Archivi tag: sclerosi multipla

Gilenya,si pronuncia l’Ema: ” rischi correlati all’effetto immunosoppressivo della sclerosi multipla del medicinale”

L’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha emanato nuove raccomandazioni per medici e pazienti sui potenziali rischi correlati all’effetto immunosoppressivo della sclerosi multipla del medicinale Gilenya (fingolimod).

In particolare, vengono fornite nuove raccomandazioni per minimizzare il rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML) e di carcinoma basocellulare in pazienti trattati con Gilenya.

gilenya

La PML è una rara infezione cerebrale causata dal John Cunningham (JC) virus, che provoca sintomi che possono essere simili a quelli di un attacco di sclerosi multipla e può esitare in una grave disabilità o morte. Il carcinoma basocellulare è un tipo di tumore della pelle a lenta crescita che quasi mai metastatizza in altre parti del corpo o diviene pericoloso per la vita, ma può essere deturpante se non trattato prontamente. La sostanza attiva presente in Gilenya, il fingolimod, riduce l’attività del sistema immunitario, in particolare di un tipo di cellule denominate cellule T. Poiché le cellule T sono coinvolte nella lotta alle malattie e alle infezioni, i pazienti trattati con Gilenya possono avere un alto rischio di sviluppare infezioni e malattie, incluse la PML e alcuni tipi di tumore. Per ora 3 casi confermati di PML sono stati riportati in pazienti trattati con Gilenya che non hanno ricevuto precedenti trattamenti immunosoppressivi con natalizumab (un altro farmaco immunospressore per la sclerosi multipla)1* . Inoltre sono stati riportati 151 casi di carcinoma basocellulare2* .

L’EMA ora ha raccomandato che i pazienti devono essere valutati prima e durante il trattamento con Gilenya per permettere una precoce identificazione dei segni e dei sintomi che potrebbero essere collegati alla PML o al carcinoma basocellulare e trattare i pazienti di conseguenza. Prima di iniziare il trattamento con Gilenya, deve essere effettuata una Risonanza Magnetica (RMN) basale di riferimento (di solito entro 3 mesi precedenti).

Se è sospettata una PML, la RMN deve essere effettuata immediatamente e il trattamento con Gilenya deve essere sospeso fino a che la PML non sia esclusa.

Riguardo al rischio di carcinoma basocellulare, è raccomandata una valutazione clinica della pelle prima di iniziare il trattamento, dopo almeno un anno e poi almeno annualmente durante il trattamento con Gilenya. Gilenya non deve essere usato in pazienti con carcinoma basocellulare o con qualsiasi altro tipo di cancro. Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) per Gilenya sarà aggiornato con le informazioni sulla PML, carcinoma basocellulare e altri rischi associati all’indebolimento del sistema immune in linea con le nuove raccomandazioni. Informazioni per i pazienti

• Il medicinale Gilenya per la sclerosi multipla riduce l’attività del sistema immunitario (la naturale difesa del corpo). A causa di questo, i pazienti trattati con Gilenya possono essere ad alto rischio per lo Sviluppo di infezioni, inclusi una seria infezione cerebrale conosciuta come leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML) e alcuni tipi di tumore tipo il carcinoma basocellulare (un tipo di tumore della pelle a lenta crescita).

• La PML, sebbene rara, si manifesta più probabilmente durante il trattamento con Gilenya se i pazienti sono stati trattati precedentemente con un altro medicinale per la sclerosi multipla che sopprime il sistema immunitario tipo il natalizumab. Comunque, recentemente, ci sono stati 3 casi di PML in pazienti trattati con Gilenya che non hanno ricevuto precedentemente trattamenti con natalizumab. La PML è una condizione seria che può esitare in una grave disabilità o morte.

• Durante il trattamento con Gilenya il suo medico le può far effettuare un test così come una Risonanza Magnetica (RMN) per valutare le sue condizioni; se c’è il sospetto di una PML il suo medico le interromperà il trattamento con Gilenya finché la PML non possa essere esclusa.

• I sintomi di PML possono essere simili a quelli di un attacco di sclerosi multipla. I sintomi possono includere mutamenti nell’umore o nel comportamento, vuoti di memoria, difficoltà nel parlare e comunicare. Se crede che la sua malattia stia peggiorando o se nota un qualsiasi sintomo nuovo o inusuale, ne parli al suo medico il più presto possibile.

• Prima di iniziare il trattamento con Gilenya e poi una volta l’anno durante il trattamento, il suo medico controllerà anche la sua pelle per qualsiasi ferita, nodulo, o area danneggiata (lesione) che può manifestarsi e può essere un segno di cancro; se vengono evidenziate delle lesioni, possono essere necessari test ulteriori. Dica al suo medico se nota una qualsiasi lesione della pelle che non guarisce nell’arco di qualche settimana.

• Se ha qualsiasi domanda o preoccupazione, parli al suo medico o farmacista. Informazioni per operatori sanitari A causa dei suoi effetti immunosoppressivi, Gilenya (fingolimod) può predisporre a serie reazioni avverse. Sono stati riportati casi di leucoencefalopatia multifocale progressive (PML), infezioni opportunistiche incluse infezioni del sistema nervoso centrale e tumori incluso il carcinoma basocellulare. Dall’autorizzazione di immissione in commercio del Gilenya sono stati riportati casi di PML in pazienti che sono stati precedentemente trattati con terapie immunosoppressive. Più recentemente, 3 casi confermati di PML si sono verificati con Gilenya in pazienti che non avevano ricevuto precedentemente un trattamento con natalizumab1* .

Alla luce dei dati disponibili, l’EMA dispone le seguenti raccomandazioni:

•I medici devono essere allertati circa il rischio di PML con Gilenya e devono informare i pazienti e accompagnatori dei precoci segni e sintomi suggestivi di PML. I pazienti devo essere incoraggiati a richiedere consigli medici se pensano che la loro patologia stia peggiorando o se notano nuovi o inusuali sintomi.

• Prima di iniziare il trattamento con Gilenya, deve essere effettuata una Risonanza Magnetica (RMN) basale di riferimento (di norma entro 3 mesi precedenti). Durante le RMN di routine (in accordo con le raccomandazioni nazionali e locali), i medici devono prestare attenzione a lesioni suggestive di PML. La RMN può essere considerata come parte di ampliata vigilanza in pazienti considerati ad aumentato rischio di PML.

• Se c’è un sospetto di PML, la RMN deve essere effettuata immediatamente e il trattamento con fingolimod deve essere sospeso fino a che la PML non sia stata esclusa.

• La PML si può solo manifestare in presenza del JC virus. Se viene effettuato il test per gli anticorpi anti-JC virus, si deve tener conto che l’influenza di linfopenia nell’accuratezza di tale test non è stata studiata in pazienti trattati con fingolimod. I medici devono anche notare che un test degli anticorpi negativo non preclude la possibilità di un infezione successiva di JC virus.

• Casi di carcinoma basocellulare (BCC) sono stati riportati in pazienti che ricevono fingolimod nei programmi di sperimentazione clinica e nei periodi post-marketing2 . Gilenya è ora controindicato in pazienti con BCC.

• I medici devo essere vigilanti sulle lesioni della pelle e una valutazione clinica della pelle è raccomandata prima dell’inizio del trattamento, dopo almeno un anno e poi almeno annualmente durante il trattamento con Gilenya. I pazienti devono essere informati circa i potenziali segni comuni di BCC (noduli della pelle, macchie o ferite aperte che non guariscono nell’arco di qualche settimana) e, la necessità di chiedere un consiglio medico se si verificano. I pazienti devono essere inviati a un dermatologo se hanno lesioni suggestive di BCC.

Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) sarà aggiornato in linea alle raccomandazioni sopramenzionate. Maggiori informazioni sul medicinale Gilenya è un medicinale usato per trattare adulti con sclerosi multipla, una patologia nella quale l’infiammazione distrugge la guaina protettiva che circonda i nervi. E’ usato specificatamente in adulti affetti da sclerosi multipla remittente-recidivante, dove i pazienti hanno un riacutizzarsi dei sintomi (recidiva) seguito da periodi di recupero (remissione). Gilenya è usato quando la malattia non ha risposto ad almeno un altro trattamento noto come ‘terapia modificante la malattia’ o quando è grave e sta peggiorando rapidamente. Gilenya contiene la sostanza attiva fingolimod.

Ulteriori informazioni su Gilenya possono essere trovate sul sito ufficiale EMA (EMA’s website). Maggiori informazioni sulla procedura La revisione di Gilenya è stata condotta dal Comitato per i Medicinali per Uso Umano dell’EMA (CHMP) all’interno di una procedura conosciuta come “variazione di tipo II”. Durante questa valutazione, il CHMP si è avvalso della consulenza di un gruppo di esperti in neurologia.

L’opinione del CHMP sarà ora inviata alla Commissione Europea per una decisione giuridicamente vincolante valida in tutta l’Unione Europea.

 

  • http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/Gilenya_Public_health_communication_ita.pdf
  • http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/comunicazione-ema-su-gilenya-fingolimod-18122015
Share

Hpv e gravi reazioni post vaccinazione. Danni cerebrali e dati omessi dalla letteratura scientifica sono realtà quotidiana. Farmacovigilanza? inattiva

Vaccinazione contro il Papillomavirus umano e la testimonianza di Marion.

ragazze hpv

La stessa Prof. Desguerre invita alla prudenza nella vaccinazione HPV.

Di seguito il lavoro della sua equipe e i relativi dati omessi dal sistema di farmacovigilanza.

Collusioni tra ditte, autori e medici i quali non riportano i casi reali delle reazioni post vaccinazione.
  • Malattie demielinizzanti, paralisi facciale, sindrome di Guillain-Barré, neurite ottica,sclerosi multipla,encefalite,questi i casi riscontrati.

Aggiornamento fonti gennaio 2016 a fine articolo

Risponde il Dottor Serravalle “La denuncia dal laboratorio molecolare di Milford (Usa): «Vaccino hpv, manipolati i dati sulla sicurezza»

Ci auguriamo che i media vorranno dare il giusto risalto a queste informazioni.

Il presidente di Assis

Dr. Eugenio Serravalle

  • http://www.assis.it/e-lecito-nascondere-le-prove-sui-danni-causati-dal-vaccino-antihpv/

 

La stampa francese ha pubblicato in questi giorni diversi articoli in merito alla somministrazione del vaccino contro il papillomavirus umano.
Pian piano si sta riconoscendo il legame tra la vaccinazione suddetta  e i danni al sistema immunitario . Il tutto dopo il malessere provocato ad una ragazzina francese di soli 15 anni. La commissione, favorirebbe il diritto della ragazza e della sua famiglia a ricevere un indennizzo per i danni ricevuti. 

Sanofi Pasteur vaccino papillomavirus Gardasil Merck medicinali

Quindi in teoria, la pubblica amministrazione francese,riconoscerebbe il nesso di causalità tra la somministrazione del Gardasil , prodotto da Sanofi Pasteur Merck, Sharp e Dohme (MSD) e la reazione di infiammazione acuta del sistema nervoso .

Una seconda iniezione (il vaccino è costituito da tre dosi) ha causato lo  squilibrio del sistema immunitario nella suddetta ragazzina.

La ragazza, oltre ad aver subito una encefalomielite acuta, ha attraversato fasi di cecità, paralisi facciale e purtroppo da mesi soffre di paraplegia.

