della popolazione è vaccinata contro una determinata malattia.

Esistono però alcuni dati contradditori che necessiterebbero di spiegazioni da parte degli esperti che, anche in questi giorni, sottolineano che non solo l’Europa, ma il mondo intero è a rischio poliomielite. Sono 6 le strutture organizzative regionali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: Europa (EURO), con sede a Copenaghen; Africa (AFRO), con sede a Brazzaville nella Repubblica del Congo; Mediterraneo orientale (EMRO), con sede al Cairo in Egitto; Sud-est asiatico (SEARO), con sede a Nuova Delhi in India; Americhe (AMRO), con sede a Washington, D.C. negli Stati Uniti; Pacifico occidentale (WPRO), con sede a Manila nelle Filippine.

I dati della regione AMRO che mi hanno colpito sono riassunti nella tabella successiva. Indicano le coperture vaccinali in quei Paesi in cui non dovrebbe esistere l’herd imAmunity perché è troppo bassa la percentuale di soggetti vaccinati.

I casi riportati in questa Regione sono ZERO, che è Polio-free, secondo l’OMS.

Anche nella Regione WPRO, a coperture basse

Non corrispondono epidemie di poliomielite. Anche questa Regione è Polio-free

Al contrario casi di poliomielite sono presenti nelle regioni AFRO, EMRO, SEARO. In Nigeria, Afghanistan, Pakistan la malattia è endemica, in altri Paesi è epidemica nonostante si continui ad utilizzare massicciamente il vaccino OPV. Proprio in queste aree si concentra la gran parte dei casi di polio causati dal vaccino orale.

L’esistenza della herd immunity dovrebbe garantire la popolazione dalla diffusione di epidemie: se la copertura è al di sotto del 95% la malattia può ricomparire, se è al di sopra del 95% il virus non dovrebbe circolare tra la popolazione. Ma i dati su esposti indicano che in numerosi Paesi la malattia ha comportamenti e andamenti completamente differenti: in alcuni paesi è completamente sparita, in altri ricompare a ondate epidemiche, in altri ancora rimane endemica indipendentemente dalle coperture vaccinali. Perché?

Si pensa che questo dipenda dall’esistenza di “cluster” di soggetti suscettibili, cioè dall’esistenza di gruppi di persone che vivono in comunità non vaccinate. Ma i dati smentiscono questa affermazione: la presenza di epidemie in paesi con alte coperture vaccinali si potrebbe spiegare con la presenza di questi “cluster” di non vaccinati, ma ciò non spiega l’assenza di malattia in popolazioni poco e mal vaccinate.

Dopo l’allarme polio in Israele, una pubblicazione apparsa sul Lancet, ripresa dalla stampa nazionale, lancia l’allarme polio in Europa, per la segnalazione di 10 casi di malattia in Siria. Si sottolinea il rischio che rifugiati provenienti da quell’area geografica possano diffondere l’epidemia anche in Europa, soprattutto in Austria, Bosnia e Ucraina che hanno coperture vaccinali inferiori al 95%. Ho scritto all’Autore dell’articolo, esprimendo le mie perplessità, e mi è stato risposto che nei paesi in cui si usa la vaccinazione di Salk c’è sempre la possibilità che si verifichi la trasmissione del virus della polio ,anche se la maggior parte delle persone sono vaccinate. Senza fare riferimento al valore del 95% dell’herd immunity, che sembrerebbe quindi non valere per i Paesi che usano il vaccino inattivato.

Tutto ciò continua a non spiegare il comportamento della malattia, che è indifferente alle coperture vaccinali, ma che è puntuale nel comparire nelle zone povere del pianeta, dove le condizioni igieniche sono precarie, dove la malnutrizione compromette l’immunità dei bambini, o negli scenari di guerre, dove i profughi che cercano di sfuggire alle atrocità ed ai massacri conducono una vita priva delle risorse più elementari.

Share

Vaccini? Medici francesi dubbiosi sull’utilità, l’efficacia e la sicurezza.

Vaccino si o no? Questa la domanda che attanaglia la mente ed il cuore di tutti i genitori.

 

A differenza dell’America, la Francia ha deciso di agire differentemente e di guardare in faccia i danneggiati.

I francesi sono un popolo che difficilmente mette da parte i propri dubbi per sottostare ad un volere effimero.

Vediamo ad esempio come nel 1992 la Francia abbia girato le spalle a grandi catene fast food; i cittadini francesi protestarono in piazza contro McDonalds. L’attivismo portò ad un incendio  fuori da un McDonald e di nuovo nel 1999, quando José Bové smantellò un edificio McDonald in costruzione nel sud della Francia, con l’aiuto di un gruppo di compagni.

E’ noto anche la diffidenza della Francia  nei confronti della Monsanto; infatti il paese ha vietato la vendita di erbicidiMonsanto-marzo-Francecontenenti glifosato mortale (Roundup). Questa diffidenza collettiva   è arrivata anche nei confronti del sistema vaccinale. I grandi dubbi del popolo francese  insieme ad una grande percentuale dei suoi medici,nacquero nel 2005; la perplessità circa la sicurezza e l’efficacia dei vaccini era motivo di dibattito già allora.

Una recente presentazione di Michèle Rivasi  (membro del Parlamento europeo), sottolinea lo scetticismo della sua nazione circa la profilassi vaccinale, dichiarando quanto segue:

“Tra il 2005 e il 2010, la percentuale di persone francesi pro vaccinazione è scesa dal 90% al 60% (2013 INPES Peretti-Watel). La percentuale dei francesi dubbiosi o non fiduciosi di tale profilassi, di età compresa tra 18 e 75 è aumentata dal 8,5% del 2005, raggiungendo il 38,2% nel 2010. Nel 2005 circa  58% dei medici ha messo in dubbio la stessa utilità dei vaccini somministrati ai bambini, mentre il 31% dei medici hanno espresso dubbi sull’efficacia.
  • http://www.thevaccinereaction.org/2015/08/the-french-national-debate-on-vaccine-safety/

 

Si,in solo 5 anni (2005/2010), la percentuale del popolo francese  dubbiosa o contro la vaccinazione è aumentata dal 10% al 40%. Gli stessi Medici non sono più convinti e le percentuali di disapprovazione si dividono,come abbiamo visto, tra dubbi di utilità, di efficacia e di sicurezza.

 PERCENTUALI A PICCO MA NESSUN FOCOLAIO

cancro tabelle

Strano come nonostante questi dati, non si sia verificato alcun focolaio in tutti questi anni.

Ma non sono soltanto i medici francesi ad avere dei dubbi a riguardo; ricordate la notizia delle alte percentuali di medici non vaccinatori in America? (fonte a fine articolo).

I media inoltre in Francia giocano un ruolo risolutivo in questo argomento come per il resto. Una notizia la si cerca di dare nella maniera più corretta possibile a differenza di Stati i quali si rifiutano la parola a danneggiati o semplicemente nel riportare fatti di cronaca.

C’è in atto un piano ben preciso svolto a celare le testimonianze dei genitori. I giornalisti come molti medici sono formati in modo che venga dato risalto solo a ciò che vuole il governo e tutto questo non è possibile. Una serie di testimonianze di seguito.

  • http://www.thehealthyhomeeconomist.com/vaccination-sexism-media/

Inoltre, l’ondata di reazioni avverse a seguito del vaccino contro il papilloma virus umano come pure lo scandalo del meningitec (più di 550 le famiglie francesi ad aver fatto causa) hanno provocato ancor più sfiducia nel popolo, il quale ora ha compreso dell’esistenza di altri profitti dietro la dorata bugia della sanità pubblica.

La stessa Marisol Touraine si è espressa in merito ma forse non tutti sanno che la medesima, prima di diventare ministro degli Affari sociali e della Sanità nel 2012, ha partecipato ad un’organizzazione di lobbying dell’industria farmaceutica chiamato ” Club Avenir de la Santé ” (Future of Health Club), finanziato da GSK.

Ad ogni modo la questione della sicurezza del vaccino in Francia ha ricevuto una enorme copertura mediatica nel mese di aprile 2015 a seguito di una relazione del comitato tecnico della farmacovigilanza alla Direzione Generale della Sanità a seguito del decesso di due neonato deceduti nel 2012 e il 2014 a seguito della vaccinazione con Rotarix e RotaTeq.  

Il Consiglio superiore della sanità pubblica francesce (HCSP) diffuse l’avviso di sospensione della raccomandazione per il vaccino contro la gastroenterite da rotavirus indicato a tutti i bambini di età inferiore ai 6 mesi.
I vaccini orali, prodotti rispettivamente dalla GlaxoSmithKline (GSK) e dalla Merck, sono stati segnalati anche per aver causato 500 eventi avversi di cui 200 gravi.
Marisol-Touraine
“La trasparenza è la migliore medicina per il trattamento di argomenti scientifici infondate.” – Marisol Touraine

Ovviamente il ministero della salute francese non dorme sogni tranquilli  perché secondo un sondaggio, il 74% dei francesi non ha intenzione di vaccinarsi contro l’influenza, ritenendolo inutile per il 52% e rischioso per il 22%, questo secondo un sondaggio IFOP reso pubblico il 12 ottobre scorso e realizzato per il Groupement de pharmaciens.

La macchina da guerra delle multinazionali del farmaco è partita subito al contrattacco approntando delle contromisure mirate al senso di colpa come si fa di solito in questi casi. Il giorno dopo, 13 ottobre, è partita una campagna di “informazione” che paventava chissà quali effetti nocivi, in modo particolare il rischio di finire in ospedale nel caso in cui non si fosse scelto la via della vaccinazione.

SEMPRE LA STESSA STORIA

Per placare la paura viene utilizzato il terrore come sempre. Questo atteggiamento ha iniziato a rivoltarsi contro coloro che da anni lo utilizzano per i propri scopi.

L’industria dei vaccini ora ha un volto e la popolazione è stanca di essere presa in giro.

 

  • http://circleofdocs.com/france-decides-to-opt-out-of-vaccines/
  • http://www.thevaccinereaction.org/2015/08/the-french-national-debate-on-vaccine-safety/

 

Correlati

Confermato il decesso di due bambini dopo la vaccinazione
DIVERSI I medici che spiegano chiaramente perché i vaccini non siano sicuri o efficaci.