Il soggetto interessato a questi danni è l’alluminio , adiuvante utilizzato nel vaccino per “migliorare la risposta immunitaria”.

  • http://www.migueljara.com/2013/11/28/un-tribunal-medico-de-francia-reconoce-los-danos-de-la-vacuna-del-papiloma/

Un’altra presunta vittima di questo vaccino

Astrid Carolina Mendez Pinilla, una ragazza di 19 anni di Bogotá, è deceduta questa sera in una clinica della capitale, come dichiarato dal suo avvocato Monica Leon.

Video di seguito

http://bcove.me/w37mlh8u

youtube2

La ragazza, che era in perfetta salute  prima di ricevere il vaccino nel settembre 2013, dopo un anno ha ricevuto la seguente diagnosi : “il quadro presenta una progressiva debolezza; le sindromi variano a partire da quella di Guillain-Barre, polineuropatia, con prevalenza di mielina assonale“.

Pinilla Mendez è stata una delle vittime, tutelate attraverso una denuncia depositata da Leon diversi mesi fa,il quale ha concesso il diritto (a ben sette minorenni di Bogotà) di cura e di una completa assistenza sanitaria composta da un team medico che valuterà la questione in maniera completa,comprendendo anche la diagnosi del danno da vaccino.

Un paio di mesi prima, una decina di ragazze avevano presentato simili reazioni da vaccino ed erano arrivate a Bogotà in cerca di aiuto e risposte. Successivamente, sono state prese in considerazione dalle autorità che le hanno affidate ad una clinica dove sono state sottoposte ad esami da diversi medici.

Il Ministero della Salute, nel frattempo, continua a difendere la suddetta vaccinazione ignorando dei gravi effetti collaterali e danni.

Attendiamo risposte.

Fonte e Correlati

  • http://m.elheraldo.co/nacional/muere-joven-que-presuntamente-resulto-afectada-tras-vacuna-contra-el-vph-210218
  • http://www.noticiascaracol.com/colombia/vacuna-del-virus-del-papiloma-le-causo-la-muerte-hermana-de-mujer-fallecida

Il video seguente, è particolarmente tecnico, ma quello che serve è comprendere gli innumerevoli e gravi danni provocati da questo vaccino.

In questo video, il neurologo francese, il Dr. Isabelle Desguerre racconta la storia di Marion, una ragazza sana senza alcun problema fisico, una brillante studentessa di appena 14 anni.

Dieci giorni dopo la seconda iniezione di Gardasil, la salute dell’adolescente inizia a peggiorare; i sintomi comparsi comprendono l’ipersonnia diurna  (sonno eccessivo), disturbi del sonno durante la notte e difficoltà nella concentrazione .

Un controllo medico iniziale, compresa la risonanza magnetica mostra (vedi le immagini) localizzati l’iperintensità   in T2 e Flair  nel lobo parietale del cervello.

Memoria e logica sembrano non aver risentito di particolari problemi ma la quotidianità dice altro; ad esempio Marion iniziò a comportarsi in maniera strana. A seguito dei frequenti comportamenti compulsivi come scappare di casa per entrare in un negozio,rubare senza ricordarsene in seguito, i familiari della ragazza,decisero di far seguire Marion da uno psichiatra infantile.

Pochi mesi dopo, nel giugno 2009, i problemi comportamentali divennero patologici e molto più acuti: Marion ad esempio si spogliava nuda per la strada, presentando evidenti problemi mentali.

Da una studentessa brillante ad una ragazza con seri problemi e handicap mentali.

La valutazione è stata:

  • deterioramento cognitivo con disturbi della memoria comune.

La ragazza poi venne sottoposta ad una serie di test. Una risonanza magnetica  mostrò una iperintensità peri-ventricolare (si può vedere nell’immagine sottostante attraverso l’alone bianco intorno ventricoli cerebrali).

Danni cerebrali dopo Gardasil: genitori e ragazzi hanno bisogno di conoscere prima della vaccinazione!

 

La valutazione medica unita a tutti gli esami a cui Marion è stata sottoposta ha dato credito,attraverso la  sintesi intratecale ,ad una sorta di iniziazione di eventi immunologici che si verificheranno nel fluido cerebrospinale.

Tuttavia, la traccia di demielinizzazione  (riguardo MRI) sembra essere peggiorata rispetto al primo MRI eseguito all’inizio dei disordini.

Nella foto sottostante,il peggioramento (a destra) della lesione rispetto al precedente MRI (a sinistra) :

Danni cerebrali dopo Gardasil: genitori e ragazzi hanno bisogno di conoscere prima della vaccinazione!

 

Diverse figure mediche specialistiche si sono unite in questo caso nella collaborazione del caso di Marion. Successivamente la ragazza è stata trattata con cortisone che migliorò la sua condizione in maniera netta; il tutto però durò solo un mese.

I suoi problemi comportamentali ricomparvero fino a che Marion non venne ricoverata al reparto di psichiatria infantile .

Nessun miglioramento per la ragazza con le cure cortisoniche ; si è provveduti a reintrodurre una seconda puntura lombare che trova sempre la stessa reazione immunologica senza alcuna buona reazione.

I disturbi cognitivi rimangono e le fughe di Marion aumentano fino a quando il corpo della ragazza venne ritrovato due mesi dopo . (Nel video è importante ascoltare le affermazioni tra 7’10 ” e 7’30 “).

All’inizio del 2009, quando iniziò la pratica vaccinale di massa successiva alla grande campagna di vaccinazione francese, la farmacovigilanza riportò “solamente”cinque casi l’anno di malattie demielinizzanti riscontrati entro 21 giorni dopo la vaccinazione.

Alla fine del 2009, erano già 10 i casi di malattie demielinizzanti entro il mese successivamente alla vaccinazione.

Anche se apparentemente molto raro (sappiamo bene che non esiste alcun riconoscimento ufficiale sui danni seguenti alle vaccinazioni), lo stesso team medico ha affrontato dopo il caso di Marion ad altri due gravi casi neurologici sempre successivi alla vaccinazione HPV.

Uno dei casi presenta un edema cerebrale con un’iperintensa riscontrata in 15 giorni dopo la vaccinazione e un’encefalomielite acuta disseminata  (ADEM).

La particolarità di questi casi sollevati dal Prof. I. Desguerre è che non si presentano con segni neurologici acuti ma attraverso manifestazioni neuropsicologiche e psichiatriche così gravi da condurre a disturbi comportamentali.

Infine per coronare il tutto, la stessa equipe ha affrontato un caso di mielite acuta nelle tre settimane a seguito di una seconda dose di vaccino ed un caso riguardante la sindrome di Guillain-Barré.

Il team del Prof. Desguerre  è ricorso alle ricerche nella letteratura medica sull’argomento,recuperando dall’inizio del 2015 una dozzina di pubblicazioni che parlano In primo luogo dell’importanza della vaccinazione senza menzionare alcun danno.

Questo portò lo stesso team ad approfondire  circa i danni della suddetta vaccinazione prendendo esempio dagli studi trasversali (che esaminano cioè una serie di studi sullo stato di un problema medico particolare); il mese di marzo 2015 comprende ben  661 pubblicazioni scientifiche scritte tra il 2007 e il 2014.

Il Prof. Desguerre continua ad osservare l’omissione dei danni e degli effetti collaterali di questo vaccino.

Uno studio portoghese ha ancora Ha anche osservato 4 casi di attacchi demielinizzanti nelle giovani donne appena vaccinate e che si manifesta ancora una volta attraverso un danno cerebrale.

Ci chiediamo dove sia la farmacovigilanza. Dove sono i dati?

Non ci soffermiamo sui molteplici conflitti d’ interesse che coinvolgono le pubblicazioni scientifiche le quali negano o minimizzano l’ovvio rischio derivante dalla suddetta vaccinazione.

Così uno studio britannico del 2014, affronta la collusione dei medici ed autori stipendiati dal produttore GSK  sulle omissioni riguardanti gli effetti collaterali neurologici conseguenti al vaccino HPV Cervarix .

Farmacovigilanza?

Nessuno di questi casi compare in alcun registro:

  • In quattro anni sono stati riscontrati ben 19 casi di paralisi facciale di cui 5 presumibilmente attribuibili alla vaccinazione; 14 casi di sindrome di Guillain-Barré; 4. 8 casi di neurite ottica; 4. 7 di lupus; 2. 5 casi di sclerosi multipla; 3. 6 encefalite .
  • Notiamo una sottostima nei dati ed un sistema passivo di farmacovigilanza poiché ufficialmente, l’azienza GSK e gli autori di studi parlano di solamente 20 casi in 4 anni,cosa assolutamente non vera.

Come sottolineato da Isabelle Desguerre, la letteratura medica non è sufficientemente illuminante per gli operatori al momento perché:

  • Evoca solamente delle semplici reazioni locali banali
  • Si concentra principalmente sulla copertura vaccinale (vaccinare il maggior numero possibile di persone)
  • Collusione da parte delle pubblicazioni e dell’operato dei laboratori
  • La metodologia utilizzata finora è assolutamente errata poiché essa esclude un nesso di causalità tra la vaccinazione e i vari disordini, sopratutto in considerazione della specificità del quadro clinico .

I Casi neurologici citati dal professor Desguerre non hanno mostrato alcuna predisposizione genetica  (è molto importante sottolineare ciò).

La stessa Prof. Desguerre ha consigliato prudenza nella suddetta vaccinazione . Essa parla della mancanza di effettuazione di analisi post vaccinazione per la determinazione di un quadro clinico completo in presenza di danni riscontrati.

VIDEO CORRELATI
  • L’intervento della Prof.Desguerre

Che i vaccini possano alterare il comportamento umano a seguito danni permanenti   causati da una vaccinazione,non è assolutamente uno scoop per coloro che studiano il soggetto in modo indipendente e non ideologico da anni .

Si conosce lo stretto legame  tra il sistema immunitario e quello nervoso.

Questi collegamenti erano già noti e studiati per molti anni da specialisti.

Da questo la grave preoccupazione per la sfera comportamentale .

E’ quindi inaccettabile che i genitori e gli adolescenti coinvolti (ora anche in Svizzera, Canada, Stati Uniti e Australia) non siano adeguatamente informati di questi gravi rischi neurologici, capaci di modificare irreversibilmente il comportamento ed indurre la morte.

  • Si consiglia anche l’eccellente sintesi fatta dal Dr Lucija Tomljenovic  (dottorato di ricerca in Neuroscienze presso l’Università della British Columbia di Vancouver,Canada) sulla vaccinazione contro l’HPV . Nel secondo video invece una sintesi della stessa riguardante le vaccinazioni in generale e la corruzione del mondo farmaceutico.

 

ARGOMENTI CORRELATI

Due intere sezioni

Più di 130 ragazze adolescenti danneggiate dalla vaccinazione contro il papilloma virus umano.Le famiglie delle vittime chiedono il ritiro del Gardasil.

Tuttavia, il mese scorso, l’Agenzia europea per i farmaci ha stabilito che il vaccino HPV è innocuo ed efficace.

La revisione europea riguarda due condizioni: sindrome dolorosa regionale complessa (CRPS) e la sindrome di tachicardia ortostatica posturale (POTS) nelle giovani donne danneggiate dei vaccini HPV.

Anna Cannon, la portavoce di Regret, ha dichiarato: “Per ora abbiamo 131 ragazze danneggiate, ma i casi aumentano ogni giorno”.