1. La dottoressa Nancy Banche- http://bit.ly/1Ip0aIm
2. Il dottor Russell Blaylock- http://bit.ly/1BXxQZL
3. Il Dottor Shiv Chopra- http://bit.ly/1gdgh1s
4. IL DOTTOR SHERRI TENPENNY- http://bit.ly/1MPVbjx
5. Il Dottor Suzanne Humphries- http://bit.ly/17sKDbf
6. Il Dottor Larry Palevsky- http://bit.ly/1LLEjf6
7. Il dottor Toni – http://bit.ly/1CYM9RB
8. Il dottor Andrew Wakefield- http://bit.ly/1MuyNzo
9. Il dottor Meryl Nass- http://bit.ly/1DGzJsc
10. Il dottor Raymond Obomsawin- http://bit.ly/1G9ZXYl
11. Dr. Ghislaine Lanctot- http://bit.ly/1MrVeUL
12. Il dottor Robert – http://bit.ly/1SIELeF
13. Il dottor David Ayoub- http://bit.ly/1SIELve
14. Il Dottor Boyd Haley Phd- http://bit.ly/1KsdVby
15. Il Dottor Rashid buttar- http://bit.ly/1gWOkL6
16. Il dottor Roby Mitchell- http://bit.ly/1gdgEZU
17. Il dottor Ken Stoller- http://bit.ly/1MPVqLI
18. Il Dottor Mayer Eisenstein- http://bit.ly/1LLEqHH
19. Il dottor Frank Engley, Phd- http://bit.ly/1OHbLDI
20. Il dottor David Davis- http://bit.ly/1gdgJwo
21. Dr Paolo Obukhanych- http://bit.ly/16Z7k6J
22. Il Dottor Harold e buttram- http://bit.ly/1Kru6Df
23. La Dottoressa Kelly Brogan- http://bit.ly/1D31pfQ
24. Il dottor Rc – http://bit.ly/1MPVwmu
25. La dottoressa Rebecca Carley- http://bit.ly/K49F4d
26. Il dottor Andrew Moulden- http://bit.ly/1fwzKJu
27. Il Dottor Jack Wolfson- http://bit.ly/1wtPHRA
28. Il dottor Michael Melissa- http://bit.ly/1KsdpKA
29. Il dottor Terry Wahls- http://bit.ly/1gWOBhd
30. Il dottor Stephanie Seneff- http://bit.ly/1OtWxAY
31. Il dottor Paul Thomas- http://bit.ly/1DpeXPf
32.  http://bit.ly/1MPVHOv
33. Il dottor Richard Moskowitz- http://bit.ly/1OtWG7D
34. La dottoressa Jane Orient- http://bit.ly/1MXX7pb
35. Il dottor Richard – http://bit.ly/1GQDL10
36. Dr. Lucija Tomljenovic – http://bit.ly/1eqiPr5
37. Dr Chris Shaw- http://bit.ly/1IlGiBp
38. Il dottor Susan Mccreadie- http://bit.ly/1CqqN83
39. La Dottoressa Mary Ann Block- http://bit.ly/1OHcyUX
40. Il dottor David Brownstein- http://bit.ly/1EaHl9A
41. Il Dottor Jayne Donegan- http://bit.ly/1wOk4Zz
42. Il dottor Troy Ross- http://bit.ly/1IlGlNH
43. Il dottor Philip Incao- http://bit.ly/1ghE7sS
44. Il dottor Joseph Mercola- http://bit.ly/18dE38I
45. Il dottor Jeff Bradstreet- http://bit.ly/1MaX0cC
46. Il dottor Robert Mendelson- http://bit.ly/1JpAEQr

LINEE GUIDA? PROGRAMMA VACCINALE? IL 13% DEI PEDIATRI SI DISSOCIA

Share

Hpv e vaccini: un’altra vita spezzata

La storia di Maria e la forza della sua testimonianza.

Maria Lysaker Wennersberg e la sua testimonianza resa nota dalla madre, Rita Lysaker,un’infermiera.

Maria aveva dodici anni quando ha ricevuto il vaccino HPV Gardasil nel 2009. Non è stato in grado di andare a scuola per gli ultimi quattro anni e mezzo.

Maria aveva dodici anni quando ha ricevuto il Gardasil nel 2009. Non è stata in grado di frequentare la scuola per gli ultimi quattro anni e mezzo.

Dopo l’intervista condotta dal quotidiano norvegese (fonte a fine articolo) questa vaccinazione è divenuta un caso nazionale. Diverse le testimonianze e non si tratta certamente di psicosi di massa come i nostri governi dichiarano.

La Norvegia ora si unisce agli altri stati con le testimonianze delle sue cittadine.

A Maria è stata diagnosticata  la sindrome POTS.

Maria e Rita sono riuscite a mettersi in contatto con un eccellente medico danese,specializzato in questa sindrome e nel suo trattamento,il quale ha confermato la connessione tra la vaccinazione e la sindrome sopra citata.

L’articolo norvegese riporta la notizia senza alcuna censura attraverso il quotidiano Verdens Gang (VG) :

“Maria,18 anni, gravemente danneggiata a seguito della vaccinazione con Gardasil”.

  • http://www.vg.no/nyheter/innenriks/maria-18-har-vaert-alvorlig-syk-i-fem-aar/a/23517356/

A 12 anni, la ragazza norvegese, Maria Lysaker Wennersberg, ha ricevuto il vaccino contro l’HPV a scuola. Ad aprile 2015 è stata diagnosticata la POTS,  sospettata di essere un grave effetto collaterale dal vaccino.

La maggior parte delle volte Maria è costretta a rimanere a letto e non poter godere della sua adolescenza.

Una vita rovinata,spezzata e travolta da un dramma che ha comportato il non poter frequentare nemmeno la scuola.

Maria, una ragazza molto attiva nello sport, giocava a baseball, calcio e  sci in inverno; ora la stessa ragazza si trova su una sedia a rotelle ed ha bisogno dell’aiuto costante dei suoi genitori ogni giorno.

Maria racconta quanto sia difficile concentrarsi.

“Ma il peggio sono gli svenimenti. Io non posso alzarmi senza svenire. Il mio polso accelera in un attimo e non riesco a vedere nulla; la vista è offuscata” racconta la diciottenne.

Il controverso e temuto vaccino

hpv

Attualmente, molti i danni provocati da questa vaccinazione. In corso oltre alla denuncia di diversi stati europei, c’è la valutazione in Europa, USA e Asia riguardo la vaccinazione contro il papilloma virus umano.

“Noi non siamo contrari ai vaccini,ma è importante avere le informazioni prima di ogni vaccinazione riguardo il suo effetto sul nostro corpo; non ci si può rovinare la vita in questo modo” racconta Rita Lysaker.

Lei stessa è un’infermiera e ha seguito il programma di immunizzazione norvegese in tutta l’educazione di Maria.

Consenso Informato?

“Solo informazioni positive”

“Noi genitori,siamo stati invitati ad un incontro a scuola dove ci hanno parlato solo degli effetti benefici della vaccinazione contro l’Hpv e di quanto fossero fortunate le nostre figlie a poterlo effettuare” racconta Rita.

Maria è stata vaccinata con tutte e tre le dosi del Gardasil durante l’autunno del 2009 e la primavera del 2010.

Gli infermieri sono abituati a vedere come alcuni possono reagire dopo la vaccinazione,per questo motivo la stessa Rita si preoccupò molto quando vide il braccio della figlia gonfiarsi e divenire lu poco dopo la medesima vaccinazione.

“Passerà” pensò Maria; ma intanto la stessa ragazza,non è stata sottoposta ad alcuna visita successiva alla vaccinazione e nemmeno sapeva di essere un caso di reazione avversa. La condizione del braccio era “normale, innocua” hanno dichiarato.

Gravemente danneggiata

All’inizio del 2011 Maria si ammalò gravemente. Il malessere era talmente forte da portarla al ricovero presso l’ospedale di Fredrikstad.

“Credevo che fosse una banale influenza”. Maria è stata male per una settimana,quando finito il senso di vomito ha iniziato ad accusare dei forti dolori addominali.

La stessa ragazza viene dimessa ma quando i dolori addominali si fanno intensi viene prontamente ricoverata.

“Il dolore persisteva, ma i medici non ne comprendevano la ragione,per questo motivo,incapaci di fare una diagnosi”  racconta Rita Lysaker.

Maria tornò a casa stanca e provata.

Ha cercato di vivere come le altre giovani ragazze della sua età, facendo quello che poteva ma purtroppo ha dovuto accettare il suo limite.

“Gli insegnanti sono stati meravigliosi e hanno ceracto di aiutarmi anche a casa ma io non riuscivo a concentrarmi e ho ceduto” racconta Maria.

Intanto si susseguono visite su visite per Maria.

Dopo il suo ultimo soggiorno in una clinica privata  nella primavera del 2015, il suo stato di salute è peggiorato. Era un susseguirsi di svenimenti,non era più possibile andare avanti in questa maniera ed anche in questo caso è stata riammessa all’ospedale locale di Fredrikstad.

In questa struttura,Maria e la sua condizione, è stata attentamente esaminata. Il suo cuore è stato controllato e monitorata la pressione sanguigna. E’ rimasta li per 10 giorni,ma nessuna diagnosi ancora.

“Un infermiere presso l’ospedale di Fredrikstad, ci ha messo in contatto con un medico esperto di questa sindrome” racconta Rita.

Una caratteristica distintiva di POTS è che la frequenza cardiaca aumenta ma non la pressione sanguigna.

Diagnosi? “POTS”

Arriva la diagnosi per Maria. La sindrome di POTS – Sindrome di tachicardia posturale ortostatica.

“I medici ovviamente non collegano il danno alla vaccinazione” dice Rita Lysaker.

Maria fu dimessa con la prescrizione di bere molta a cqua e di tornare per i controlli ogni 3 mesi.

Diversi gli articoli  in cui invece abbiamo letto che la sindrome POTS sia un disturbo collegato alla vaccinazione contro l’ HPV; è altrettanto difficile reperire le statistiche poichè gli stessi eventi avversi vengono poco denunciati.