  • http://www.independent.ie/irish-news/health/revealed-trauma-of-131-girls-after-hpv-nightmare-34262481.html

Fonte

http://www.initiativecitoyenne.be/2015/07/lesions-cerebrales-apres-le-gardasil-parents-et-ados-doivent-le-savoir-avant-la-vaccination.html

ALLEGATI

La denuncia contro il Prof Henri Joyeux 

La decisione ha suscitato diverse polemiche in merito.

Patrick Bouet, Presidente del consiglio dell’Ordine Nazionale dei medici , ha annunciato Giovedi 25 giugno la denuncia effettuata presso la Sezione disciplinare Trial Linguadoca-Rossiglione contro il professor Henri Joyeux il 13 maggio; lo stesso aveva indetto  una petizione sui pericoli concernenti le vaccinazioni raccoglendo quasi 680.000 firme.

FONTE

  • http://www.lemonde.fr/societe/article/2015/06/25/vaccins-l-ordre-des-medecins-porte-plainte-contre-le-professeur-joyeux_4661835_3224.html#ylXxSwSAR8xPKpZ6.99

DANIMARCA
La Società per il cancro riceve denaro dall’industria farmaceutica prima di una vasta campagna per l’HPV
La Società danese per il cancro ha ricevuto 675.000 corone dal produttore del vaccino anti-HPV Gardasil prima del lancio della campagna per l’HPV ‘Wonderful Life’.

  • http://www.mx.dk/nyheder/hpv/story/28716083

STATI UNITI
Una pluri-premiata neurologa mette in guarda sul possibile nesso tra la vaccinazione anti-HPV e le ragazze malate.
La neurologa e docente universitaria americana specializzata in malattie autoimmuni Svetlana Blitshteyn, ora mette in guardia sulle affermazioni che negano l’esistenza di un nesso tra i vaccini anti-HPV e la POTS e altre malattie autoimmuni.
La stessa Svetlana Blitshteyn ha studiato diverse ragazze che sospettano di essere state danneggiate dal vaccino e dichiara:
“La maggior parte di queste giovani ragazze era in salute prima del vaccino”.

  • http://www.mx.dk/nyheder/hpv_int/story/16369899

Infarto miocardico fatale legato al Gardasil® in un adolescente: il caso presentato all’Office of Special Masters della U.S. Court of Federal Claims (il “Tribunale dei vaccini” statunitense, ndt).
Gomez contro il Dipartimento della Salute degli Stati Uniti:
L’istanza n. 15-0160V1 presentata dallo studio legale Roberts Law Firm di Newport Beach, California, per i querelanti Adan Gomez e Raquel Ayon, a nome del proprio figlio defunto Joel Gomez, recita:
Joel Gomez ha ricevuto il vaccino Gardasil di Merck il 19 giugno 2013 e nuovamente il 19 agosto 2013, ed è morto nel sonno il giorno seguente, 20 agosto 2013. Il decesso è stato causato di fatto dalla somministrazione del vaccino Gardasil.

Tale affermazione è rafforzata da una perizia di supporto redatta da Sin Hang Lee, MD, in cui si legge:
Il Gardasil® ha causato o contribuito a causare un infarto del miocardio nel deceduto, e la seconda dose di Gardasil® ha infine causato un’ipotensione fatale in questo caso nel giorno della vaccinazione. Non c’è altra causa plausibile per la morte di Joel Gomez nella notte del 19 agosto 2013.
La documentazione mostra che Joel Gomez, il deceduto, un ragazzo sano di 14 anni, che fin dalla nascita eseguiva regolarmente visite per i bilanci di salute presso lo studio pediatrico, non mostrava alcun segno di problemi di salute pre-esistenti, e nello specifico nessun segno di anomalie cardiache, disturbi psicologici o abuso di sostanze. L’adolescente si era allenato per la squadra di football della scuola superiore dalle quattro alle cinque ore al giorno nei due mesi precedenti il decesso senza incidenti.
Il 19 giugno 2013, il ragazzo ricevette la prima dose di Gardasil® con iniezione al braccio sinistro presso lo studio del medico. Non furono segnalate reazioni avverse in seguito alla prima vaccinazione da parte del ragazzo, della sua famiglia o del medico. Il 19 agosto 2013 il ragazzo ricevette una seconda dose di Gardasil®, come programmato nello studio del medico. Dopo di che, ritornò a casa e andò a dormire. Il ragazzo fu trovato a letto in stato di incoscienza la mattina seguente, 20 agosto 2013, alle ore 7:00, dalla sua famiglia.
Furono chiamati i paramedici e il ragazzo fu trasportato in ospedale, dove fu dichiarato morto alle ore 9:07 del 20 agosto 2013.
L’autopsia fu eseguita il 23 agosto 2013 da un medico legale (ME) di Los Angeles, California.
Il referto autoptico ha rilevato la presenza di elementi anomali significativi, tra cui quanto segue:
una fascia stretta e lunga divenuta di colore nero-rossastro che è in qualche modo più scura del resto del miocardio e che si estende per una lunghezza di 6 cm e una larghezza di 0,4 cm dalla base anteriore del cuore fin quasi all’apice. ..tale lesione è limitata alla parete libera anteriore. Entrambi i polmoni sono estremamente pesanti. Il parenchima polmonare è di colore viola-rosso-scuro e completamente intriso di edema e sangue. Microscopicamente, una lesione localizzata è stata rilevata nel ventricolo sinistro del cuore.
Secondo il parere del medico legale:
Il decesso è avvenuto per miocardite, che sembrerebbe essere stata totalmente asintomatica. Dal punto di vista istologico, la malattia era presente da almeno alcuni giorni o settimane. La causa è sconosciuta.
Il Dott. Lee ha esaminato i vetrini microscopici e ha concluso che la lesione al miocardio corrispondeva ad un infarto, successivamente in fase di recupero, avvenuto alcune settimane prima, in concomitanza dell’inoculazione della prima dose di Gardasil®.
Secondo il suo parere,
I frammenti di DNA del gene L1 dell’HPV legati all’adiuvante alluminio nel Gardasil® possono causare l’insorgenza improvvisa e inaspettata del fattore di necrosi tumorale α e di altre citochine. Alcune di queste citochine rilasciate dai macrofagi sono potenti depressori del miocardio, capaci di causare ipotensione con piccole perfusioni cardiache in certi individui geneticamente o fisicamente predisposti.
Perché questo caso è significativo?
Infarto miocardico
Joel Gomez era chiaramente un ragazzino sano ed atletico seguito dal pediatra fin dalla nascita. L’infarto miocardico si è verificato tra le due somministrazioni di Gardasil, come descritto dal referto del medico legale. Secondo il Dott. Lee, un infarto in fase di recupero all’età di 14 anni è un fenomeno che praticamente non ha precedenti. Di fatto, il Dott. Lee evidenzia che in questo caso si è verificato un infarto del miocardio “da manuale”, analogo a quello comunemente osservato in pazienti molto più anziani con una storia clinica di attacchi cardiaci. L’unico fattore di cambiamento intervenuto nella vita di questo ragazzo è dato dalle vaccinazioni con Gardasil.
Secondo l’istanza presentata:
i querelanti asseriscono che Joel ha contratto una miocardite, causata, di fatto, dal vaccino Gardasil. I querelanti asseriscono che la sequenza logica di causa-effetto dimostra che la vaccinazione è stata la ragione del decesso. Un ulteriore sostegno alla relazione di causalità deriva dal considerare la stretta relazione temporale tra la vaccinazione e il decesso. Il fatto che Joel fosse un ragazzo sano di 14 anni senza problemi di salute rappresenta una forte prova circostanziale che il decesso sia stato causato, di fatto, dal vaccino Gardasil.
Ciò significa che non c’è modo di sapere quante ragazze (o ragazzi) vaccinate con Gardasil abbiano sviluppato un danno permanente al miocardio. Che lo si voglia definire miocardite o infarto, si tratta, in entrambi i casi, di una patologia cardiaca silente. Una patologia cardiaca silente sarebbe da considerare assenza di danno se il paziente non fosse deceduto?
In un colloquio telefonico in merito alla significatività di questo caso per i genitori e i professionisti del settore medico, il Dott. Lee ha dichiarato:
Gli adolescenti vaccinati con Gardasil® dovrebbero astenersi da sport agonistici come il football per almeno due mesi e dovrebbero sottoporsi ad un elettrocardiogramma per escludere un infarto miocardico silente in atto, qualora si verifichino episodi di sincope, disturbo toracico, tachicardia o ipotensione nei due mesi successivi all’inoculo di Gardasil®.

  • https://healthimpactnews.com/2015/teen-age-boy-dies-after-gardasil-vaccine-lawsuit-filed-in-u-s/

Co

Share

Cervello e sistema immunitario: scoperto collegamento mancante

Dopo importanti ricerche si scopre che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario,tramite vasi linfatici chiamati meningei.

 

Mappe del sistema linfatico: situazione fino a qualche anno fa con quelle conoscenze  (a sinistra) e aggiornate per riflettere scoperta degli UVA.

       

Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero.

Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.

È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sul trattamento delle malattie neurologiche, spaziando dall’autismo al morbo di Alzheimer fino alla sclerosi multipla.

Ora possiamo davvero avvicinarci realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – ha affermato Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.

Abbiamo sempre percepito questo collegamento tra sistema nervoso e sistema immunitario come qualcosa di “esoterico”, che non potesse essere studiato. Ma ora siamo in grado di porre domande più nel dettaglio.

Noi crediamo che questi vasi linfatici possano svolgere un ruolo importante per ogni malattia neurologica con una componente immune; sarebbe difficile immaginare che questi vasi linfatici non abbiano connessioni con malattie neurologiche di natura immunologica.

Kevin Lee, presidente del Dipartimento di Neuroscienze UVA, ha descritto la sua reazione alla scoperta del team di Kipnis:

La prima volta che questi ragazzi mi hanno mostrato il risultato di base, ho subito detto una frase:

“Dovranno cambiare i libri di testo. Non è mai esistito un sistema linfatico per il sistema nervoso centrale”.

È risultato molto chiaro fin dalla prima particolare osservazione – e a partire da quella, i ricercatori hanno svolto molti studi per sostenere i risultati – che cambierà radicalmente il modo di guardare il rapporto tra sistema nervoso centrale con il sistema immunitario.

La scoperta è stata resa possibile grazie al lavoro svolto da Antoine Louveau, un borsista con post-dottorato nel laboratorio di Kipnis. I vasi linfatici sono stati rilevati dopo che Louveau ha sviluppato un metodo per ricostruire le meningi di un topo in un singolo vetrino in modo da poter essere esaminato globalmente.

Antoine Louveau:

“E’ stato abbastanza facile, in realtà. C’è un trucco: abbiamo fissato le meningi nella calotta cranica, in modo che il tessuto rimanesse nella sua condizione fisiologica, e quindi abbiamo sezionato l’area che ci interessava. Se avessimo fatto il contrario, non avrebbe funzionato. Dopo aver notato che i modelli dei vasi linfatici sul suo vetrino avevano la stessa distribuzione di cellule come nel sistema immunitario, li ha confrontati e avvisato Kipnis”.

 Louveau ricorda il momento dicendo:

Ho chiamato Jony (Kipnis) invitandolo a guardare al microscopio e ho detto: “Penso che abbiamo qualcosa” Kipnis ha descritto questi vasi linfatici come “molto ben nascosti” in quanto sono riusciti a non essere notati per così tanto tempo.

Ha inoltre osservato che questi vasi, dopo essere stati “fotografati” tramite tecniche di imaging, seguono un importante vaso sanguigno verso le cavità sinusali, un’area molto difficile da visualizzare in quanto si trova nelle ossa del viso ed è connessa con le cavità nasali. Quest’area è così vicina ai vasi sanguigni che si perde facilmente di vista. – ha aggiunto l’esperto – Se non sai cosa stai cercando, la perdi.

Il lavoro di imaging, molto importante per l’intero studio, è stato reso possibile grazie alla collaborazione con Tajie Harris, ricercatore, assistente del professore di neuroscienze e membro attivo del centro di BIG.

Kipnis ha anche elogiato le “fenomenali” capacità chirurgiche di Igor Smirnov, un socio di ricerca nel laboratorio Kipnis il cui lavoro è stato fondamentale per il successo di imaging dello studio.

Alzheimer, autismo, sclerosi multipla e oltre

 

Ed ora l’ inaspettata identificazione dei vasi linfatici solleva un enorme numero di domande sia sul funzionamento del cervello che alle malattie ad esso collegato che lo affliggono, come ad esempio il morbo di Alzheimer.

Nell’Alzheimer, si verificano accumuli di grandi blocchi di proteine – ha detto Kipnis.

 

Figura 1 : Distribuzione abluminale di cellule T meningea e l’Identificazione di Lyve-1 Che presentano vasi adiacenti alle seni Durali.

nature14432-f1

 

 

Riteniamo che tali blocchi si accumulino nel cervello a causa del fatto che non vengono rimossi in maniera efficace da questi vasi sanguigni. Egli ha osservato, inoltre, che questi vasi cambiano aspetto all’aumentare dell’età dell’individuo, dunque il ruolo che essi giocano nella fase dell’invecchiamento rappresenta un’altra strada da esplorare.

Altre malattie verso le quali bisogna rivolgere l’attenzione, in luce dei risultati ottenuti, sono l’autismo e la sclerosi multipla. I risultati sono stati pubblicati on line dalla prestigiosa rivista Nature e appariranno in una prossima edizione di stampa.

 

 

Fonte

  • http://www.neuroscientistnews.com/research-news/missing-link-found-between-brain-immune-system-major-disease-implications#sthash.1nvcQB5Q.dpuf

Approfondimenti

http://www.nature.com/nature/journal/vaop/ncurrent/full/nature14432.html

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=28749

http://www.meteoweb.eu/2015/06/sclerosi-multipla-svelato-il-collegamento-tra-cervello-e-sistema-linfatico/460895/

http://www.altrogiornale.org/trovato-collegamento-mancante-tra-cervello-e-sistema-immunitario/

Share

Epatite B e Vaccinazioni: in Francia si scatena un’ondata di nuovi casi di MS

Nuovo studio: Vaccinazione contro l’Epatite B in Francia ha scatenato un’ondata di nuovi casi di MS.

Notevole sospetto per il legame tra la vaccinazione contro l’epatite B  e lo sviluppo della sclerosi multipla.

Aggiornamento fonti a fine articolo

Vaccino-ago-660

CORRELAZIONE FRA VACCINAZIONE PER EPATITE B E I CASI DI SCLEROSI MULTIPLA: il sospetto in Francia dilaga.

Questo nuovo studio ha esaminato i dati nazionali dettagliati in Francia circa la vaccinazione di massa degli adulti francesi a metà degli anni 1990.

Seguendo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, nel 1992 in massa hanno effettuato la vaccinazione contro l’epatite B ;  20 milioni di francesi sono stati vaccinati tra il1994 e il 1997.

Nel 1998, i media francesi pubblicato articoli su un improvviso aumento del numero di casi di SM in via di sviluppo in Francia, collegandoli a questo programma di vaccinazione di massa.

Ovviamente,i dati numerici di vaccinazione di conseguenza, sono rapidamente calati. Ora 20 anni dopo, Dominique Le Houezec ha stabilito un legame stretto tra queste vaccinazioni e un improvviso aumento del numero di casi di SM in via di sviluppo in Francia.
Dominique Le Houezec

Dott. Dominique Le Houezec

I dati mostrano chiaramente che fino al 1993, il numero di nuovi casi di SM in Francia sia rimasto  stabile a 2.500 ogni anno.

Gli anni successivi, ma soprattutto a partire dal 1996, il numero è aumentato drammaticamente a 4.500 l’anno, ed è rimasto stabile.

La spiegazione non è del tutto chiara, ma si potrebbe pensare che una delle proteine ​​contenute nel vaccino fosse molto simile ad una proteina in MIELINA.Qualunque sia il meccanismo, a causa di questo evento unico nella storia della vaccinazione, continuano ad esserci un gran numero di casi MS .

L’autore di questo documento in realtà si spinge fino a dichiarare questo accadimento come ‘esperimento di massa svolto su un terzo della popolazione francese’.

Tutti farebbero bene a prendere in considerazione queste informazioni per decidere se vaccinare realmente i familiari contro l’epatite B.

 

Aggiornamenti Luglio 2016

FRANCIA. RICONOSCIUTA CORRELAZIONE TRA VACCINAZIONE (epatiteB) e MIOFASCITE MACROFAGICA

La Giustizia ha riconosciuto il legame tra la vaccinazione contro l’epatite B e la suddetta malattia per un infermiere pediatrico ausiliario.

La malattia colpisce più frequentemente gli adulti, senza distinzione di sesso, ma non ne escono illesi bambini e adolescenti.

Ad oggi, in Francia, vengono diagnosticati un minimo di 15 casi di miofascite macrofagica al mese.

Purtroppo cominciano ad evidenziarsi delle vere e proprie patologie famigliari.

Lo stesso infermiere, ha combattuto anni e anni per il riconoscimento della sua malattia, risultato diretto di un vaccino contro l’epatite B, somministratogli ben 23 anni fa.

La Corte d’appello di Lione non poteva schierarsi contro la veridicità dei fatti.

In congedo per la malattia da sei anni, il denunciante, che esercitava a Echirolles Isère , non è mai stato risarcito , mentre nella sentenza del Tribunale  amministrativo Grenoble  (23 settembre 2014), la Corte d’appello di Lione aveva chiaramente ordinato che la vittima fosse risarcita.

“Un nesso causale riconosciuto”

Nella sentenza, la Corte ha rilevato i sintomi debilitanti della patologia in questione, i quali presi mai in considerazione da alcuno.

Il nesso di causalità è stato riconosciuto senza alcun problema e la malattia come la vaccinazione, è attribuibile al servizio del soggetto in questione.

Vaccinazione questa,coinvolta da anni nello sviluppo di alcune malattie neurologiche come la sclerosi multipla.

Hervé Gerbi, l’avvocato del denunciante ha ritenuto  corretta  la sentenza del Tribunale amministrativo di Lione, anche se “ha dimostrato, che la lotta dei danneggiati per il riconoscimento dei danni da vaccinazione sia una lotta dura contro un sistema non trasparente e non corretto”.

 

Ricordiamo che la  MIOFASCITE MACROFAGICA è una Sindrome autoimmune/infiammatoria indotta da granuloma persistente da alluminio.

La Miofascite Macrofagica è una malattia complessa caratterizzata dai seguenti sintomi principali:

  • stanchezza cronica invalidante, non migliorata dal riposo e con un andamento evolutivo per svariati mesi o per anni;
  • mialgie croniche, d’intensità variabile, spesso aggravate dallo sforzo e accompagnate da un’importante stanchezza muscolare (circa il 90% dei casi);
  • dolori articolari che interessano principalmente le grandi articolazioni periferiche hanno un’incidenza tra il 50% ed il 60% dei casi;
  • sindrome febbrile di modesta entità nel 30% dei casi;
  • stanchezza muscolare in seguito a sforzo;
  • disturbi del sonno (mioclonie notturne, sindrome delle gambe senza riposo) in circa la metà dei casi;
  • modificazioni dell’elettroencefalogramma

Parametri biologici della MFM:

  • profilo infiammatorio: incremento della concentrazione di IL6 e IL1RA circolanti (~40% dei casi);
  • aumento del CPK (~25% dei casi);
  • autoimmunità: anticorpi antinucleo (~30% dei casi) anticorpi antifosfolipidi (~20% dei casi).

Ma ricordiamo il caso antecedente al suddetto.

“Uno dei tanti casi che risale alla campagna di vaccinazione degli anni novanta”

Un caso che risale alla campagna di vaccinazione 1994

Queste malattie si sono manifestate in molti pazienti a seguito della della campagna di vaccinazione, condotta dal governo nel 1994 per vaccinare più di 20 milioni di francesi contro l’epatite B.

Una denuncia fu fatta a seguito della morte di un bambino nato nel 1985;  danneggiato gravemente da una malattia che aveva colpito il suo midollo osseo a meno da un anno dalla vaccinazione (1996).

L’indagine aperta nel 1998, aveva contribuito ad identificare molte persone (una sessantina),  tra cui nove morti.

“Una decisione scandalosa,” afferma uno degli avvocati

Dieci anni più tardi, tre ex dirigenti delle aziende farmaceutiche Sanofi-Aventis e GlaxoSmithKline erano stati incriminati per “truffa  aggravata”.

Una decisione vergognosa,nessuna farmacovigilanza,nessun controllo per gli operatori sanitari e i danneggiati,abbandonati a sè stessi.

 

 

 

CORRELATI

  1. http://m.20minutes.fr/lyon/1843063-20160510-hepatite-b-justice-fait-lien-entre-vaccination-maladie
  2. Un nuovo studio peer-review pubblicato congiuntamente dai ricercatori dei dipartimenti della Danimarca e Svezia è stato avviato sulla base delle descrizioni di malattie come la sclerosi multipla e altre malattie demielinizzanti del sistema nervoso centrale associate con la vaccinazione HPV Papilloma Virus. Gli autori hanno utilizzato i dati dello stato vaccinale nei Paesi di Danimarca e Svezia da ottobre 2006, fino a dicembre 2012 (http://sanevax.org/hpv-vaccine-multiple-sclerosis-diseases…/ )
  3. http://vaccineimpact.com/2014/new-study-hepatitis-b-vaccination-in-france-sparked-a-wave-of-new-cases-of-ms/#sthash.fyvnQ89B.dpuf
  4. Evoluzione della sclerosi multipla in Francia dall’inizio della vaccinazione epatite B .

Evolution of multiple sclerosis in France since the beginning of hepatitis B vaccination

SM FRANCIA

SM FRANCIA2

Fonte PubMed dicembre 2014

  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25395338

 

 

Share

Tubercolosi,Map, e le varie correlazioni e Patologie

Cosa c’è dietro al commercio di LATTE e LATTICINI ?

 

Varie fonti e dati, indicano che le mucche sono quasi tutte malate di PARATUBERCOLOSI (il 61,3% [1]) e che spesso si sono verificate grosse epidemie di Tubercolosi Bovina (abbreviata TB) [2] l’ultima in Valle d’Aosta fino al 2009. INIZIAMO AD APPROFONDIRE L’ARGOMENTO….

  • Lo sapete che il latte di una mucca potenzialmente infetta, viene mescolato a tutto il resto del latte raccolto (mescolanza) e che basta un bacillo (2 micron) per infettare il tutto?
  • Lo sapete che il batterio è diventato resistente agli antibiotici per uso umano, in quanto ne sono stati somministrati di diversi tipi alle mucche malate  nel corso degli anni?