“Nell’articolo abbiamo letto anche il nome del Dr Jesper Mehlsen, il medico danese che ha seguito molti casi come quello di Maria in danimarca. Per questa ragione lo abbiamo contattato il quale prontamente ha accettato di vederci e siamo state davvero fortunate. E’ stata un’esperienza estremamente positiva quella di essere accolti dal Dr Mehlsen a Frederiksberg. Finalmente c’era qualcuno che mi comprendeva prendendo seriamente la mia storia. Dopo la visita,le cure e i consigli per vivere al meglio” racconta Maria.

Lo stesso medico ha confermato la reazione al vaccino Hpv.

Il Dottor  Mehlsen scrive “grave caso di tachicardia posturale ortostatica sindrome (POTS), che impedisce al paziente di stare in piedi e camminare.”

Egli conferma inoltre che la malattia sia una reazione avversa al vaccino HPV.

Maria continua con le sue cure anche se è difficile.
Con la speranza che tutto possa risolversi al meglio,abbracciamo questa ragazza e la sua famiglia e continuiamo a chiedere delucidazioni agli organi competenti.
E’ ora che diano una risposta a tutte queste ragazze ed agli stati che hanno denunciato il vaccino temuto e controverso.
CORRELATI
 

Danimarca

Consultazione sul vaccino HPV e sui suoi effetti collaterali in parlamento

http://hpv-vaccine-info.org/horing-om-hpv-vaccine-og-bivirkninger-i-folketinget/

ORDINE DEL GIORNO,DI SEGUITO SCARICABILE IN PDF

ALLEGATI

Danimarca: La testimonianza di Sarah Jensen

http://www.mx.dk/nyheder/hpv_blog/story/28520608

Un documentario sulla vita e la quotidianità delle danneggiate dal vaccino Hpv ( Irlanda,tv3).

  • https://www.facebook.com/TVThreeIreland/videos/10153389511599538/

Norvegia e la vaccinazione con Gardasil

  • http://sanevax.org/norway-force-vaccinated-with-gardasil/

 

Più sezioni interamente dedicate alla vaccinazione contro l’hpv

 

Share

BILL GATES E I VACCINI MORTALI; INTERESSI TRAVESTITI DA CRIMINOSE “MISSIONI UMANITARIE”

Interessi economici travestiti da Missioni umanitarie.

L’operato di Bill Gates il quale ricordiamo essere il secondo maggiore finanziatore dell’OMS, è aberrante.

Secondo diverse notizie,il caso si concentrerebbe in particolare sull’illecita sperimentazione umana basata sui due vaccini disponibili per l’HPV, Cervarix (GlaxoSmithKline) e Gardasil (Merck & Co); 16.000  i bambini  che vivono in Andhra Pradesh (India) usati come cavie; 14.000 invece i bambini di Vadodara, Gujarat, usati per la vaccinazione contro l’HPV.

I Medici indiani lo hanno citato per aver portato morte e non vita attraverso il suo operato. Moltissimi i bambini danneggiati e diversi i decessi.

BILL GATES

Se la Monsanto,  fosse una persona, personificherebbe lo stesso  Bill Gates. Sì, il fondatore di Microsoft ,è lo stesso il quale assieme alla moglie possiede un’associazione a “scopo umanitario” .

BILL GATES con la sua fondazione e una donazione di ben 220 milioni di dollari (2012-2013), è il secondo maggiore finanziatore dell’OMS (al primo posto abbiamo la WHITE HOUSE,il governo degli Stati Uniti).

UN UOMO DALLE MILLE RISORSE E DAI MOLTI CRIMINI

Le aree di intervento della fondazione sono molteplici: dai vaccini alla salute materno-infantile,dal micro-credito allo sviluppo agricolo. Molteplici a loro volta,anche i sostenitori della fondazione:MacDonalds,Coca Cola,Nestle,Sanofi-Aventis,etc.

Bill Gates, fondatore della Microsoft con la sua Fondazione è il secondo maggiore finanziatore dell’OMS

http://saluteinternazionale.info/wp content/uploads/2012/04/omstabella11.jpg

Alla fine del mese di maggio 2012 a GINEVRA si è tenuta l’annuale assemblea mondiale dell’OMS a cuii ha partecipato anche il movimento PEOPLE’S HEALTH MOVEMENT (PHM rete globale per il diritto alla salute).

Abbiamo pertanto la convinzione che L’oms sia guidato da interessi politici ed economici.

MARGARET CHAN (allora Direttore dell’OMS) dichiarò:

“Oggi,molte delle minacce che contribuiscono alla diffusione delle malattie croniche,provengono dalle compagnie MULTINAZIONALI che sono grandi,ricche e potenti,guidate da interessi commerciali e assai poco interessate alla salute della popolazione”.

TERZO MONDO

GLI INTERESSI SI CAMUFFANO DA MISSIONI UMANITARIE.

L’operato di tali associazioni è criminale e va combattuto. Tutto ciò è inaccettabile.

A denunciare il tutto è lo stesso Governo indiano assieme ai suoi medici i quali dichiarano quanto sia illegale sperimentare dei vaccini su bambini innocenti e denutriti; non avendo uno stato di salute ottimale è normale avere tra loro numerosi danneggiati e vittime e tutto questo non è corretto.

Lo stesso Governo indiano è sceso in  campo difendendo i propri bambini e dichiarando reo Bill tanto da denunciarlo.

La Corte suprema dell’India conduce attualmente una vasta indagine e delle ricerche sull’operato subdolo della  Fondazione di Bill & Melinda Gates, che volge principalmente al collaudo di vaccini mortali sul popolo povero, denutrito e spesso analfabeta.

LUPI TRAVESTITI DA AGNELLI

GATES

Ovviamente essere analfabeti è un punto a favore di queste associazioni non umanitarie, poiché riescono ad oltrepassare il consenso informato senza alcun problema.

Secondo diverse notizie,il caso si concentrerebbe in particolare sull’ illecita sperimentazione umana basata sui due vaccini disponibili per l’HPV, Cervarix (GlaxoSmithKline) e Gardasil (Merck & Co.).

Già nel 2009, la Fondazione Gates aveva tranquillamente finanziato le sperimentazioni del  Gardasil su circa 16.000 bambini che vivono in Andhra Pradesh, India.

Secondo un rapporto pubblicato dal prestigioso giornale Indian Economy,nel mese di agosto, molti dei bambini hanno subito danni permanenti riscontrando anche 5 decessi a seguito della vaccinazione contro il papilloma virus umano.

In uno studio separato del Cervarix sempre finanziato dalla Fondazione Gates, si stima che 14.000 bambini tribali a Vadodara, Gujarat, siano stati vaccinati per l’HPV.

Il risultato di questo studio aveva dato due decessi e centinaia di danneggiati.

QUANDO CI SI PRENDE GIOCO DELLA POVERA IGNORANZA.

In entrambi gli studi, molti dei moduli di consenso utilizzati erano ovviamente contraffatti; molti dei genitori essendo analfabeti sono stati costretti a firmare i suddetti moduli di consenso con le loro impronte digitali.

Una petizione che condanna questi crimini atroci contro l’umanità,prende atto che la Gates Foundation, così come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il Programma per la Tecnologia Adatta in Health (PATH), abbiano sostenuto grazie alle numerose prove, questa “negligenza criminale” perpetrata per testare i vaccini su gente denutrita e ignorante.

“Ciò è rimasto all’ombra fino a quando una organizzazione conosciuta con il nome di SAMA, ha trovato ed  iniziato a studiare le prove su questi esperimenti nazisti condotti su esseri umani e bambini che non hanno colpa.

Nonostante la notizia stia facendo il giro del mondo,i media statunitensi rimanono nel silenzio e non diffondono tale realtà.

Rei anche altri paesi occidentali i quali non diffondono tale notizia, rendendosi colpevoli così delle stesse malefatte.

OMERTA’ PERPETRATA SEMPRE ALLO STESSO MODO.

India: l’unico paese ad avere denunciato tutto ciò.

La Gates Foundation è anche responsabile per avere danneggiato e aver ucciso molti altri bambini,usati come cavie per la sperimentazione del vaccino contro la meningite (non testato), la poliomielite e i vaccini pentavalenti .
Purtroppo, questa non è l’unica volta in cui Gates e la sua equipe si trovano sul banco degli imputati per aver commesso dei crimini.

Nel mese di dicembre 2012, cinque bambini nella piccola città di Gouro, Ciad, sono stati  vaccinati coercitivamente con un vaccino sperimentale contro la meningite; un vaccino che non era stato approvato per l’uso commerciale.

Nonostante la perplessità dei bimbi ,i quali avevano dichiarato la loro decisione contraria a tale profilassi, la suddetta vaccinazione è stata perpetrata senza il consenso dei genitori. Senza questa vaccinazione i bambini non avrebbero potuto continuare ad andare a scuola.

MA NON E’ FINITA QUI

E ancora nel 2013, la Fondazione Gates e GAVI, hanno coercitivamente sottoposto centinaia di bambini del Pakistan alla vaccinazione contro la polio e vaccini pentavalenti non testati               ( ricordiamo anche il vaccino Alliance).

Molti dei bambini hanno sviluppato la tipica reazione avversa post vaccino polio,ovvero la paralisi flaccida acuta o NPAFP .

CORRELATI

OMS,CI SI PUO’ FIDARE?

https://vacciniinforma.it/?p=1972

  • http://www.livemint.com/Politics/XS6vPor5jFX3vKkaE7Ri6H/India-to-get-poliofree-status-amid-rise-in-acute-flaccid-pa.html
  • http://healthimpactnews.com/tag/npafp/
  • https://childhealthsafety.wordpress.com/2014/12/01/53000-paralysis-cases-in-india-from-polio-vaccine-in-a-year-npafp-identical-to-polio-but-twice-as-deadly/
  • http://pediatrics.aappublications.org/content/pediatrics/135/Supplement_1/S17.full.pdf
  • http://healthimpactnews.com http://vactruth.com
  • http://articles.economictimes.indiatimes.com
  • http://www.naturalnews.com/052265_vaccine_experiments_Bill_Gates_India.html#ixzz3u4koHAgl
Share

Vaccinazione “Hpv”; le testimonianze delle ragazze italiane danneggiate

Si chiede chiarezza sulla vaccinazione contro il Papilloma virus umano.

Di seguito,le testimonianze delle ragazze danneggiate.

Ricordiamo che diversi sono gli stati al mondo i quali hanno denunciato la tossicità della vaccinazione contro l’Hpv.