Bevendo latte e derivati non solo ingeriamo antibiotici che indeboliscono inutilmente il nostro sistema immunitario (caseina , IGF-1 , ormone della Monsanto BGH,cancerogeno e che porta acidosi del sangue sottraendo calcio alle ossa); oltre a questo,possiamo anche contrarre la tubercolosi bovina o altre gravi infezioni resistenti ai farmaci di prima linea.

Il latte usato in Italia, anche per i formaggi, viene, in parte, importato dall’Est Europa dove non ci sono controlli, e  le quote latte servono per coprire questo mercato di grosse multinazionali che danneggiano i consumatori ed anche i pastori italiani.

Il batterio non muore dopo la pastorizzazione ma resiste fino a 100 °C per oltre un’ora.

  • Lo sapete che la tb bovina ed i micobatteri in genere, viaggiando nel sangue e sistema linfatico, possono colpire ogni organo e quindi portare ogni malattia ?

tubercolosi

Non è vero che la TB-Tubercolosi bovis (a differenza della TBC) colpisce primariamente i polmoni ma può colpire le tonsille (rilevabile con una banale ecografia del collo alla ricerca di linfoadenopatie) ed il colon  come infezione primaria.

  • Lo sapete che da oltre 100 anni si sa che il cancro è, principalmente, causato dai micobatteri ?

Il bacillo è 2.000 volte più pesante della particella d’acqua disciolta nell’aria, pertanto, è difficile che venga trasmesso per via aerea . Uno studio autoptico rileva che a 65 anni il 100% delle persone ha un cancro asintomatico alla tiroide . La medicina ufficiale continua a ricercare i micobatteri prettamente nei polmoni, malgrado ci siano denunce, da molti anni, di allarme espettorato negativo .

La tubercolosi (o micobatteriosi in genere) latente non esiste, ma i suoi bacilli sono sempre attivi .

  • Lo sapete che esiste un nuovo test ematico immunologico chiamato “Quantiferon” attendibile (se fatto bene) sugli adulti circa il 90% sui micobatteri tubercolari ed il 50% su quelli paratubercolari [17] ed è anche prescrivibile dal SSN?

Le biopsie “spesso” sono sbagliate in quanto il campione viene messo in formalina  che, in caso di infezioni, brucia ogni agente patogeno. Malgrado negli anni ’50 si sapeva che circa il 60% della popolazione italiana aveva la TBC “latente” (che avete visto non esistere) il Governo ha chiuso i sanatori, eliminato i controlli che venivano fatti con il libretto sanitario , ha fatto scomparire anche la tubercolina (unico test fino a quel momento),uno dei principali farmaci la cui interruzione d’assunzione (basta saltare anche una sola somministrazione) porta farmacoresistenza , e che la classe medica ha perso esperienza nel riconoscere e trattare la malattia (ed i manuali medici non riportano più le informazioni al riguardo).

Anzi è stato dichiarato, essere una malattia debellata malgrado nessuno (di questo 60%) avesse preso medicine ed il 10% avrebbe manifestato una malattia attiva…..

  • Lo sapete che se vi diagnosticano un cancro potreste avere salva la vita se, dopo aver isolato il bacillo, otteneste il corretto ANTIBIOGRAMMA?

Se non trovano il bacillo, somministrano una terapia ex adiuvantibus (che alla luce di quanto sopra potrebbe mostrare immediati benefici ma indurre ulteriore farmacoresistenza) basata su evidenze cliniche e non scientifiche.

Esistono anche potenti soluzioni naturali come quella dell’Ascorbato di Potassio (nato nel ’47 da una limonata al bicarbonato potassio ed ora studiato dalla Fondazione Pantellini a Firenze), il cloruro magnesio, l’argento colloidale ionico, la Fitoterapia di Jean Valnet, la terapia della Dr.ssa Hulda Clark , quella del Dr. Max Gerson, le integrazioni raccomandate dal Nobel Linus Pauling e dal Dr. Rath, la omotossicologia, l’aloe di padre Zago, e tante altre. Alla base di tutto, ovviamente, c’è l’igienismo alimentare (eliminando latte, derivati, salumi,…).
tubercolosi mucche


Riferimenti

Se i files non sono più disponibili online è possibile scaricarli qui:   https://docs.google.com/leaf?id=0BwoeMuahxWg_M2IxYjkwZTItNmRjNi00ODE2LTlhN2MtMzAzNjA4NzFjMzM0&hl=en

1) Gravissimi agenti patogeni nel latte e derivati:   http://www.izsler.it/izs_bs/ftp//doc/Archivio/2002/2002Febbraio.pdf    #Pagina 5

http://www.izsmportici.it/upload/file/11/TBC.pdf

http://www.izsvenezie.it/dnn/Portals/0/sanita/Piano%20TBC%20BRC%20LEB%202004- 2006.pdf

http://www.izsler.it/izs_bs/allegati/1091/2009Dicembre.pdf

http://www.izsmportici.it/fileapp/ruocco.pdf

MAP

http://www.izsler.it/izs_bs/ftp//doc/CREF_paratubercolosi/compiti/Mybacterium%20avium.pdf

Attuali conoscenze sulla Paratubercolosi Bovina – IZSLER Piacenza – www.apa.lo.it
“87 BOVINE (61.3%) ERANO REATTIVE AL MOMENTO DEL TEST”

http://www.apa.lo.it/web/download/relaz_bell.pdf http://www2.vet.unibo.it/staff/ostanello/Didattica/file%20lucidi/paratbc_2006_WEB.pdf

Milk The Deadly Poison

http://www.youtube.com/watch?v=tYpafipJyDE

RECENTI SCANDALI

FONTINA INFETTA DA TUBERCOLOSI |

http://consumatori.myblog.it/archive/2010/01/20/scandalo-della-fontina.html

http://www.12vda.it/cronaca/cronaca/6052-tredici-arresti-per-uninchiesta-contro-la-truffa-ed-il-falso-nel-settore-dellallevamento-bovino.html

14/04/2011 – AOSTA Fontina da latte infetto, chiesto il rinvio a giudizio di 61 allevatori http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/397924/

Tecniche del latte e derivati: Charles Alais, Scienza del latte, Tecniche Nuove, 2000. ISBN 88-481-1041-X

http://books.google.it/books?id=yZXbt3VxLUMC&pg=PA471&dq=pastorizzazione&hl=it&ei=zSH6S6upDdCoOKLwiZUM&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=2&ved=0CC0Q6AEwAQ#v=onepage&q=pastorizzazione&f=false

James Walene, Immunization: the reality behind the myth , (in inglese) Greenwood Publishing Group, 1995. ISBN 0-89789-359-X

http://books.google.it/books?id=EQHPoGs6CvIC&pg=PA91&dq=norman+walker+milk&hl=it&ei=Kvn6S__1NqCfOLOI3ZUM&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=3&ved=0CDAQ6AEwAg#v=onepage&q=norman%20walker%20milk&f=false

Farmaci critici per l’essere umano, somministati alle vacche: I farmaci antitubercolari utilizzati oggi sono: l’isoniazide, la rifampicina, la pirazinamide, la streptomicina, l’etambutolo. Il micobatterio è capace di mutare geneticamente e, se la terapia non è corretta, sviluppa una farmacoresistenza a allo specifico antibiotico usato che diventa inutilizzabile per quel paziente (un’arma di difesa in meno).

http://www.salute.gov.it/malattieInfettive/paginaInternaMenuMalattieInfettive.jsp?id=831&lingua=italiano&menu=altremalattie

ISONIAZIDE (PRINCIPALE farmaco contro TBC!) dato in maniera ILLECITA alle Mucche.   Distribuiscono Micobatteri farmacoresistenti  ?

http://www.ibim.cnr.it/aerobiologia/alimentazione/ali%20e%20salu/Zooprofilattico.pdf  pag 58

http://www.sivemp.it/_uploadedFiles/_destRivPath/6_47_58_tbc.pdf  pag 11

http://www.izsler.it/izs_bs/ftp//doc/Archivio/2002/2002Febbraio.pdf  pag 5

leggere !!

Inoltre è stata trovata FARMACORESISTENZA per: RIFAMPICINA 

http://www.fondiz.it/pdf/76.pdf  pag 51

http://www.izsmportici.it/bufala/relazioni/relazione_galiero.pdf  pag 28

STREPTOMICINA 

http://www.fondiz.it/pdf/76.pdf  pag 50 51

Fortunatamente esistono soluzioni naturali come quella dell’Ascorbato di Potassio, il limone (oppure limonate al bicarbonato potassio),  il cloruro magnesio, l’Essiac, la Fitoterapia di Jean Valnet, Dr.ssa Hulda Clark , quella del Dr. Max Gerson, le integrazioni raccomandate dal Nobel Linus Pauling e dal Dr. Rath, la omotossicologia, l’aloe di padre Zago e tante altre.

Caseina: Articoli Accademici

http://scholar.google.it/scholar?q=casein+cancer+milk&hl=it&as_sdt=0&as_vis=1&oi=scholart

MILK makes CANCER grow! http://www.youtube.com/watch?v=2hQckFAyVD0

Bevete latte che vi fa male http://www.mednat.org/alimentazione/bevete_latte.htm

Latte di Mucca: Ecco Perchè l’ho Tolto a Mio Figlio! articolo pubblicato da Graziella Tortorelli http://naturalmentemamma.it/2010/04/20/latte-di-mucca-ecco-perche-lho-tolto-a-mio-figlio-1%C2%B0-parte/

http://naturalmentemamma.it/2010/06/10/latte-di-mucca-ecco-perche-lho-tolto-a-mio-figlio-2%C2%B0-parte/

La caseina in prodotti lattiero-caseari può promuovere il cancro http://www.guida-alimentazione.info/la-caseina-in-prodotti-lattiero-caseari-puo-promuovere-il-cancro/

Latte e derivati http://www.disinformazione.it/latte.htm

Latte e derivati. Effetti dannosi e controindicazioni http://www.paleodieta.it/latte.htm

La somatomedina o IGF – 1, Ormone della crescita del cancro. Articoli accademici: http://scholar.google.it/scholar?q=igf-1+cancer&hl=it&as_sdt=0&as_vis=1&oi=scholart

Latte e cancro: http://www.livelloalfa.com/latte_cancro.htm

Ormone MONSANTO BGH vietato in Europa?  Ma il latte italiano non basta nemmeno in parte a fare il formaggio italiano e viene importato (arrivando a Milano dalla Germania) dalla Romania e Bulgaria (fonte servizio AnnoZero in alto o testate giornalistiche) ….

Che ne dire è autorevole come fonte? American University Washington D.C. Fonte :  http://www1.american.edu/ted/bst.htm

Cito: “17. Impatto della manovra sulla competitività commerciale: ALTA. Nessun caseificio di produzione principale paese, ad eccezione dell’Argentina, ha vietato l’uso di ormoni rBST internazionali e locali. Quasi 25 paesi hanno approvato l’uso di rBST. Tra i primi importatori di prodotti lattiero-caseari negli Stati Uniti con l’approvazione rBST sono: Algeria, Brasile, Bulgaria, Costa Rica, Repubblica Ceca, l’ex Unione Sovietica, Honduras, India, Giamaica, Messico, Namibia, Pakistan, Romania, Slovacchia, Sud Africa, e Zimbabwe. I tre principali produttori lattiero-caseari, l’Unione europea, la Nuova Zelanda e Australia hanno ritardato l’uso.”

Video: Ormone MONSANTO BGH  Your Milk on Drugs – Just Say No 1/2 http://www.youtube.com/watch?v=_GpqwZDbMHU

The Corporation – Monsanto BST rBGH. Antibiotici nel latte http://www.youtube.com/watch?v=PcAvaFkB3uI

E’ vero che il latte fa bene alle ossa? Prof. Franco Berrino direttore Dipartimento di Medicina Preventiva dell’Ist. Tumori Milano http://www.youtube.com/watch?v=cTzfZOwJAUY

IL LATTE FA MALE TUTTO  – Dott. Valerio Galasso  http://www.youtube.com/watch?v=_fkTbVEFGxQ

Il Latte – Dott.ssa Anna Villarini (Elisir Rai 3) http://www.youtube.com/watch?v=xWk-ueFV9u8

Il Latte – Dott. Golia Pezzulla http://www.youtube.com/watch?v=EF6NaIJurB8

Latte e latticini nella dieta: i danni http://www.infolatte.it/salute/danni_latte.html

LATTE, Calcio ed Intolleranze http://www.mednat.org/alimentazione/bevete_latte_calcio.htm

Il Paradosso del Calcio http://www.osteopata.it/consultazione.asp?Id=87

Malattie Osteoarticolari http://www.ben-essere.net/index.asp?c_articolo=48

Rischio di Parkinson in chi è ghiotto di latte e latticini  http://www.eurosalus.com/notizie/malattie/demenza-senile-colpa-del-calcio.html

Da dove provviene il latte distribuito in Italia anche nei formaggi: AnnoZero – Padania al Verde – Quando la TV faceva informazione Il servizio mette in luce che il latte prodotto dalla somma delle mucche italiane (quindi le quote latte) è largamente insufficente per la produzione lattiero casearia. Il caso degli allevamenti italiani fantasma e le importazioni di latte in polvere da allevamenti ultraintensivi da paesi come la Romania. Quote latte definite dal GOVERNO molto inferiori al fabbisogno nazionale.

Alla parte 7 la verità sulla provvenienza del latte e formaggio che mangiamo.

http://www.youtube.com/watch?v=0_yD-CqEgx0  (13 parti)

La metà del latte arriva dall’ estero Il problema resta la tracciabilità http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/06/20/la-meta-del-latte-arriva-dall-estero.html

Mucche fantasma per latte reale Per giustificare la produzione annua comunicata alla Ue si truccano i dati: così le vacche “vivono” 83 anni invece degli otto medi normali. I Carabinieri del Nac individuano una gigantesca truffa e indicano i principali protagonisti: un ente governativo e un’agenzia ministeriale E si diceva che l’85% dl latte veniva dall’estero …Romania … allevamenti ultraintensivi … “sicuramente” Monsanto … http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/31/mucca-continua/101171/

Mucche ottantenni, che silenzio… http://www.inabruzzo.com/?p=80262

PECORINO ROMANO ? ? RUMENO !!! CON PARTECIPAZIONI DEL GOVERNO ITALIANO MENTRE I PASTORI SI AMMAZZANO DI LAVORO. http://www.corriere.it/economia/10_settembre_11/pecorino-industrial-sardi_0a6cf4c2-bdf1-11df-bf84-00144f02aabe.shtml

http://www.dissapore.com/primo-piano/dr-pinna-e-mr-hyde/

 Termo resistensa e termoriattivazione: Robert Koch dimostra che i bacilli vengono uccisi se sottoposti per un’ora a temperature di 100°C e le spore a 140°C per tre ore. Anche per questo conseguì un premio Nobel. http://www.medithema.it/nobel/nobel_004.htm

Secondo lo scienziato Norman Walker, si richiedono temperature da 87 a 110 °C per uccidere i microrganismi patogeni, come gli agenti del tifo, i colibacilli, i micobatteri e le brucelle. (7) http://www.latte.it/Pages/datieconomici.htm

(vedi anche riferimento n° 3) Termoriattivazione a 100°C per 5 minuti La Paratubercolosi 5 anni dopo “Map cresce più velocemente se il latte è trattato a 100°C per 10 min. (Herman L. et all 8° ICP) http://www.izsler.it/izs_bs/ftp//doc/CREF_paratubercolosi/compiti/Mybacterium%20avium.pdf

Alcune malattie legate ai micobatteri (per la lista di quelle legate al latte far riferimento al testo di Lorenzo Acerra “Mal di latte”):   – Diabete, intestino irritabile e Crohn   Il diabete dipende da un batterio trasmesso dal latte -l’intestino irritabile e un’altra ancora il Crohn Diabetes Mellitus, TB, and the Mycobacteria: Two millenia of enigma  (Lawrence Broxmeyer MD discusses the possible link between Diabetes and the tuberculosis-like mycobacteria.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15967589

http://drbroxmeyer.netfirms.com/diabetes.pdf

Il diabete dipende da un batterio trasmesso dal latte -l’intestino irritabile e un’altra ancora il Crohn  http://www.staibene.it/salute/articoli/single_news/article/il_diabete_dipende_da_un_batterio_trasmesso_dal_latte/

http://www.aslsassari.it/documenti/1_45_20090120093331.pdf

PLoS ONE: immunologiche specifiche Conferma Association of Mycobacterium avium subsp. paratuberculosis con Type-1, ma non di tipo-2 diabete mellito

http://www.plosone.org/article/info:doi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0004386

Behr on Crohn’s – Part 1/6 

http://www.youtube.com/watch?v=N8AYhnLkf9A

Part 1-CROHN MAP by John Hermon Taylor http://www.youtube.com/watch?v=5pYuf5rnnQo

ICP – 1/5 Carol Nacy; MAP & Crohn’s http://www.youtube.com/watch?v=YiWOVgXbqgM

ICP – 1/3 Robert Greenstein; MAP & Human Disease http://www.youtube.com/watch?v=Nsvv9zPrLmg

Culture of Mycobacterium aviumsubspecies paratuberculosisfrom the blood of patients with Crohn’s disease – Saleh A Naser, George Ghobrial, Claudia Romero, John F Valentine  http://www.johnes.org/handouts/files/Naser-Lancet-MAP.pdf

E altri articoli accademici  http://scholar.google.it/scholar?q=mycobacterium+avium+paratuberculosis&hl=it&as_sdt=0&as_vis=1&oi=scholart

Sclerosi multipla  Sclerosi multipla? TBC Atipica http://www.corriere.it/salute/10_febbraio_26/batterio-sclerosi-multipla_a0db394c-22d7-11df-8195-00144f02aabe.shtml

PLoS ONE: Association of Mycobacterium avium subsp. paratuberculosis with Multiple Sclerosis in Sardinian Patients http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0018482

paratuberculosis and multiple sclerosis in Sardinian patients: epidemiology and clinical features. Our study confirmed the association of MAP and MS in Sardinia…

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23439580

Artrosi ed artriti  Aumento del siero anti-micobatteri anticorpo tite … [Arabia Med J. 2007] – PubMed – NCBI

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17457438

Immune responses to 18.6 and 30-kDa mycobact… [Scand J Immunol. 1991] – PubMed – NCBI http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1836278

Antibody reactivity to mycobacterial 65 kDa heat… [J Autoimmun. 1995] – PubMed – NCBI http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7542003

Raised serum IgG and IgA antibodies to mycobacterial antigens in rheumatoid arthritis. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1003696/

Severe outbreaks of polyarthritis in kids caused by Mycoplasma mycoides subspecies capri in Sicily. … [Vet Rec. 2012] – PubMed – NCBI http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22447562

Asma    Nontuberculous mycobacterial infection as a cause of d… [Chest. 2011] – PubMed – NCBI http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20829338

Cancro The Untold Truth About Cancer, Nexus Magazine (January and February, 2010) By Dr Lawrence Broxmeyer.  The US medical orthodoxy accepted a microbial cause of cancer until the early 20th century when it reversed its position and refused to accept findings that proved the cancer germ to be real. La Verità taciuta sul cancro (Nexus 85-86)

http://www.laleva.org/it/doc/Verita_Cancro_1.pdf

http://www.laleva.org/it/doc/Verita_Cancro_2.pdf

Is Cancer Just An Incurable Infectious Disease? (Lawrence Broxmeyer, MD reviews the historical and scientific merits of MD’s and PhD’s who offered proof that cancer is an infectious disease.)

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15504566

http://drbroxmeyer.netfirms.com/Cancer.pdf

Tubercolosi endobronchiale imitazione cancro ai polmoni … [Respir Med. 1991] – PubMed – NCBI http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1887126

Professor Trevor Marshall dell’Università di Murdoch . One way a Virus or Bacterium can cause Metastatic Cancer http://www.youtube.com/watch?v=JXt5Ga2WqZI&feature=related

http://autoimmunityresearch.org/transcripts/CMBF_2009_Dalian_Transcript.pdf

RALPH W. MOSS, PH.D. – Autore del libro “The Cancer Industry” http://www.ralphmoss.com/html/coley.pdf

sb10069386h-002

Cancer and Bacteria,The hidden relationship – By Alan Cantwell, MD Los Angeles, CA http://www.silverbulletenterprises.com/cancer%20and%20bacteria.htm

Oxford University Press – Can Bacteria Cause Cancer?, Prof. David Hess, Ph.D. http://jnci.oxfordjournals.org/cgi/content/full/92/21/1713

THE CANCER BACTERIA HOMEPAGE  by Ron Falcone http://www.cancerbacteria.com/  

Influenza Bird flu, influenza and 1918: The case for mutantAvian tuberculosis(Lawrence Broxmeyer MD links the current swine “flu”, Bird “flu” and the pandemic of 1918 to viral-like forms of TB.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16806732

http://drbroxmeyer.netfirms.com/001pdfBIRDFLUEDITORIALPUBLISHED.pdf

Vedi anche: https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/la-bufala-della-suina-oppure-la-suina-della-bufala/357950054276854

AIDS AIDS:  It’s the Bacteria, Stupid!  (Lawrence Broxmeyer MD and Alan Cantwell MD expore the possible role of acid-fast tuberculosis mycobacteria as “primary-agents” in AIDS.)   http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18691828

http://drbroxmeyer.netfirms.com/001%20REV%20PDF%20IN%20PRESS%20AIDS%20%20ITS%20THE%20BACTERIA%20STUPID.pdf

Is AIDS Really Caused by a Virus? (Lawrence Broxmeyer, MD questions whether the etiology of AIDS is viral in nature.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12710902

http://drbroxmeyer.netfirms.com/001_pdf_IS_AIDS_REALLY_CAUSED_BY_A_VIRUS.pdf

Mucca Pazza: Is Mad Cow Disease Caused by a Bacteria? (Lawrence Broxmeyer, MD reviews the evidence that Mad Cow Disease is indeed caused by a bacteria.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15325025

http://drbroxmeyer.netfirms.com/MadCow.pdf

Malattie cardiache Heart Disease: The Greatest ‘Risk’ Factor of Them All (Lawence Broxmeyer, MD takes a look at what’s really behind heart disease and why cholesterol lowering drugs really work.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15082105

http://drbroxmeyer.netfirms.com/heartdisease.pdf

– Sars: Sars: Just Another Viral Acronym? (Here Lawrence Broxmeyer, MD probes SARS and questions its viral etiology.)