Lo stesso Eugenio Serravalle dichiara quanto segue:
“Chi sostiene che i vaccini sono sempre sicuri è smentito da pubblicazioni scientifiche, dai dati (largamente incompleti) della farmacovigilanza, e dalle testimonianze di chi riporta un danno.
Un gruppo di ragazze, raccontano nel seguente video come la loro vita sia cambiata dopo la vaccinazione; tutte loro hanno fornito  un esempio per ciascuno di noi,di quanto sia importante testimoniare e aiutare gli altri.
Hanno dimostrato che la lucidità e il coraggio non si fanno sconfiggere dalle reazioni avverse ai vaccini”.

Chiediamo al governo che venga fatta chiarezza sui danneggiati da questa vaccinazione.

Chiediamo che venga resa attivo il sistema di farmacovigilanza poiché molte di queste ragazze hanno riscontrato enormi problemi nel denunciare gli accadimenti.

CORRELATI

Vaccinazione contro il Papillomavirus umano e la testimonianza di Marion. La stessa Prof. Desguerre invita alla prudenza nella vaccinazione HPV. Di seguito il lavoro della sua equipe e i relativi dati omessi dal sistema di farmacovigilanza. Collusioni tra ditte, autori e medici i quali non riportano i casi reali delle reazioni post vaccinazione.

Sezione dedicata interamente alla vaccinazione contro l’Hpv

 

Share

Ester deceduta a causa meningite. L’Istituto superiore di sanità modifica le proprie osservazioni

Vaccini e meningite. Il padre di Ester: “serve comunicazione precisa”

condiviso dalla Redazione InformaSalus.it

ISS

Ester è morta nel 2013, quando ancora non aveva compiuto un anno, per una meningite.

Qualche settimana fa, Stefano Villa, padre di Ester, navigando sul sito dell’Istituto superiore di sanità alla ricerca di informazioni sulle malattie batteriche invasive, in particolare sullo pneumococco, ha notato quella che subito gli è sembrata una grave inesattezza: secondo quanto riportato sul sito, tutte le infezioni invasive causate dai 90 sierotipi di pneumococco conosciuti possono essere prevenute attraverso i vaccini.

Tuttavia, la drammatica esperienza della piccola Ester dimostra che non tutte le meningiti sono prevenibili con le vaccinazioni.

Il sierotipo che aveva colpito Ester, per esempio, non lo è. Non a caso la bimba era vaccinata e stava aspettando solo il richiamo previsto intorno all’anno di età.

“Come la mia storia dimostra – spiega Stefano Villa all’Istituto Superiore di Sanità  – non sono affatto contrario ai vaccini.

Ma credo che l’informazione corretta, su temi così delicati, sia fondamentale soprattutto su un sito istituzionale. Ecco perché ho deciso di segnalare l’errore”.

L’Istituto superiore di sanità ha risposto all’email del papà di Ester, informandolo che la frase in questione è stata corretta e trasformata in  “le infezioni invasive dai sierotipi più frequenti di pneumococco possono essere prevenute mediante vaccinazione”.

“Credo che la comunicazione in certi settori , come quello medico , debba essere il più precisa possibile”, ha scritto in seguito Stefano Villa al ricercatore Paolo D’Ancona che lo aveva informato della modifica.

“Quando si tratta di salute, le ideologie non c’entrano. Ester era vaccinata. Eppure ha contratto una meningite che non le ha lasciato scampo”.

http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccini-meningite-ester.php

Share

Gardasil: le vittime crescono

Gardasil: le vittime aumentano

Aggiornamento fonti gennaio 2016

Di seguito un video che riprende le interessanti affermazioni del  Dr. Rima E. Laibow , MD e Ralph Fucetola JD,con la partecipazione di Sanevax rappresentata da  Freda Birrell e Norma Erickson.

Il Dr. Lee  accusa l’OMS , mostrando che i vaccini HPV siano contaminati e pericolosi e lo fa attraverso una lettera.

Abstract

La vaccinazione anti papilloma virus umano (HPV) può provocare in alcuni soggetti la sindrome dolorosa regionale complessa, o la sindrome di tachicardia posturale ortostatica e la fibromialgia. Queste malattie sono difficili da diagnosticare e hanno caratteristiche cliniche sovrapponibili. La neuropatia delle piccole fibre e la disautonomia possono svolgere un ruolo importante nella patogenesi di queste condizioni patologiche.

Il dottor Sin Hang Lee, ha inviato una lettera aperta di protesta al direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Margaret Chan, comprendendo tutti gli organi ed i professionisti che possano dare lui ascolto su questo caso raccapricciante ( Dr. Robert Pless,  presidente del comitato consultivo globale sul Vaccine Safety (GAVCS) *,  dottor Koji Nabae del Ministero della Salute del Giappone, il dottor Melinda Wharton dei Centers for Disease Control (CDC), e il Dr. Helen Petousis-Harris di Auckland University, in Nuova Zelanda).

Dr. Sin Hang Lee

La lettera chiede l’integrità dei personaggi e degli organi rappresentati, poichè si pensa che i dati scientifici siano stati manipolati come gli stessi studi,come prova l’udienza pubblica avvenuta in Giappone nel 2014.

Sulla scia di tale udienza pubblica, il governo giapponese ha deciso di sospendere la raccomandazione di vaccini anti-HPV in attesa di ulteriori indagini. Il governo ha basato la sua decisione sul schiaccianti prove scientifiche  sui rischi della vaccinazione con Gardasil e Cervarix presentato dal Dr. Lee, il dottor Jerome Authier,Lucija Tomljenovic, PhD e il Dr. Mirna Hajjar. Il Giappone è stato il primo paese a sospendere la sua raccomandazione, che inevitabilmente arruffò le piume a Merck e GlaxoSmithKline.

  • http://thinkingmomsrevolution.com/who-accusations-misconduct/

Gardasil mi ha cambiato la vita

J-G-Arizona-article

Questa testimonianza è leggibile alla seguente fonte.

  • http://sanevax.org/gardasil-an-experience-no-child-should-have-to-go-through/

Il sito SANEVAX conosce i nominativi della famiglia e di questa ragazza vittima della terza dose di vaccino con GARDASIL.

ASTRATTO

Parla la madre della ragazza:

“Mia figlia è nata il 6 dicembre 1999. A circa 14 anni e 2 mesi di età ha subito una reazione avversa alla terza dose di vaccino.

JG è stata da sempre una ragazza normale,felice e con uno stato di salute ottimale. Ciò cambiò quando il suo medico le consigliò l’effettuazione del vaccino GARDASIL come prevenzione contro il cancro cervicale.

Il 7 gennaio 2012, JG ricevette la sua prima dose di Gardasil; il 26 luglio 2012, la seconda; tutto andava normalmente fino alla terza dose,effettuata il 23 gennaio 2013.

Nel marzo del 2013, ho notato che il corpo di mia figlia presentava degli strani lividi,mai avuti prima,ed essendo una infermiera iniziai a preoccuparmi.

Intanto la ragazza aveva avuto le prime mestruazioni ed intanto la mia preoccupazione cresceva fino a che nel luglio 2013,durante una vacanza alle Hawaii. JG cadde durante un gioco.

Da li una serie di analisi; nel gennaio del 2014, abbiamo richiesto di parlare con il Dr. Chapman, per richiedere un check-up. Abbiamo riferito a lui la sua situazione e questi persistenti lividi i quali continuavano a formarsi e a non regredire.

La mattina successiva, una telefonata del  Dr. Chapman ci ha svelato i risultati delle analisi; molto basso era il livello delle piastrine,per questo, bisognava affidarsi al più presto ad un medico ematologo esperto.

Da li ci siamo messi in viaggio arrivando all’ospedale pediatrico di Phoenix, dove hanno prelevato il sangue più volte. I valori restavano molto bassi,erano sempre gli stessi,a quel punto ci hanno chiesto la nascita di questi lividi e da li abbiamo raccontato la nostra storia.Dopo il nostro racconto siamo stati messi in contatto con un reumatologo, il Dr. Ede ed il Dr. Shah, l’ematologo. Altre analisi in cui risultavano presenti varie problematiche in corso  (LUPUS,trombocitopenica immune, ITP ). In ogni caso,prima di procedere alle suddette, i due dottori in maniera minuziosa, hanno valutato le cure con il supporto dei laboratori,come ad esempio per la terapia con immunoglobuline (“IGG”) per ricontrollare l’ANA e di DNA a doppio filamento”.

A JG è stata diagnosticata l’11 febbraio 2014, la porpora trombocitopenica immune, ITP. La morte improvvisa di una ragazza di 12 anni a Waukesha nel Wisconsin, poche ore dopo aver ricevuto il vaccino HPV Gardasil ha sconvolto la famiglia della ragazza, e ha inviato i media locali fuori a porre domande sull’accaduto.

Ecco un rapporto da WISN  News.

Il Dr. Geoffrey Swain del dipartimento sanitario locale è stato intervistato; la sua risposta standard da CDC  conferma che le reazioni gravi come questa sono “molto rare”. Si tratta di “1 su un milione “.

*Secondo le ultime statistiche (luglio 2014), pubblicate dal Dipartimento di Salute e Servizi Umani

-astratto- fonte

“National Vaccine Injury Compensation Program Monthly Statistics Report | Updated 03/31/2015 Since the first National Vaccine Injury Compensation (VICP) claims were filed in 1989, 4,022 compensation awards have been made. More than $2.9 billion in compensation awards has been paid to petitioners and more than $123.9 million has been paid to cover attorneys’ fees and other legal costs. To date, 9,882 claims have been dismissed. Of those, 4,940 claimants were paid more than $65.7 million to cover attorneys’ fees and other legal costs”

  • http://www.hrsa.gov/vaccinecompensation/statisticsreport.pdf

Video

  • youtube2http://player.ooyala.com/iframe.html#pbid=f7575286f810429a979346d9a69caaef&ec=U0aWRqbzoaLFGtBHTRebqHhM0bq7zpUt&docUrl=http%3A%2F%2Fhealthimpactnews.com%2F2014%2Fgardasil-vaccine-one-more-girl-dead%2F

 

1. Ci sono molti effetti collaterali segnalati più che solo la morte per il vaccino HPV.

Includono:

Menopausa precoce o infertilità

Vedi:

  • Vaccino papilloma virus umano e insufficienza ovarica primaria: un altro aspetto della sindrome infiammatoria / autoimmune indotta da coadiuvanti. Luglio 2013, American Journal of Immunology riproduttiva
  • Dr. Deirdre Little, un pediatra in Australia; il primo ad insospettirsi sull’efficacia della vacinazione contro l’Hpv       
  • Testimonianza di Due sorelle del Wisconsin

Narcolessia e disturbi autoimmuni

(Per approfondimenti :  narcolessia e cataplessia dopo Gardasil)

La sindrome di Guillain-Barré (GBS), ictus, tromboembolismo venoso (TEV), appendicite, convulsioni, sincope (svenimento), e le reazioni allergiche.

(Per approfondimenti : CDC HPV Vaccine fatti)

2. Diversi paesi denunciano la vaccinazione contro l’Hpv

 

  • Gardasil: la Spagna si unisce alla crescente lista di Paesi che presentano denunce penali
  • Corte suprema in India; l’articolo su Merck e la relativa frode sui danneggiati da vaccino hpv
  • Medici Francesi  chiedono: sono necessari i vaccini HPV ?
  • Merck; un ex medico afferma che il Gardasil diventerà il più grande scandalo medico di tutti i tempi
  • Giappone non consiglia la vaccinazione HPV 
  •  Giovani donne danneggiate 
  • Vaccino HPV: Israele e le dichiarazioni del Ministero della Sanità 

3. Non è possibile citare in giudizio un produttore di vaccini negli Stati Uniti –  questi odono dell’immunità legale totale

La maggior parte del pubblico americano è a conoscenza che un cittadino americano, per legge, non può citare in giudizio una casa farmaceutica per i danni derivanti dai vaccini. Il Congresso ha dato loro un’immunità legale totale nel 1986, e che la legge è stata confermata dalla Corte Suprema degli Stati Uniti nel 2011. Vi è anche il programma nazionale di indennizzo , “Vaccine Injury”  che è finanziato attraverso una tassa sui vaccini. Se vi sono danneggiati o decessi a seguito di un vaccino, è necessario assumere un avvocato e chiedere il risarcimento dei danni, in quanto non è possibile citare in giudizio i produttori di farmaci.

4. I guadagni dei governi

Il Dr. Eric Suba ha cercato di conoscere quanti soldi il National Institute of Health (NIH) ha guadagnato dalla vendita di Gardasil , ma si sono rifiutati di comunicare l’importo delle entrate del governo sul guadagno di questo vaccino.

 5. Julie Gerberding era responsabile del CDC. Ora è il presidente della divisione vaccini di Merck, guadagnando 5 miliardi di dollari l’anno. Conflitti?

Julie Gerberding era responsabile del CDC 2002-2009; gli anni in cui l’ FDA ha approvato Gardasil . Subito dopo il CDC, ha  riferito,  di avere completamente rinnovato la struttura organizzativa dell’agenzia. Molti scienziati di alto livello del CDC hanno rifiutato di lavorare ancora per lo stesso ente. Alcuni hanno sostenuto che Julie Gerberding  avesse dei legami con l’industria dei vaccini (articolo qui) .

6. donne  vaccinate con Gardasil contro  ceppi errati

Gli scienziati della Scuola di Medicina della Duke University hanno scoperto che le donne afro-americane hanno contratto ceppi di HPV non presenti nel vaccino Gardasil. (studio qui) . Moshella Roberts, a 20 anni è morta successivamente alla vaccinazione contro l’ HPV.

Correlati

 

Gardasil

Dopo Gardasil: Rivoglio semplicemente mia figlia Healthy Back

Gardasil: Mia famiglia soffre con me

Gardasil: La testimonianza di Ashlie

Gardasil ha cambiato la mia salute, la mia vita, e la vita della mia famiglia per sempre

Gardasil: la cosa peggiore che mi sia mai capitata

HPV Vaccini: la mia testimonianza

Una vita rovinata dal Gardasil

Il lato oscuro di Gardasil – un incubo che è diventato reale

Share

Hpv e gravi reazioni post vaccinazione. Danni cerebrali e dati omessi dalla letteratura scientifica sono realtà quotidiana. Farmacovigilanza? inattiva

Vaccinazione contro il Papillomavirus umano e la testimonianza di Marion.

ragazze hpv

La stessa Prof. Desguerre invita alla prudenza nella vaccinazione HPV.

Di seguito il lavoro della sua equipe e i relativi dati omessi dal sistema di farmacovigilanza.

Collusioni tra ditte, autori e medici i quali non riportano i casi reali delle reazioni post vaccinazione.
  • Malattie demielinizzanti, paralisi facciale, sindrome di Guillain-Barré, neurite ottica,sclerosi multipla,encefalite,questi i casi riscontrati.

Aggiornamento fonti gennaio 2016 a fine articolo

Risponde il Dottor Serravalle “La denuncia dal laboratorio molecolare di Milford (Usa): «Vaccino hpv, manipolati i dati sulla sicurezza»

Ci auguriamo che i media vorranno dare il giusto risalto a queste informazioni.

Il presidente di Assis

Dr. Eugenio Serravalle

  • http://www.assis.it/e-lecito-nascondere-le-prove-sui-danni-causati-dal-vaccino-antihpv/

 

La stampa francese ha pubblicato in questi giorni diversi articoli in merito alla somministrazione del vaccino contro il papillomavirus umano.
Pian piano si sta riconoscendo il legame tra la vaccinazione suddetta  e i danni al sistema immunitario . Il tutto dopo il malessere provocato ad una ragazzina francese di soli 15 anni. La commissione, favorirebbe il diritto della ragazza e della sua famiglia a ricevere un indennizzo per i danni ricevuti. 

Sanofi Pasteur vaccino papillomavirus Gardasil Merck medicinali

Quindi in teoria, la pubblica amministrazione francese,riconoscerebbe il nesso di causalità tra la somministrazione del Gardasil , prodotto da Sanofi Pasteur Merck, Sharp e Dohme (MSD) e la reazione di infiammazione acuta del sistema nervoso .

Una seconda iniezione (il vaccino è costituito da tre dosi) ha causato lo  squilibrio del sistema immunitario nella suddetta ragazzina.

La ragazza, oltre ad aver subito una encefalomielite acuta, ha attraversato fasi di cecità, paralisi facciale e purtroppo da mesi soffre di paraplegia.

Il soggetto interessato a questi danni è l’alluminio , adiuvante utilizzato nel vaccino per “migliorare la risposta immunitaria”.

  • http://www.migueljara.com/2013/11/28/un-tribunal-medico-de-francia-reconoce-los-danos-de-la-vacuna-del-papiloma/

Un’altra presunta vittima di questo vaccino

Astrid Carolina Mendez Pinilla, una ragazza di 19 anni di Bogotá, è deceduta questa sera in una clinica della capitale, come dichiarato dal suo avvocato Monica Leon.

Video di seguito

http://bcove.me/w37mlh8u

youtube2

La ragazza, che era in perfetta salute  prima di ricevere il vaccino nel settembre 2013, dopo un anno ha ricevuto la seguente diagnosi : “il quadro presenta una progressiva debolezza; le sindromi variano a partire da quella di Guillain-Barre, polineuropatia, con prevalenza di mielina assonale“.

Pinilla Mendez è stata una delle vittime, tutelate attraverso una denuncia depositata da Leon diversi mesi fa,il quale ha concesso il diritto (a ben sette minorenni di Bogotà) di cura e di una completa assistenza sanitaria composta da un team medico che valuterà la questione in maniera completa,comprendendo anche la diagnosi del danno da vaccino.

Un paio di mesi prima, una decina di ragazze avevano presentato simili reazioni da vaccino ed erano arrivate a Bogotà in cerca di aiuto e risposte. Successivamente, sono state prese in considerazione dalle autorità che le hanno affidate ad una clinica dove sono state sottoposte ad esami da diversi medici.

Il Ministero della Salute, nel frattempo, continua a difendere la suddetta vaccinazione ignorando dei gravi effetti collaterali e danni.

Attendiamo risposte.

Fonte e Correlati

  • http://m.elheraldo.co/nacional/muere-joven-que-presuntamente-resulto-afectada-tras-vacuna-contra-el-vph-210218
  • http://www.noticiascaracol.com/colombia/vacuna-del-virus-del-papiloma-le-causo-la-muerte-hermana-de-mujer-fallecida

Il video seguente, è particolarmente tecnico, ma quello che serve è comprendere gli innumerevoli e gravi danni provocati da questo vaccino.

In questo video, il neurologo francese, il Dr. Isabelle Desguerre racconta la storia di Marion, una ragazza sana senza alcun problema fisico, una brillante studentessa di appena 14 anni.

Dieci giorni dopo la seconda iniezione di Gardasil, la salute dell’adolescente inizia a peggiorare; i sintomi comparsi comprendono l’ipersonnia diurna  (sonno eccessivo), disturbi del sonno durante la notte e difficoltà nella concentrazione .

Un controllo medico iniziale, compresa la risonanza magnetica mostra (vedi le immagini) localizzati l’iperintensità   in T2 e Flair  nel lobo parietale del cervello.

Memoria e logica sembrano non aver risentito di particolari problemi ma la quotidianità dice altro; ad esempio Marion iniziò a comportarsi in maniera strana. A seguito dei frequenti comportamenti compulsivi come scappare di casa per entrare in un negozio,rubare senza ricordarsene in seguito, i familiari della ragazza,decisero di far seguire Marion da uno psichiatra infantile.

Pochi mesi dopo, nel giugno 2009, i problemi comportamentali divennero patologici e molto più acuti: Marion ad esempio si spogliava nuda per la strada, presentando evidenti problemi mentali.

Da una studentessa brillante ad una ragazza con seri problemi e handicap mentali.

La valutazione è stata:

  • deterioramento cognitivo con disturbi della memoria comune.

La ragazza poi venne sottoposta ad una serie di test. Una risonanza magnetica  mostrò una iperintensità peri-ventricolare (si può vedere nell’immagine sottostante attraverso l’alone bianco intorno ventricoli cerebrali).

Danni cerebrali dopo Gardasil: genitori e ragazzi hanno bisogno di conoscere prima della vaccinazione!

 

La valutazione medica unita a tutti gli esami a cui Marion è stata sottoposta ha dato credito,attraverso la  sintesi intratecale ,ad una sorta di iniziazione di eventi immunologici che si verificheranno nel fluido cerebrospinale.