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12888325

http://drbroxmeyer.netfirms.com/sars.pdf

Parkinsons Parkinsons: Another Look (Lawrence Broxmeyer, MD traces Parkinson’s to an atypical mycobacterium.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12208174

http://drbroxmeyer.netfirms.com/parkinsons.pdf

Alzheimer: Thinking the Unthinkable: Alzheimer’s, Creutzfeldt–Jakob and Mad Cow Diseases:  The Age-Related Reemergence of Virulent, Foodborne, Bovine Tuberculosis or Losing Your Mind for the Sake of a Shake or Burger(Lawrence Broxmeyer, MD links all three diseases to bovine tuberculosis.) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15694685

http://drbroxmeyer.netfirms.com/alzheimers.pdf

Anemia normocitica e normocromica: “In caso di infezioni ai reni è possibile che si verifichi anemia normocitica e normocromica per carenza di produzione di eritropoietina da parte dei reni.”

http://it.wikipedia.org/wiki/Tubercolosi

Reflusso gastro esofageo 

http://it.wikipedia.org/w/index.php?

Megacolon – dolidocolon – ptosi del taverso

http://it.wikipedia.org/wiki/Megacolon
Tonsillite Caseosa- Placche tonsillari (il caseum è una particolare caratteristica dei micobatteri) Trattato di anatomia patologica clinica Di Mario Raso (Vol. II Pagina 896)

http://books.google.it/books?id=wh-ImuZehPkC&pg=PA896&dq=TUBERCOLOSI+TONSILLARE&as_brr=3#v=onepage&q=TUBERCOLOSI%20TONSILLARE&f=false

Guida illustrata alla otorinolaringoiatria: Vincenzo Ricci, Mario Cavazzani, Paolo Uras.

http://books.google.it/books?

id=Ds6QjSFA1HMC&pg=PA240&dq=infezione+primaria+TONSILLARE&as_brr=3&cd=1#v=onepage&q=infezione%20primaria%20TONSILLARE&f=false

Autismo  Mycobacterium paratuberculosis and autism: is this a trigger?

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21903338

http://paratb.org/wp-content/uploads/2011/09/medical-hypotheses-autism.pdf

E’ noto da oltre 100 anni che i micobatteri sono la principale causa di cancro La verità taciuta sul cancro di Lawrence Broxmeyer, MD   http://www.laleva.org/it/2010/09/la_verita_taciuta_sul_cancro.html

http://www.laleva.org/it/doc/Verita_Cancro_1.pdf

http://www.laleva.org/it/doc/Verita_Cancro_2.pdf

Novità: Secondo alcuni scienziati dell’Università di Berkeley, in California, si tratta di un “batterio evoluto http://www.giornalettismo.com/archives/136067/cancro-batterio/

Scoperta una nuova via per la lotta contro il cancro – BCG il vaccino per la TUBERCOLOSI http://www.tuttasalute.net/8339/scoperta-una-nuova-via-per-la-lotta-contro-il-cancro.html

La tubercolosi è una malattia contagiosa che si trasmette ? http://www.mednat.biz/vaccini/tubercolosi1.htm

Uno studio autoptico rileva che a 65 anni il 100% delle persone ha un cancro alla tiroide. Le autopsie rivelano che i tumori… Marcello Pamio – tratto da “Cancro Spa” http://www.disinformazione.it/chemioterapia2.htm

Emergenza tubercolosi con striscio dell’espettorato negativo. A cura de “Il Pensiero Scientifico” Editore 28/02/2007 17.15.00 http://www.piusalute.it/p_notizie/emergenza-tubercolosi-con-striscio-dell%E2%80%99espettorato-negativo

La latenza non esiste! Recenti studi dei ricercatori dell’Istituto Pasteur a Seoul e a Parigi e dell’Istituto farmacologia e biologia strutturale di Tolosa, che in merito firmano un articolopubblicato sulla rivista PLoS Pathogens, hanno dimostrato che questa teoria illogica e priva di fondamento è scientificamente errata. http://www.plospathogens.org/article/info:doi/10.1371/journal.ppat.1001100

http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/titolo/1344699

http://www.liquidarea.com/2010/09/i-micobatteri-allinterno-dei-macrofagi-meccanismo-da-comprendere-per-lotta-contro-tubercolosi/

 Esame immunologico del sangue Quantiferon: http://www.geneticlab.it/it/laboratorio_lists_details.php?analisi=quanriferon-infettivologia

Come far preparare la ricetta medica e cosa far scrivere. http://www.analisipapagni.it/index.php?id=25&user_esami_pi1%5Buid%5D=9575

Il protocollo chirurgico sulle biopsie è errato MANUALE TECNICO PER LA DIAGNOSI MICROBIOLOGICA DELLA TUBERCOLOSI http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_614_allegato.pdf

Il dono fatale del bestiame per renderci schiavi delle principali malattie. Ernesto Burgio Comitato Scientifico ISDE Italia Trasformazioni degli ecosistemi, zoonosi (ri)emergenti e allarmi pandemici Citazione pag.11: Dal libro Armi, Acciaio e Malattie di Jared Diamond (libro storico) Capitolo XI “Il “dono fatale del bestiame”.. “l’allevamento e quindi il contatto continuo con gli animali ebbe anche come conseguenza il passaggio all’uomo di malattie di origine animale (praticamente tutte le principali malattie contagiose)…che alcuni millenni dopo sarebbero diventate …l’arma più potente nelle mani dei colonizzatori europei! http://www.isde.it/iniziative/2009/Settembre-Bosa/SABATO%2012-09-09/3%5E%20SESSIONE/Burgio%202%20pomeriggio.pdf

 Occultamento di grossi pericoli per fini spudoratamente economici. Citazione: “Effetto Boomerang: il latte crudo sembra essere pericoloso quanto il latte “commerciale”. C’è il reale rischio che il consumatore non consideri più il latte un alimento buono e sano, ma qualcosa che può contenere batteri e sostanze altamente pericolose. Se tale informazione prende piede, l’intero comparto lattiero caseario ne soffrirà pesantemente” http://www.aral.lom.it/public/upload/00000251_04_Zecconi.pdf – Riaquadro n. 13

IL VECCHIO LIBRETTO VA IN PENSIONE (e con lui anche il minomo controllo epidemiologico) http://www.italservizi.it/it/Articoli/il_vecchio_libretto_va_in_pensione.asp

Unico test la tubercolina scompare. I sospetti malati tornano a casa senza diagnosi Cosa ci insegna il caso della tubercolina scomparsa? A cura de Il Pensiero Scientifico Editore 26/03/2010 13.41.00 http://www.pensiero.it/news/news.asp?IDNews=971

Napoli: torna incubo tubercolosi ma termina il farmaco per curarla http://www.infooggi.it/articolo/napoli-torna-incubo-tubercolosi-ma-termina-il-farmaco-per-curarla/2916/

TBC DIMENTICATA

http://www.dica33.it/cont/news/1003/2402/dimenticata-scomparsa.asp

Antibiogramma http://it.wikipedia.org/wiki/Antibiogramma

Ex adiuvantibus, criterio http://www.treccani.it/enciclopedia/criterio-ex-adiuvantibus/

Se avete letto e studiato quanto sopra, e volete approfondire, cliccate qui:

https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/la-nascita-pianificata-della-malattia-rara-ma-diffusa-dossier-alimentazione-infe/396499017088624

PER ALTRE FONTI CLICCARE IL LINK DI SEGUITO

Articolo scritto da Giancarlo Luzzi per Informare per Sopravvivere ©RIPRODUZIONE RISERVATA Per ogni copia, parziale o totale che sia, si richiede la chiara citazione della fonte e del relativo URL. https://www.facebook.com/notes/informare-per-sopravvivere/lo-sapete-che-dietro-al-commercio-di-latte-e-latticini-si-nascondono-temibili-ve/180286142043247
Share

Contrae la sclerosi multipla dopo il vaccino; scatta un risarcimento di 2.400.00 euro

Nancy: 2.400.000 € compensazione per la sclerosi multipla dopo la vaccinazione

2.400.000 € di indennizzo per un’ infermiera  con sclerosi multipla contratta a settembre dopo la vaccinazione

18 Giu 2014


vaccino, € 2.400.000 vittima



A seguito di una vaccinazione obbligatoria contro l’epatite B nel 1992 , un’ infermiera  ha presentato “disturbi neurologici, disturbi visivi, parestesia delle quattro estremità e altri disturbi, entro i sintomi della sclerosi multipla.”

 


Nel mese di ottobre 1995, è stata diagnosticata la sclerosi multipla.

La signora A. ha chiesto e preteso la responsabilità dello Stato in questa malattia dinanzi al giudice amministrativo.

La Corte d’Appello ha applicato il principio di responsabilità per i danni e gli indennizzi da vaccino.

In questo caso, lo Stato, è tenuto a risarcire il danneggiato in quanto i fatti sono avvenuti prima del 2002 (prima creazione di Oniam).




Dopo aver valutato tutte le posizioni di danno alla vittima, la Corte d’Appello ha condannato lo Stato a risarcire quasi 2,4 milioni dollari .

Tale importo comprende i costi relativi alla disabilità e la perdita di indipendenza, compresa l’assistenza di una terza persona, così come la perdita di guadagno e di danno professionale.


SENTENZA

Corte amministrativa d’appello di Nancy 

N ° 11NC00348    
Unreleased Lebon a camera  4 – allenamento 3M. JOB Presidente Pascale ROUSSELLE, relatore l’onorevole WIERNASZ, relatore pubblico MOR; Avocat1; MOR Lunedi, 2 Giugno, 2014 

REPUBBLICA FRANCESE IN NOME DEL POPOLO FRANCESE


Testo integrale

Data la sentenza interlocutoria in data 14 maggio 2012 con cui la Corte, sulla domanda di Ms F. .. A. .., residente a … dal Sig. Mor, avvocato, registrato l’8 giugno 2006, annullare la sentenza del 28 marzo 2006 con la quale la Corte di Besançon amministrativo ha respinto la sua richiesta, da un lato, l’annullamento della decisione del 9 febbraio 2004 in cui il ministro della Salute e Welfare ha respinto la sua richiesta di un ordine dello Stato a pagargli diversi importi a titolo di risarcimento per i danni conseguenti alla vaccinazione contro l’epatite B e, dall’altro, alla condanna dello Stato a pagare gli reddito annuo di 12.000 euro per il periodo dal 16 giugno 1991 e il 1 ottobre 1996 e 25 € 000 dal 1 ° ottobre 1996 e una somma di € 30.000 a titolo di risarcimento per i danni subiti disturbi legati a condizioni esistenza” s e una perdita di opportunità, riconosciuto la responsabilità dello Stato e ordinato un esperto per esaminare la signora A. .. e descrivono il suo stato attuale in termini di valutazioni condotte dal professor Smith e il Dr. Girard…………………

per continuare a leggere clicca il link di seguito
http://www.legifrance.gouv.fr/affichJuriAdmin.do?idTexte=CETATEXT000029040513

fonte riportata di seguito

 

http://www.initiativecitoyenne.be/article-cour-d-appel-de-nancy-l-etat-fran-ais-devra-verser-2-4-millions-d-euros-a-une-victime-du-vaccin-hep-123941126.html


 

Share

Quali e Quanti sono i vaccini obbligatori? di quali malattie parliamo, e Cos’è l’esavalente?

 

Infanrix-Hexa-Vaccine

ESAVALENTE:  contiene due vaccini NON obbligatori, le mamme possono esigere o solo i 4 vaccini obbligatori (epatite b,difterite, tetano e polio) o vaccini singoli…è importante sapere tutte queste malattie cosa sono,come si contraggono, MA è anche importante sapere se è necessarie farle a soltanto due mesi di vita.

Attualmente il vaccino esavalente somministrato in Italia è l’Infanrix Hexa prodotto dalla GlaxoSmithKline S.p.A. Nell’Infanrix Hexa è presente sia come alluminio idrossido, idrato (Al(OH)3) 0,5 milligrammi, che come fosfato di alluminio (AlPO4) 0,32 milligrammi Al.”In tutto sono 0,82 mg di alluminio che vengono iniettati, con la prima dose, in un cucciolo umano di 70 giorni e del peso di 5-6 chili. E’ importantissimo sapere che molte malattie sono state eradicate grazie alle migliorate condizioni igieniche,cosa che spesso,molto spesso non viene detta a noi mamme.Ma  addentriamoci singolarmente nell’Esavalente,con le varie malattie,conosciamole insieme,la loro eradicazione,la loro esistenza o scomparsa e il loro “contagio”.

POLIO:  l’Europa è stata dichiarata Polio-free sin dal 2002 dall’OMS, perché da oltre 10 anni non vi erano casi di polio, è una malattia che si contrae per via oro-fecale.   La poliomielite, comunque, è diventata una malattia virale rara in molte Nazioni e in Italia pare non si siano più verificati casi spontanei dal 1983 e i soggetti che superano la malattia in modo spontaneo acquisiscono una immunità duratura, forse per tutta la vita.

DIFTERITE: Nel nostro Paese, l’incidenza della difterite è andata gradualmente riducendosi dagli anni ‘60 agli anni ‘80 del XX secolo (solo in parte grazie al vaccino, ma prevalentemente grazie alle migliorate condizioni di vita e poi anche alla disponibilità degli antibiotici) e oggi questa malattia è praticamente scomparsa (l’ultimo caso italiano si è verificato nel 1991, ma la vera causa di quella morte non è mai stata accertata).

EPATITE B:  I bambini non sono una categoria a rischio (se i genitori e i conviventi non sono infetti),  infatti  il neonato non si droga e non ha rapporti sessuali,  per quanto emancipati siano rispetto i loro coetanei di 30 anni fa. In Italia il vaccino è stato reso obbligatorio grazie ad una tangente all’ex Ministro della salute che nell’aprile 2012 è stato condannato anche in terzo grado, in Francia il vaccino epatite B non è più obbligatorio perchè diverse sentenze hanno dimostrato la correlazione con da sclerosi multipla.

TETANO:  è una vaccinazione che può essere rimandata, un bambino nel primo anno di vita non è in movimento, inoltre il tetano pediatrico che “da trent’ anni non presenta un caso di mortalità, in Europa”, è una malattia che colpisce maggiormente gli anziani perchè  il loro sistema immunitario col passare degli anni indebolisce. E’ importante disinfettare le ferite con acqua ossigenata.

MORBILLO:  (vaccino non obbligatorio) È vero che sono possibili alcune complicazioni, ma queste in genere colpiscono i soggetti più deboli, cioè più immunodepressi.  La malattia naturale fornisce una protezione che dura tutta la vita e che è superiore a quella offerta dal vaccino.  Le donne che hanno avuto la malattia naturale, durante la gravidanza trasmettono al figlio una fornitura anticorpale specifica che lo proteggerà molto a lungo. L’incidenza di questa malattia è iniziata a decrescere molto tempo prima dell’inizio della vaccinazione e ciò significa che anche il morbillo è, come tutte le patologie infettive, fortemente influenzato dalle condizioni igieniche, sociali,culturali e ovviamente immunitarie dei soggetti esposti al virus.- La mortalità per morbillo naturale è molto calata in questi ultimi anni,- molti studi dimostrano una prevalenza di epidemie di morbillo nella popolazione vaccinata. ROSOLIA:  La rosolia è una malattia molto comune e lieve che colpisce l’infanzia, anche se oggi la frequenza maggiore si è spostata verso l’età di 10-14 anni.  Il senso di questa vaccinazione, quindi, non è quello di evitare la rosolia nel bambino, ma di evitare la rosolia congenita nel feto. Va anche detto, però, che la vaccinazione non fornisce una copertura totale e quindi non elimina completamente il rischio di rosolia congenita nel bambino. Inoltre, la malattia naturale offre una protezione che dura tutta la vita, mentre la vaccinazione infantile, secondo alcuni Autori, presenta una recidiva di malattia da adulti nel 50% dei casi. Pertanto, in particolare per le ragazze, il genitore può prendere in considerazione la possibilità di rimandare la vaccinazione in età adolescenziale, valutando prima con esami l’immunità naturale.

PAROTITE:La parotite è una malattia causata da un virus che si diffonde di solito attraverso la saliva e può infettare molte parti del corpo, soprattutto le ghiandole salivari parotidi. Le ghiandole salivari parotidi, che producono la saliva per la bocca, si trovano verso la parteposteriore di ogni guancia, nella zona tra l’orecchio e la mascella. In caso di parotite di solito queste ghiandole si gonfiano e diventano dolorose.  Pertanto in particolare per i ragazzi,  il genitore può prendere in considerazione la possibilità di rimandare la vaccinazione in età adolescenziale valutando prima con esami l’immunità naturale.

VARICELLA: La varicella, che è una malattia molto contagiosa, ha un’incubazione di 11-21 giorni e poi si manifesta con febbre non molto elevata,malessere generale e un tipico esantema caratterizzato da piccole papule rosa che appaiono ad ondate successive per 3-4 giorni sia sulla cute che sulle mucose. Recentemente viene proposta la vaccinazione antivaricella, ma la sua innocuità ed efficacia sono ancora da accertare con precisione. Molti medici ritengono che questa vaccinazione sia una profilassi eccessiva rispetto ai reali pericoli di questa malattia e la accettano eventualmente solo per i soggetti immunodepressi ad elevato rischio. Secondo il Ministero della Salute, questa vaccinazione va somministrata ai soggetti che hanno un rischio specifico correlato a patologie preesistenti o a particolari condizioni di lavoro.

PERTOSSE La pertosse è una malattia batterica altamente contagiosa che, proprio perché è una malattia di mucosa e non sistemica, non fornisce una immunità di lunga durata; è però noto che, come per tutte le infezioni, l’immunità si prolunga enormemente se l’individuo viene ogni tanto in contatto con qualche batterio della pertosse.La vaccinazione, invece, non conferisce né un’immunità completa né duratura (studi recenti indicano che la protezione è dell’80% dopo 3 anni e del 10% dopo 12 anni dalla vaccinazione). Gli adolescenti e gli adulti, pertanto, si possono ammalare indipendentemente che siano già stati vaccinati o meno.

MENINGITE: (vaccino non obbligatorio) il vaccino non copre tutti i ceppi virali e spesso viene seminato il panico con articoli quando accadono spiacevoli casi senza specificare se si tratta di meningite fulminante o il ceppo batterico.La meningite è un’infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale (le meningi). La malattia generalmente è di origine infettiva, può essere causata da virus, da batteri o da funghi.La forma virale, detta anche meningite asettica, è quella più comune, solitamente non ha conseguenze gravi e si risolve nell’ arco di una decina di giorni.

PNEUMOCOCCO:  “Non è sensato somministrare milioni di dosi con una situazione che vede solo pochissimi bambini all’ anno in Italia danneggiati dalla malattia. In sanità pubblica occorre scegliere gli interventi di massa sulla base del beneficio che questi possono portare in termini di salvaguardia di vite umane e di miglioramento della qualità della vita e una vaccinazione di massa contro il Pneumococco non soddisfa questi requisiti. Inoltre, se ci dovessero essere effetti indesiderati rari emergerebbero somministrando il vaccino su larga scala. Non siamo in grado di fare un bilancio approfondito tra rischi e benefici. Il nuovo vaccino contro il Pneumococco è stato studiato su misura per i sierotipi di Pneumococco isolati negli Stati Uniti, mentre in Italia i sierotipi presenti non sono ancora noti. Quindi, c’è la possibilità che il vaccino non sia nemmeno molto efficace per la nostra realtà. Inoltre, negli USA l’incidenza della malattia è maggiore rispetto all’ incidenza bassissima che c’è nel nostro Paese”.

ROTAVIRUS: L’età maggiormente colpita è quella pediatrica sotto i 5 anni, ma l’età più a rischio per presentare una infezione grave va dai 6 ai 24 mesi. Infatti, secondo l’OMS, il rotavirus è la forma virale di gastroenterite più grave che colpisce i bambini sotto i 5 anni nei Paesi più poveri del mondo dove le precarie condizioni  igieniche si sommano alla difficoltà di accedere alla terapia di reidratazione e alle altre cure mediche. Nei Paesi occidentali, la gastroenterite da rotavirus, non  è una malattia letale, ma può dare complicanze anche gravi nelle persone anziane e in quelle immunocompromesse. Dopo i primi esperimenti con un vaccino USA che nel 1998  è stato ritirato dal commercio (dopo soli 7 mesi di vita). – il vaccino europeo monovalente costituito da virus umani vivi e attenuati appartenenti al ceppo più comune (G1P8), che viene somministrato in 2 dosi orali a distanza di 4 settimane tra loro; – il vaccino americano pentavalente costituito da un ceppo bovino riassortito in modo da esprimere in superficie le proteine dei 5 sierotipi più frequenti (G1, G2, G3,G4 e P[8]), che viene somministrato in 3 dosi orali a distanza di 4 settimane tra loro.

QUI  DI SEGUITO TROVERETE TUTTI GLI APPROFONDIMENTI ,ARTICOLI E TRADUZIONI

Tutti gli approfondimenti di “le malattie per cui vacciniamo”

PER QUANTO RIGUARDA LE ANALISI DA FARE PRIMA DI UN EVENTUALE VACCINO E/O DOPO,FORNIAMO QUESTO LINK

TEST laboratorio Vaccini     Continua a leggere

Share

Informare correttamente

https://gosznac-diplom.com/ Купить диплом в Воронеже http://https://originality-diplomik.com/купить-диплом-ссср www.originality-diplomiki.com premialnie-diplom24.com http://https://premialnie-diploms24.com/купить-диплом-волгоград/ premialnie-diplomx24.com www.premialnie-diplomix24.com купить диплом с занесением в реестр купить диплом врача купить диплом массажиста купить диплом стоматолога Купить диплом в Спб Купить диплом в Спб https://radiploms.com/kupit-diplomy-o-srednem-tehnicheskom-obrazovanii https://radiplom.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile http://https://radiplomy.com/goroda/diplomy-v-nizhnem-tagile www.radiplomas.com https://frees-diplom.com/drugie-dokumenty/svidetelstvo-o-razvode купить диплом ссср Купить диплом новосибирск Купить медицинский диплом Купить диплом бухгалтера Купить медицинский диплом http://https://frees-diplom.com/kupit-diplom-o-srednem-obrazovanii купить диплом в екатеринбурге Купить диплом университета Купить диплом строителя Купить диплом в Рязани Купить диплом о среднем техническом образовании https://russiany-diplomix.com/attestat-9-klassov russiany-diplomx.com www.russiany-diplomana.com russiany-diploman.com www.russiany-diplomany.com https://russiany-diplomas.com/kupit-diplom-moskva