Tuttavia, la traccia di demielinizzazione  (riguardo MRI) sembra essere peggiorata rispetto al primo MRI eseguito all’inizio dei disordini.

Nella foto sottostante,il peggioramento (a destra) della lesione rispetto al precedente MRI (a sinistra) :

Danni cerebrali dopo Gardasil: genitori e ragazzi hanno bisogno di conoscere prima della vaccinazione!

 

Diverse figure mediche specialistiche si sono unite in questo caso nella collaborazione del caso di Marion. Successivamente la ragazza è stata trattata con cortisone che migliorò la sua condizione in maniera netta; il tutto però durò solo un mese.

I suoi problemi comportamentali ricomparvero fino a che Marion non venne ricoverata al reparto di psichiatria infantile .

Nessun miglioramento per la ragazza con le cure cortisoniche ; si è provveduti a reintrodurre una seconda puntura lombare che trova sempre la stessa reazione immunologica senza alcuna buona reazione.

I disturbi cognitivi rimangono e le fughe di Marion aumentano fino a quando il corpo della ragazza venne ritrovato due mesi dopo . (Nel video è importante ascoltare le affermazioni tra 7’10 ” e 7’30 “).

All’inizio del 2009, quando iniziò la pratica vaccinale di massa successiva alla grande campagna di vaccinazione francese, la farmacovigilanza riportò “solamente”cinque casi l’anno di malattie demielinizzanti riscontrati entro 21 giorni dopo la vaccinazione.

Alla fine del 2009, erano già 10 i casi di malattie demielinizzanti entro il mese successivamente alla vaccinazione.

Anche se apparentemente molto raro (sappiamo bene che non esiste alcun riconoscimento ufficiale sui danni seguenti alle vaccinazioni), lo stesso team medico ha affrontato dopo il caso di Marion ad altri due gravi casi neurologici sempre successivi alla vaccinazione HPV.

Uno dei casi presenta un edema cerebrale con un’iperintensa riscontrata in 15 giorni dopo la vaccinazione e un’encefalomielite acuta disseminata  (ADEM).

La particolarità di questi casi sollevati dal Prof. I. Desguerre è che non si presentano con segni neurologici acuti ma attraverso manifestazioni neuropsicologiche e psichiatriche così gravi da condurre a disturbi comportamentali.

Infine per coronare il tutto, la stessa equipe ha affrontato un caso di mielite acuta nelle tre settimane a seguito di una seconda dose di vaccino ed un caso riguardante la sindrome di Guillain-Barré.

Il team del Prof. Desguerre  è ricorso alle ricerche nella letteratura medica sull’argomento,recuperando dall’inizio del 2015 una dozzina di pubblicazioni che parlano In primo luogo dell’importanza della vaccinazione senza menzionare alcun danno.

Questo portò lo stesso team ad approfondire  circa i danni della suddetta vaccinazione prendendo esempio dagli studi trasversali (che esaminano cioè una serie di studi sullo stato di un problema medico particolare); il mese di marzo 2015 comprende ben  661 pubblicazioni scientifiche scritte tra il 2007 e il 2014.

Il Prof. Desguerre continua ad osservare l’omissione dei danni e degli effetti collaterali di questo vaccino.

Uno studio portoghese ha ancora Ha anche osservato 4 casi di attacchi demielinizzanti nelle giovani donne appena vaccinate e che si manifesta ancora una volta attraverso un danno cerebrale.

Ci chiediamo dove sia la farmacovigilanza. Dove sono i dati?

Non ci soffermiamo sui molteplici conflitti d’ interesse che coinvolgono le pubblicazioni scientifiche le quali negano o minimizzano l’ovvio rischio derivante dalla suddetta vaccinazione.

Così uno studio britannico del 2014, affronta la collusione dei medici ed autori stipendiati dal produttore GSK  sulle omissioni riguardanti gli effetti collaterali neurologici conseguenti al vaccino HPV Cervarix .

Farmacovigilanza?

Nessuno di questi casi compare in alcun registro:

  • In quattro anni sono stati riscontrati ben 19 casi di paralisi facciale di cui 5 presumibilmente attribuibili alla vaccinazione; 14 casi di sindrome di Guillain-Barré; 4. 8 casi di neurite ottica; 4. 7 di lupus; 2. 5 casi di sclerosi multipla; 3. 6 encefalite .
  • Notiamo una sottostima nei dati ed un sistema passivo di farmacovigilanza poiché ufficialmente, l’azienza GSK e gli autori di studi parlano di solamente 20 casi in 4 anni,cosa assolutamente non vera.

Come sottolineato da Isabelle Desguerre, la letteratura medica non è sufficientemente illuminante per gli operatori al momento perché:

  • Evoca solamente delle semplici reazioni locali banali
  • Si concentra principalmente sulla copertura vaccinale (vaccinare il maggior numero possibile di persone)
  • Collusione da parte delle pubblicazioni e dell’operato dei laboratori
  • La metodologia utilizzata finora è assolutamente errata poiché essa esclude un nesso di causalità tra la vaccinazione e i vari disordini, sopratutto in considerazione della specificità del quadro clinico .

I Casi neurologici citati dal professor Desguerre non hanno mostrato alcuna predisposizione genetica  (è molto importante sottolineare ciò).

La stessa Prof. Desguerre ha consigliato prudenza nella suddetta vaccinazione . Essa parla della mancanza di effettuazione di analisi post vaccinazione per la determinazione di un quadro clinico completo in presenza di danni riscontrati.

VIDEO CORRELATI
  • L’intervento della Prof.Desguerre

Che i vaccini possano alterare il comportamento umano a seguito danni permanenti   causati da una vaccinazione,non è assolutamente uno scoop per coloro che studiano il soggetto in modo indipendente e non ideologico da anni .

Si conosce lo stretto legame  tra il sistema immunitario e quello nervoso.

Questi collegamenti erano già noti e studiati per molti anni da specialisti.

Da questo la grave preoccupazione per la sfera comportamentale .

E’ quindi inaccettabile che i genitori e gli adolescenti coinvolti (ora anche in Svizzera, Canada, Stati Uniti e Australia) non siano adeguatamente informati di questi gravi rischi neurologici, capaci di modificare irreversibilmente il comportamento ed indurre la morte.

  • Si consiglia anche l’eccellente sintesi fatta dal Dr Lucija Tomljenovic  (dottorato di ricerca in Neuroscienze presso l’Università della British Columbia di Vancouver,Canada) sulla vaccinazione contro l’HPV . Nel secondo video invece una sintesi della stessa riguardante le vaccinazioni in generale e la corruzione del mondo farmaceutico.

 

ARGOMENTI CORRELATI

Due intere sezioni

Più di 130 ragazze adolescenti danneggiate dalla vaccinazione contro il papilloma virus umano.Le famiglie delle vittime chiedono il ritiro del Gardasil.

Tuttavia, il mese scorso, l’Agenzia europea per i farmaci ha stabilito che il vaccino HPV è innocuo ed efficace.

La revisione europea riguarda due condizioni: sindrome dolorosa regionale complessa (CRPS) e la sindrome di tachicardia ortostatica posturale (POTS) nelle giovani donne danneggiate dei vaccini HPV.

Anna Cannon, la portavoce di Regret, ha dichiarato: “Per ora abbiamo 131 ragazze danneggiate, ma i casi aumentano ogni giorno”.

  • http://www.independent.ie/irish-news/health/revealed-trauma-of-131-girls-after-hpv-nightmare-34262481.html

Fonte

http://www.initiativecitoyenne.be/2015/07/lesions-cerebrales-apres-le-gardasil-parents-et-ados-doivent-le-savoir-avant-la-vaccination.html

ALLEGATI

La denuncia contro il Prof Henri Joyeux 

La decisione ha suscitato diverse polemiche in merito.

Patrick Bouet, Presidente del consiglio dell’Ordine Nazionale dei medici , ha annunciato Giovedi 25 giugno la denuncia effettuata presso la Sezione disciplinare Trial Linguadoca-Rossiglione contro il professor Henri Joyeux il 13 maggio; lo stesso aveva indetto  una petizione sui pericoli concernenti le vaccinazioni raccoglendo quasi 680.000 firme.

FONTE

  • http://www.lemonde.fr/societe/article/2015/06/25/vaccins-l-ordre-des-medecins-porte-plainte-contre-le-professeur-joyeux_4661835_3224.html#ylXxSwSAR8xPKpZ6.99

DANIMARCA
La Società per il cancro riceve denaro dall’industria farmaceutica prima di una vasta campagna per l’HPV
La Società danese per il cancro ha ricevuto 675.000 corone dal produttore del vaccino anti-HPV Gardasil prima del lancio della campagna per l’HPV ‘Wonderful Life’.

  • http://www.mx.dk/nyheder/hpv/story/28716083

STATI UNITI
Una pluri-premiata neurologa mette in guarda sul possibile nesso tra la vaccinazione anti-HPV e le ragazze malate.
La neurologa e docente universitaria americana specializzata in malattie autoimmuni Svetlana Blitshteyn, ora mette in guardia sulle affermazioni che negano l’esistenza di un nesso tra i vaccini anti-HPV e la POTS e altre malattie autoimmuni.
La stessa Svetlana Blitshteyn ha studiato diverse ragazze che sospettano di essere state danneggiate dal vaccino e dichiara:
“La maggior parte di queste giovani ragazze era in salute prima del vaccino”.

  • http://www.mx.dk/nyheder/hpv_int/story/16369899

Infarto miocardico fatale legato al Gardasil® in un adolescente: il caso presentato all’Office of Special Masters della U.S. Court of Federal Claims (il “Tribunale dei vaccini” statunitense, ndt).
Gomez contro il Dipartimento della Salute degli Stati Uniti:
L’istanza n. 15-0160V1 presentata dallo studio legale Roberts Law Firm di Newport Beach, California, per i querelanti Adan Gomez e Raquel Ayon, a nome del proprio figlio defunto Joel Gomez, recita:
Joel Gomez ha ricevuto il vaccino Gardasil di Merck il 19 giugno 2013 e nuovamente il 19 agosto 2013, ed è morto nel sonno il giorno seguente, 20 agosto 2013. Il decesso è stato causato di fatto dalla somministrazione del vaccino Gardasil.

Tale affermazione è rafforzata da una perizia di supporto redatta da Sin Hang Lee, MD, in cui si legge:
Il Gardasil® ha causato o contribuito a causare un infarto del miocardio nel deceduto, e la seconda dose di Gardasil® ha infine causato un’ipotensione fatale in questo caso nel giorno della vaccinazione. Non c’è altra causa plausibile per la morte di Joel Gomez nella notte del 19 agosto 2013.
La documentazione mostra che Joel Gomez, il deceduto, un ragazzo sano di 14 anni, che fin dalla nascita eseguiva regolarmente visite per i bilanci di salute presso lo studio pediatrico, non mostrava alcun segno di problemi di salute pre-esistenti, e nello specifico nessun segno di anomalie cardiache, disturbi psicologici o abuso di sostanze. L’adolescente si era allenato per la squadra di football della scuola superiore dalle quattro alle cinque ore al giorno nei due mesi precedenti il decesso senza incidenti.
Il 19 giugno 2013, il ragazzo ricevette la prima dose di Gardasil® con iniezione al braccio sinistro presso lo studio del medico. Non furono segnalate reazioni avverse in seguito alla prima vaccinazione da parte del ragazzo, della sua famiglia o del medico. Il 19 agosto 2013 il ragazzo ricevette una seconda dose di Gardasil®, come programmato nello studio del medico. Dopo di che, ritornò a casa e andò a dormire. Il ragazzo fu trovato a letto in stato di incoscienza la mattina seguente, 20 agosto 2013, alle ore 7:00, dalla sua famiglia.
Furono chiamati i paramedici e il ragazzo fu trasportato in ospedale, dove fu dichiarato morto alle ore 9:07 del 20 agosto 2013.
L’autopsia fu eseguita il 23 agosto 2013 da un medico legale (ME) di Los Angeles, California.
Il referto autoptico ha rilevato la presenza di elementi anomali significativi, tra cui quanto segue:
una fascia stretta e lunga divenuta di colore nero-rossastro che è in qualche modo più scura del resto del miocardio e che si estende per una lunghezza di 6 cm e una larghezza di 0,4 cm dalla base anteriore del cuore fin quasi all’apice. ..tale lesione è limitata alla parete libera anteriore. Entrambi i polmoni sono estremamente pesanti. Il parenchima polmonare è di colore viola-rosso-scuro e completamente intriso di edema e sangue. Microscopicamente, una lesione localizzata è stata rilevata nel ventricolo sinistro del cuore.
Secondo il parere del medico legale:
Il decesso è avvenuto per miocardite, che sembrerebbe essere stata totalmente asintomatica. Dal punto di vista istologico, la malattia era presente da almeno alcuni giorni o settimane. La causa è sconosciuta.
Il Dott. Lee ha esaminato i vetrini microscopici e ha concluso che la lesione al miocardio corrispondeva ad un infarto, successivamente in fase di recupero, avvenuto alcune settimane prima, in concomitanza dell’inoculazione della prima dose di Gardasil®.
Secondo il suo parere,
I frammenti di DNA del gene L1 dell’HPV legati all’adiuvante alluminio nel Gardasil® possono causare l’insorgenza improvvisa e inaspettata del fattore di necrosi tumorale α e di altre citochine. Alcune di queste citochine rilasciate dai macrofagi sono potenti depressori del miocardio, capaci di causare ipotensione con piccole perfusioni cardiache in certi individui geneticamente o fisicamente predisposti.
Perché questo caso è significativo?
Infarto miocardico
Joel Gomez era chiaramente un ragazzino sano ed atletico seguito dal pediatra fin dalla nascita. L’infarto miocardico si è verificato tra le due somministrazioni di Gardasil, come descritto dal referto del medico legale. Secondo il Dott. Lee, un infarto in fase di recupero all’età di 14 anni è un fenomeno che praticamente non ha precedenti. Di fatto, il Dott. Lee evidenzia che in questo caso si è verificato un infarto del miocardio “da manuale”, analogo a quello comunemente osservato in pazienti molto più anziani con una storia clinica di attacchi cardiaci. L’unico fattore di cambiamento intervenuto nella vita di questo ragazzo è dato dalle vaccinazioni con Gardasil.
Secondo l’istanza presentata:
i querelanti asseriscono che Joel ha contratto una miocardite, causata, di fatto, dal vaccino Gardasil. I querelanti asseriscono che la sequenza logica di causa-effetto dimostra che la vaccinazione è stata la ragione del decesso. Un ulteriore sostegno alla relazione di causalità deriva dal considerare la stretta relazione temporale tra la vaccinazione e il decesso. Il fatto che Joel fosse un ragazzo sano di 14 anni senza problemi di salute rappresenta una forte prova circostanziale che il decesso sia stato causato, di fatto, dal vaccino Gardasil.
Ciò significa che non c’è modo di sapere quante ragazze (o ragazzi) vaccinate con Gardasil abbiano sviluppato un danno permanente al miocardio. Che lo si voglia definire miocardite o infarto, si tratta, in entrambi i casi, di una patologia cardiaca silente. Una patologia cardiaca silente sarebbe da considerare assenza di danno se il paziente non fosse deceduto?
In un colloquio telefonico in merito alla significatività di questo caso per i genitori e i professionisti del settore medico, il Dott. Lee ha dichiarato:
Gli adolescenti vaccinati con Gardasil® dovrebbero astenersi da sport agonistici come il football per almeno due mesi e dovrebbero sottoporsi ad un elettrocardiogramma per escludere un infarto miocardico silente in atto, qualora si verifichino episodi di sincope, disturbo toracico, tachicardia o ipotensione nei due mesi successivi all’inoculo di Gardasil®.

  • https://healthimpactnews.com/2015/teen-age-boy-dies-after-gardasil-vaccine-lawsuit-filed-in-u-s/

Co

Share

Sezione Video e Reportage

IL VIRUS DELL’OBBLIGO

Pubblicato il 31 gen 2013

QUESTO VIDEO E’ UN RIASSUNTO SUL TEMA IL VIRUS DELL’OBBLIGO
andato in onda su REPORT rai 3 il 15.10.98

Il Professor Giulio Tarro,braccio destro dello scopritore del vaccino antipolio,Albert Sabin,dichiara:

“Uno dei maggiori problemi collaterali delle vaccinazioni è lo shock anafilattico; oppure ci sono altre possibilità,visibili nel tempo,di una serie di effetti che possono colpire in particolare il SISTEMA NERVOSO.
Secondo alcuni studiosi infatti,alcune problematiche,malattie,esempio le encefalopatie e addirittura l’autismo,potrebbero essere collegate a certe vaccinazioni”.

L’inchiesta riporta una serie di testimonianze di genitori i cui figli sono morti o hanno riportato gravi reazioni avverse in seguito alle vaccinazioni obbligatorie.

Per quei pochi che hanno deciso di non rassegnarsi al destino , la legge 210/92 ha previsto un rimborso per i danni da vaccino. Ma essere rimborsati é molto difficile, e centinaia di persone continuano a lottare per avere giustizia, mentre la normativa che rende le vaccinazioni facoltative non riesce a diventare legge

 

 

Il Ragionevole Dubbio

Pubblicato il 05 dic 2012

Regia: Ambra Fedrigo
Direttore della fotografia: Claude Colman
Musiche: Nicola Bottos

 

Influenza, stop ai vaccini Novartis anche in Spagna e Germania

Divieto del Ministero della Salute di utilizzare 4 dei vaccini antinfluenzali

 

Virus A. Il “regalo” dell’italia alla Novartis.

Perquisizioni nelle sedi del Gruppo farmaceutico Novartis

REBUS: VACCINI E FARMACI, il potere di “Big Pharma”

“Vaccinati a morte” e i Militari Italiani

di Vittoria Iacovella

Grazie per il Reportage della Giornalista Iacovella.

Grazie per essersi ricordata dei militari Italiani.

Pubblicato il 25 ago 2013

La denuncia di Daniela “Non posso neanche prendere in braccio i miei figli”

Vaccini mortali ai militari – sindrome senza balcani

Caricato il 14 nov 2008

(parte 1-2-3)

 

Vantaggi e svantaggi delle vaccinazioni pediatriche 

Dott.Roberto Gava

Pubblicato il 23 ott 2013

 

 

Le reazioni avverse ai vaccini

Dott. Maurizio Conte

Pubblicato il 15 mar 2012

 

 

Danni da Vaccino

Dottor Massimo Montinari

 

 

Case farmaceutiche sotto accusa

Caricato il 08 nov 2011

 

Autism: made in USA

Caricato il 24 dic 2010

 

 

VaccineNation

Caricato il 24 dic 2010

 

IO SONO VIVO

Caricato il 05 giu 2010

Alberto Tremante, maggiorenne e vaccinato, costretto su una sedia a rotelle proprio per colpa del vaccino antipolio. Dedicato alle vittime dei vaccini e ai loro famigliari.

 

Truth and Gardasil: Interview with Dr Deirdre Little

 

Local family’s concern of Gardasil vaccine

 

“De vaccinerede piger”

 

HPV Vaccine Safety and Efficacy Issues: Dr. Tomljenovic’s in Vancouver, 2015.

 

 

 

TEMATICA “HIV-AIDS e CANCRO

House of Numbers

 

Il complotto che affossò il Metodo Di Bella

Metodo Di Bella

Share

Vaccino contro il Papilloma Virus umano? Migliaia le ragazze colpite da malattie debilitanti dopo la vaccinazione nel Regno Unito

Vaccino contro il Papilloma Virus umano?

Migliaia le ragazze colpite da  malattie debilitanti dopo la vaccinazione nel Regno Unito.

Trattasi solo del Regno Unito?

I dati cosa dicono?

Perché le Istituzioni continuano ad essere assenti?


ragazze hpv

 

Quando Caron Ryalls  firmò per la vaccinazione contro il Papilloma Virus umano di sua figlia Emily,lo fece ovviamente per proteggerla contro il cancro cervicale; non sapeva che tutto sarebbe andato in maniera diversa,non poteva aspettarselo.

Purtroppo gli ultimi quattro anni si sono trasformati in un incubo per la famiglia; diversi gli effetti collaterali da Emily subiti.

Dopo  appena due settimane dalla prima iniezione contro l’HPV, l’adolescente Emily  ha sperimentato sulla sua pelle questi effetti,attraverso vertigini e nausea.

“I sintomi nel tempo sono cresciuti e io stavo sempre peggio; dopo la seconda e terza iniezione, sono andata in Pronto soccorso più volte lamentando dolori al petto e  dolori addominali,così come difficoltà di respirazione” spiega Emily.

Ora La ragazza, ha 17 anni e racconta:

“Una volta non riuscivo a muovermi nulla su un lato del mio corpo. Non sapevo cosa stesse accadendo. “

Emily è una delle migliaia di ragazze adolescenti che sono state colpite purtroppo da malattie debilitanti a seguito della vaccinazione di routine contro l’HPV. Lei forse potrebbe stare meglio e guarire,ma non si sa davvero nulla.

“Prima della vaccinazione, Emily  aveva una storia clinica senza problemi”, ha raccontato la signora Ryalls, 49 anni dall’Ossett (West Yorkshire).

“Lei è sempre stata una ragazza con buona salute e sana; era un’atleta ed una studentessa davvero brillante nella sua scuola”.

La signora ha segnalato l’accaduto e le condizioni di Emily presso la Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA). Negli ultimi 10 anni fino ad aprile di quest’anno, l’agenzia in questione, ha ricevuto quasi 22.000 reazioni sospette e avverse al farmaco (ADR); i rapporti evidenziano chiaramente le 13 categorie, tra cui l’influenza di vaccinazione ordinaria,l’MMR, il tetano, la difterite e la poliomielite.

drug-reactions

 

  • SOLAMENTE nella categoria HPV contiamo  8.228 casi di reazione avversa (ADR), di cui 2.587 classificati come “gravi” (queste definizioni vengono stilate in base alla pericolosità).

La MHRA ha dichiarato che i dati non rispecchiano la vera quantità di ADR a causa di un “livello scarso,sconosciuto e variabile della segnalazione”.

L’agenzia stima di ricevere SOLTANTO il 10 per cento di tutti i rapporti, suggerendo il numero effettivo di ragazze che soffrono ADR,le quali potrebbero essere decine di migliaia di persone.

“Ogni visita in cui veniva menzionata la vaccinazione contro l’HPV è stata accolta con ostilità e derisione” afferma la signora Ryalls.

Due anni dopo,Emily venne curata dal Dr Pradip Thakker presso il Queens Medical Centre di Nottingham; diagnosi? quella di POTS (sindrome di tachicardia posturale ortostatica), una condizione in cui,anche i movimenti più semplici (rimettersi in piedi da sdraiati) causa un battito cardiaco eccessivamente alto.

A questo punto Emily, era in grado di gestire solo tre o quattro ore di scuola alla settimana. La signora Ryalls, che aveva costruito una piccola casa editrice, è stata costretta a chiudere ecurare a tempo pieno Emily.

Il Cancer Research UK  sottolinea che il cancro cervicale è il secondo tumore più comune nelle donne sotto i 35 anni nel Regno Unito; a circa 3.000 donne ogni anno viene diagnosticato un cancro del collo dell’utero. Si stima che circa 400 vite potrebbero essere salvate ogni anno a seguito di vaccinazione delle ragazze.

Dopo le numerose testimonianza noi non crediamo in questa vaccinazione “salva-vita”.

L’NHS dichiara che il vaccino,introdotto nel quadro del programma di immunizzazione di routine  nel 2008, protegge contro i due tipi di HPV che causano il 70 per cento dei casi di cancro del collo dell’utero. Lo screening è ancora necessario per cercare di raccogliere i dati di lesioni del collo dell’utero causati da altri tipi di HPV che possono portare al cancro.

Dal settembre 2014, le ragazze hanno ricevuto solo due iniezioni. Il NHS afferma la grande efficacia di questo programma.

Tuttavia, altri paesi stanno denunciando. La lista è lunga e le testimonianze innumerevoli oramai; svariati e molteplici gli effetti collaterali.Un documentario televisivo danese trasmesso all’inizio di quest’anno ha evidenziato il gran numero di ragazze che sembrano essere state colpite a seguito della loro vaccinazione contro l’HPV.

*** (FONTE E ARTICOLO CORRELATO)***

Effetti collaterali CORRELATI al vaccino quadrivalente del papilloma umano, Gardasil

  • http://www.danmedj.dk/portal/page/portal/danmedj.dk/dmj_forside/PAST_ISSUE/2015/DMJ_2015_04/A5064
  • http://sanevax.org/suspected-side-effects-gardasil/

Alcune,come Emily nel Regno Unito, sono ora sulla sedia a rotelle.

L’anno scorso, il Giappone ha ritirato la sua raccomandazione per il vaccino contro l’HPV a causa di effetti collaterali segnalati.

In un articolo pubblicato la scorsa settimana sulla rivista Clinical Rheumatology Springer, il Dr Manuel Martinez-Lavin, il quale ha in cura le persone con condizioni di dolore cronico da più di 30 anni, ha dichiarato che queste malattie sono “più frequenti dopo la vaccinazione HPV”.

Egli scrisse: “La vaccinazione è una delle misure più efficaci di sanità pubblica nella storia della medicina.Tuttavia, le reazioni avverse apparentemente esplicite sono state descritte dopo l’iniezione dei nuovi vaccini contro il papillomavirus umano (HPV). Le reazioni avverse sembrano essere più frequenti dopo la vaccinazione HPV rispetto ad altri tipi di vaccinazioni; La fibromialgia,è tra le malattie sviluppate dopo la vaccinazione HPV, e  i medici devono essere consapevoli della possibile associazione tra la vaccinazione contro l’HPV e lo sviluppo di queste  sindromi”.

La signora Ryalls e le circa 80 famiglie di tutto il Regno Unito stanno provvedendo e si sono riunite. Essi hanno costituito un’Associazione per le figlie danneggiate dalla vaccinazione contro l’HPV  (AHVID); la signora Ryalls ha dichiarato:

“Vogliamo avere una voce e faremo il massimo  per il trattamento e  per un sistema ATTIVO di farmacovigilanza, per una maggiore segnalazione di reazioni avverse, un miglior supporto educativo e una maggiore trasparenza e informazione per permettere ai genitori di prendere una decisione informata in merito  alla vaccinazione HPV. ”

La signora Ryalls anche detto che l’AHVID vorrebbe incrementare la ricerca e il trattamento per le condizioni delle ragazze poichè a disposizione ci sono davvero pochissimi Dottori in grado di aiutare tutte queste ragazze.

Emily intanto,è riuscita a tornare a scuola,e spera di studiare quest’ultimo anno per poi poter frequentareall’università.

La MHRA ha affermato che non ha avuto dubbi sul numero di ADR relative al vaccino HPV e che “i benefici attesi come la prevenzione delle malattie e la morte da infezione da HPV sono superiori ai rischi noti; la stragrande maggioranza delle segnalazioni degli effetti collaterali per il vaccino contro l’HPV sono ben descritti nelle informazioni sul prodotto disponibili. Il tasso di segnalazione di effetti collaterali sospetti (che non sono quindi dimostrati essere causati dal vaccino) è influenzata da molti fattori e dovrebbe differire tra le diverse vaccinazioni. Il maggior numero di segnalazioni per il vaccino contro l’HPV non significa necessariamente che esso sia meno sicuro di altri vaccini.

 

 

***REPUTIAMO L’AFFERMAZIONE DELLA MHRA non veritiera.***

I dati dovrebbero parlare; di seguito riportiamo i link correlati e gli allegati per un maggiore approfondimento;

Una motivazione per la nascita delle controversie  di diversi Paesi,i quali  hanno preso una posizione effettiva CONTRO questa vaccinazione,esiste,e la si trova nei dati;

Continuiamo a non vedere effettuato il CONSENSO INFORMATO;

Continuiamo a vedere un sistema INATTIVO e PASSIVO della FARMACOVIGILANZA;

A voi le conclusioni,a noi bastano i fatti e ricordiamo il PRINCIPIO DI CAUTELA con cui ogni Dottore dovrebbe agire.

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

  • GARDASIL,IL VACCINO CONTROVERSO E TEMUTO.
  • LA RAPIDA APPROVAZIONE DELL’FDA .
  • GARDASIL 9 APPROVATO SENZA CONSULTARE IL VRBPAC.
  • GLI ELEMENTI CONTENUTI? RADDOPPIATI

Protegge davvero dal tanto temuto HPV?

Ci sono danni da reazione avversa?

Quali sono i dati reali?

Cosa riporta il foglietto illustrativo?

 

La Spagna si unisce alla crescente lista di Paesi che presenteranno denunce penali contro il controverso e temuto Gardasil;  questa lista comprende paesi come la  Francia , India , Giappone , e molti altri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Il blog di libera informazione per una consapevole scelta.

https://gosznac-diplom.com/ Купить диплом юриста www.frees-diplomy.com Купить диплом в Воронеже ekaterinburg.arena-diplomi24.com https://sankt-peterburg.arena-diplomi24.com/ http://diplomsagroups.com/diplomy-po-specialnosti/diplom-medsestry.html http://https://originality-diplomik.com/купить-диплом-ссср www.originality-diplomiki.com premialnie-diplom24.com http://https://premialnie-diploms24.com/купить-диплом-волгоград/ premialnie-diplomx24.com www.premialnie-diplomix24.com купить диплом с занесением в реестр купить диплом врача купить диплом массажиста купить диплом стоматолога Купить диплом в Спб Купить диплом в Спб https://radiploms.com/kupit-diplomy-o-srednem-tehnicheskom-obrazovanii https://radiplom.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile http://https://radiplomy.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile www.radiplomas.com https://frees-diplom.com/drugie-dokumenty/svidetelstvo-o-razvode купить диплом ссср Купить диплом новосибирск Купить медицинский диплом Купить диплом бухгалтера Купить медицинский диплом http://https://frees-diplom.com/kupit-diplom-o-srednem-obrazovanii купить диплом в екатеринбурге Купить диплом университета Купить диплом строителя Купить диплом в Рязани Купить диплом о среднем техническом образовании https://russiany-diplomix.com/attestat-9-klassov russiany-diplomx.com www.russiany-diplomana.com russiany-diploman.com www.russiany-diplomany.com https://russiany-diplomas.com/kupit-diplom-moskva Купить аттестат 11 классов купить диплом в москве Купить диплом фармацевта Купить диплом отзывы Купить аттестат 11 классов купить диплом ссср